Gli scienziati scoprono nuove armi nella lotta contro le cimici

Le cimici dei letti stanno rapidamente diventando la rovina dell'umanità, affliggendo case, uffici, cinema e centri commerciali. Ma la lotta contro i succhiasangue rossi e marroni ha guadagnato una nuova arma. E! ScienceNews riferisce che i ricercatori svedesi hanno scoperto che cimici immature rilasciano un feromone per dissuadere i maschi adulti dall'accoppiarsi con loro. Gli scienziati affermano che i risultati possono essere applicati a una soluzione al dilemma delle cimici.

Quando le cimici si accoppiano, lo fanno per "inseminazione traumatica". Poiché la femmina non ha un'apertura genitale, il maschio perfora l'addome con i suoi genitali ipodermici per lasciare il suo sperma nella sua cavità addominale. E poiché le cimici maschili non discriminano tra i partner, si arrampicheranno sul compagno più vicino, che sia maschio o sessualmente immaturo. In queste situazioni, hanno ferito fatalmente il destinatario ignaro dei loro progressi amorosi.

Fortunatamente per le cimici, la natura ha sviluppato un sistema di allarme per difendersi da abbracci indesiderati. Quando una cimice maschio si avvicina a una ninfa sessualmente immatura o cimice maschio, l'insetto rilascia feromoni per far sapere al maschio che dovrebbe trovare un altro amico. Vincent Harraca dell'Università di Lund in Svezia ha lavorato a uno studio che ha messo in scena interazioni tra cimici dei maschi e femmine. Come ha detto a E! ScienceNews, “per evitare questo [accoppiamento indesiderato], abbiamo scoperto che le ninfe delle cimici rilasciano feromoni di aldeide che fanno sapere ai maschi che dovrebbero cercare altrove. Questi risultati possono essere applicati per ridurre le popolazioni di cimici dei letti abbinando l'interruzione. "

Harraca e il suo team hanno impedito agli insetti di segnalarsi a vicenda coprendo le ghiandole odorose con lo smalto. Si è scoperto che questi bug bloccati si accoppiano tanto quanto quelli maturi. Se il team ha applicato il feromone a un maschio e una femmina durante "l'iniziazione di montaggio", ha causato l'accoppiamento meno frequente. La notizia potrebbe andare molto lontano nell'aiutare gli esperti a comprendere il fastidioso parassita. Come ha detto ai giornalisti Harraca, "Il sistema di comunicazione chimica delle cimici si sta appena sviluppando e ulteriori analisi sui costi della longevità per le ninfe e i maschi che sono stati trafitti sono una priorità assoluta per comprendere appieno il quadro dell'inseminazione traumatica".

L'epidemia di cimici non è una novità per l'uomo o l'insetto. Gli antichi romani credevano che le cimici fossero utili nel trattamento dei morsi di serpente e delle infezioni alle orecchie. Nel 18 ° secolo, erano usati per trattare l'isteria. Fino alla metà del 20 ° secolo, gli insetti erano estremamente comuni nelle case. Fu solo l'uso del pesticida DDT che portò alla loro relativa eradicazione. Ma dal divieto della sostanza chimica pericolosa, gli insetti sono tornati con una vendetta. Quest'ultima scoperta potrebbe contribuire a una soluzione alle infestazioni che spazzano il mondo.

Articoli Correlati