I gamberetti su Prozac si suicidano

Nel corso della storia, ci sono state troppe persone che si suicidano perché qualcuno le ha definite "gamberetti". Gli antidepressivi possono avere lo sfortunato ed ironico effetto collaterale di causare tendenze suicide. Ma i veri gamberetti si lanciano nella bocca aperta di un predatore perché sono su Prozac?

Sembra troppo assurdo per essere vero, ma secondo Salon, uno studio recente ha scoperto che i gamberetti esposti al Prozac mostrano un comportamento suicidario. Mentre gli esseri umani ingeriscono ed espellono quantità indicibili di prodotti farmaceutici, molti di questi farmaci, tra cui la fluoexetina, l'ingrediente principale di Prozac, finiscono nell'acqua.

Dopo aver ingerito Prozac, legioni di gamberi stanno perdendo ogni speranza e desiderano morire? Non esattamente. L'autore dello studio, il Dr. Alex Ford, è pronto a notare che i gamberetti non sono persone, ma la fluoexetina ha un effetto sul cervello dei gamberetti, rendendo i loro nervi più sensibili alla seratonina, la sostanza chimica del cervello responsabile degli stati d'animo e dei modelli di sonno.

Se esposti alla sostanza chimica, i gamberi hanno una probabilità cinque volte maggiore di nuotare verso aree luminose dell'acqua invece di attaccarsi ai loro soliti angoli scuri e sicuri.

"Questo comportamento li rende molto più probabili essere mangiati da un predatore, come un pesce o un uccello", ha detto Ford al National Geographic.

Tale comportamento sconsiderato nei gamberetti non è l'unico modo in cui Prozac e altri farmaci antidepressivi possono influenzare la fauna selvatica. Gli autori dello studio osservano che i farmaci causano comportamenti insoliti anche in molte altre specie.

Le conseguenze dei prodotti farmaceutici nelle acque reflue sono state esplorate solo ora e il problema si estende oltre lo scarico improprio di farmaci non utilizzati. Poiché molti farmaci non sono interamente metabolizzati dal nostro corpo, i farmaci entrano nelle nostre acque reflue.

La US Environmental Protection Agency ha definito la questione "una preoccupazione crescente" e ha iniziato i test per molti farmaci negli impianti di trattamento delle acque in tutta la nazione.

Anche sul sito: va bene lavare i medicinali prescritti?

Articoli Correlati