Gli scienziati scoprono la tartaruga fossilizzata senza guscio

Se le tartarughe sono conosciute per qualsiasi cosa, è per le loro conchiglie e per essere lente. Tuttavia, una tartaruga fossile scoperta in Cina mostra una specie di tartaruga senza guscio. Ma come potrebbe essere?

Il team di ricercatori stima che lo scheletro fossile quasi completo abbia 228 milioni di anni e crede che sia la prova della prima storia evolutiva delle tartarughe.

"Questo fossile straordinariamente grande è una scoperta molto eccitante che ci fornisce un altro pezzo nel puzzle dell'evoluzione delle tartarughe", ha dichiarato il dott. Nick Fraser, custode di scienze naturali dei National Museums Scotland, in una nota. "Mostra che l'evoluzione delle prime tartarughe non è stata un accumulo semplice e graduale di caratteristiche uniche, ma è stata una serie molto più complessa di eventi che stiamo appena iniziando a svelare".

Quando il fossile fu scoperto per la prima volta, era visibile solo un debole contorno dello scheletro.

"Anche allora era chiaro che questo era un po 'un mostro e diversamente da qualsiasi altra cosa avessi visto in questi depositi molto ricchi", ha detto Fraser. "Una tartaruga era solo una delle tante cose che mi passavano per la testa, ma rimasi davvero sbalordito quando vidi l'intero fossile completamente preparato."

Il team di ricerca ha chiamato il fossile Eorhynchochelys sinensis, che significa "tartaruga dal becco dell'alba proveniente dalla Cina". Credono che questa specie vivesse nelle acque costiere e foraggiata sia sulla terra che sull'acqua usando gli arti per scavare nelle acque fangose ​​proprio come fanno oggi le tartarughe di stagno.

Allora perché le tartarughe moderne hanno conchiglie?

Un gruppo internazionale di paleontologi ha scoperto un legame evolutivo comune nel 2016 tra le tartarughe che hanno conchiglie e si muovono lentamente che offre una spiegazione per l'origine del guscio di tartaruga che potresti non aspettarti, ha riferito Phys.org.

Oggi le tartarughe usano le loro conchiglie per proteggerle, ma potrebbe non essere stato lo scopo originale della conchiglia. Studiando le caratteristiche dei primi fossili di proto-tartaruga, i ricercatori ritengono che le caratteristiche simili alle conchiglie si siano inizialmente evolute per aiutare gli antenati delle tartarughe a scavare sottoterra.

"Perché il guscio di tartaruga si è evoluto è una domanda molto simile al dottor Seuss e la risposta sembra abbastanza ovvia - era per protezione", ha spiegato il dott. Tyler Lyson, l'autore principale dello studio. "Ma proprio come la piuma di uccello inizialmente non si è evoluta per il volo, i primi inizi del guscio di tartaruga non erano per protezione ma piuttosto per scavare sottoterra per sfuggire al duro ambiente sudafricano dove vivevano queste prime proto-tartarughe."

Come erano queste prime proto-tartarughe? Gli scienziati hanno identificato Eunotosaurus (proprio come quello fossilizzato scoperto in Cina), un gruppo estinto di rettili che visse durante il tardo Medio Permiano, come parenti stretti delle tartarughe moderne. Il tratto chiave che collega questi antichi rettili alle tartarughe sono le loro costole allargate, che sono insolite tra tutti i vertebrati, non solo tra i rettili.

Sono insoliti perché le costole allargate presentano una serie di svantaggi strutturali, come la respirazione affannosa e la locomozione più lenta. Le costole sostengono il corpo quando una creatura cammina a quattro zampe, quindi allargandole, rende imbarazzante il movimento quadrupede.

"Il ruolo integrale delle costole sia nella locomozione che nella respirazione è probabilmente il motivo per cui non vediamo molte variazioni nella forma delle costole", ha affermato Lyson. "Le costole sono generalmente ossa piuttosto noiose. Le costole di balene, serpenti, dinosauri, umani e praticamente tutti gli altri animali sembrano uguali. Le tartarughe sono l'unica eccezione, dove sono altamente modificate per formare la maggior parte del guscio."

Tuttavia, le prime proto-tartarughe non avevano ancora completamente formato un guscio. Quindi perché dovrebbero aver sviluppato costole allargate - un prerequisito per formare un guscio - quando c'erano così tanti svantaggi associati al tratto? Si scopre che esiste una nicchia per cui le costole allargate pre-shell potrebbero essere state utili per: scavare. La forma delle costole fornisce una base stabile che potrebbe aver permesso a Eunotosaurus, con le sue grandi mani e gli artigli a forma di spatola, di scavare nel terreno.

Dato che Eunotosaurus era probabilmente un animale lento, anche la tana avrebbe offerto alla creatura un modo per nascondersi dai predatori. Conchiglie potrebbero essersi formate nel tempo per migliorare questa protezione.

È un'affascinante storia evolutiva che dimostra come la selezione naturale spesso inciampa, per caso, su tratti utili attraverso altri adattamenti. Se non fosse per il comportamento scavatore di Eunotosaurus, i gusci delle tartarughe potrebbero non essersi mai evoluti.

Nota del redattore: questo articolo è stato aggiornato da quando è stato pubblicato originariamente nel luglio 2016.

Articoli Correlati