Gli scienziati imparano come registrare i tuoi sogni e riprodurli a te

Molto presto nemmeno i tuoi sogni potrebbero essere più privati. Gli scienziati giapponesi hanno imparato a interpretare ciò che stai sognando misurando l'attività cerebrale mentre dormi. Questi dati possono quindi essere inseriti in un algoritmo che ricostruisce il tuo sogno in modo che possa essere riprodotto per te quando sei sveglio, secondo il giornale Science.

In altre parole, gli scienziati hanno inventato una sorta di macchina per la lettura dei sogni. In poco tempo, potresti non doverti mai preoccupare di dimenticare ciò che hai sempre sognato. Sarai in grado di riprodurre semplicemente i tuoi sogni dopo esserti svegliato al mattino.

La straordinaria svolta si avvale di un'idea abbastanza semplice: che quando visualizziamo determinati tipi di oggetti nelle nostre menti, i nostri cervelli generano modelli neurali coerenti che possono quindi essere correlati con ciò che viene visualizzato. Ad esempio, quando immagini una sedia, il tuo cervello si accende in uno schema che si verifica ogni volta che viene visualizzata una sedia. È quindi possibile utilizzare un algoritmo per legare i dati da una scansione del cervello alle immagini correlate appropriate. E voilà! Il tuo sogno può essere ricostruito.

Finora la ricerca è ancora abbastanza rudimentale - i ricercatori affermano solo di realizzare il sogno nel 60% circa dei casi - ma è ancora una svolta straordinaria per la scienza della mente.

Ecco come ha funzionato lo studio. Ai soggetti è stato inizialmente chiesto di collegarsi a una macchina per elettroencefalografia (EEG), quindi di addormentarsi in una macchina per risonanza magnetica. Gli scienziati hanno usato le letture EEG per identificare quando i soggetti hanno iniziato a entrare in una fase di sogno. I soggetti sono stati quindi immediatamente svegliati e hanno chiesto di ricordare ciò che stavano sognando. Questo processo è stato ripetuto quasi 200 volte per ogni soggetto.

Più tardi, gli scienziati hanno analizzato questi dati e hanno scoperto che alcuni tipi comuni di oggetti dai sogni dei soggetti potevano essere correlati con i modelli cerebrali registrati dalle scansioni fMRI. Hanno quindi utilizzato un motore di ricerca su Internet per cercare immagini che corrispondessero approssimativamente agli oggetti dei sogni dei soggetti e hanno inserito tutte queste informazioni in un algoritmo di apprendimento che ha perfezionato ulteriormente il modello. Tale algoritmo è stato quindi in grado di utilizzare i dati delle scansioni fMRI dei sognatori per assemblare video dalle immagini di Internet, fondamentalmente creando un film primitivo per ogni sogno.

Ancora una volta, la ricerca è ancora in una fase rudimentale. Finora questi video rappresentano solo approssimazioni grossolane delle immagini dai sogni dei soggetti, ma i ricercatori affermano che le previsioni della macchina erano ancora migliori del caso. Nel tempo, la tecnologia migliorerà man mano che l'algoritmo apprende.

La ricerca potrebbe infine rivoluzionare il modo in cui i sogni vengono interpretati e compresi. Gli scienziati possono persino raccogliere preziosi indizi su quale sia la misteriosa funzione del sogno in primo luogo.

Per saperne di più su come funziona la scienza, guarda il video qui sotto:

Articoli Correlati