Gli scienziati hanno costruito un'armatura di schiuma che ferma proiettili e acciaio pesante

Immagina per qualche motivo di ritrovarti a camminare in mezzo a una grandinata di proiettili. Cosa preferiresti indossare?

Una pesante armatura di densa armatura d'acciaio o ... schiuma ?

Probabilmente non vorrai correre rischi in entrambi i modi. Ma se sei ricoperto di schiuma, piuttosto che di acciaio, avrai almeno la possibilità di giocare in modo intelligente e correre come diamine.

Questo perché la schiuma, ovviamente, è considerevolmente più leggera e più flessibile dell'acciaio.

Ma che dire di quella parte "grandine di proiettili"?

Bene, gli scienziati della North Carolina State University potrebbero aver finalmente sviluppato un materiale che ti dà tutta quella spumeggiante flessibilità, così come la forza frenante dell'acciaio pesante.

Lo chiamano schiuma di metallo composito, o semplicemente CMF.

Le loro scoperte, pubblicate sulla rivista Composite Structures il mese scorso, descrivono un nuovo tipo di armatura leggera, flessibile e in grado di resistere a una raffica di proiettili fino a un calibro 50. Questi proiettili sono comunemente considerati i più grandi e mortali e si trovano nei fucili di precisione e nelle mitragliatrici.

La schiuma è intervallata da metallo e iniettata con sacche d'aria. (Foto: North Carolina State University)

I ricercatori hanno costruito un prototipo iniettando schiuma con metalli come alluminio e acciaio - e iniettato con centinaia di sacche d'aria vuote. Lo hanno combinato con un frontalino in ceramica e una sottile piastra posteriore in alluminio.

Quindi hanno lasciato volare i proiettili.

Nei test di laboratorio, il materiale si è comportato molto bene contro i proiettili, sparando ovunque da 1.600 piedi al secondo a quasi 3.000 piedi al secondo.

Tra i tipi di munizioni che lo strato ha affrontato, i ricercatori hanno scoperto che i proiettili "a sfera" standard erano i più facilmente rigettati. La schiuma ha assorbito tra il 72 e il 75 percento della loro energia cinetica. Questa è l'energia trasferita al tuo corpo quando qualcosa ti colpisce. I colpi perforanti videro assorbire tra il 68 e il 78 percento della loro energia cinetica.

E il proiettile vero e proprio, piuttosto che la sua energia assassina, è stato fermato nelle sue tracce nell'esperimento, almeno quando sparato a velocità fino a 2.600 piedi al secondo.

Il ricercatore capo Afsaneh Rabiei è anche l'inventore della schiuma di metallo composito. (Foto: North Carolina State University)

Quindi potresti aver notato che qui c'è un margine piccolo ma preoccupante per la mortalità. Un tasso di assorbimento del 75 percento potrebbe ancora farti morire del 25 percento, il che, anche secondo i calcoli matematici di base, ti lascia completamente deceduto.

Tuttavia, stiamo parlando di fermare la maggior parte dei proiettili con qualcosa di leggero e mobile come la schiuma. E, hanno aggiunto i ricercatori, la schiuma è stata efficace nel bloccare i raggi X, i raggi gamma e le radiazioni di neutroni, nonché il fuoco e il calore estremi.

"L'armatura CMF era meno della metà del peso dell'armatura d'acciaio omogenea arrotolata necessaria per raggiungere lo stesso livello di protezione", ha dichiarato in un comunicato stampa Afsaneh Rabiei, ingegnere e scienziato dei materiali presso la North Carolina State University.

Naturalmente, gli appassionati di militari stanno salutando alla prospettiva di soldati e veicoli avvolti nella schiuma che distrugge i proiettili e reprime le bombe. Almeno per un po ', potremmo vedere un esercito di Doughboys di Pillsbury che si schiera in battaglia - fino a quando gli eserciti sviluppano inevitabilmente nuovi modi per uccidersi a vicenda.

Ma il vero vincitore qui potresti essere tu.

Immagina i luoghi che potresti visitare che sono lontani dal percorso calpestato dal turista. Veri buchi infernali devastati dalla guerra. Basta portare una macchina fotografica, un bastone per selfie e, naturalmente, la tua tuta in schiuma metallica a prova di proiettile.

Puoi anche lasciare la protezione solare a casa.

Articoli Correlati