I muri di gomma da masticare sono abbaglianti o disgustosi?

Non è un segreto che la gomma da masticare sia un incubo ambientale.

La gomma da masticare è resistente e si lega molto bene a superfici come cemento, asfalto e gomma. Inoltre non è solubile in acqua e in genere non viene ingerito, quindi uno smaltimento non attento può creare un processo di pulizia estremamente costoso e laborioso.

Ecco perché non è raro trovare macchie di gomma da masticare prosciugate che aderiscono al marciapiede, alla suola delle scarpe o alla parte inferiore dei tavoli e delle sedie.

Questo è anche il motivo per cui un fenomeno involontario di arte popolare noto come "muro di gomma da masticare" ha un tale potere di resistenza.

Questi muri di ferro potrebbero far schifo un sacco di gente (perché, sì, sono piuttosto disgustosi), ma devi ammettere che sono impressionanti.

Ci sono un sacco di muri di gomma in tutto il mondo (si verificano spesso quando le persone sono in fila in fila nei parchi di divertimento, come si vede a destra), ma nessuno è altrettanto sorprendente o così vasto come il Gum Wall di Market Theater a Seattle o la Bubble Gum Alley a San Luis Obispo, California.

Continua di seguito per saperne di più su queste attrazioni turistiche abbaglianti ma disgustose.

Market Theater Gum Wall - Seattle, Washington

Nascosto sotto il famoso Pike Place Market di Seattle in Post Alley si trova il Gum Wall del Market Theatre, probabilmente una delle destinazioni turistiche più affascinanti (e più germinali) della città.

Le origini di questo locale fuori dal comune risalgono al 1993, quando i patrocinatori di teatro annoiati in attesa di assistere agli spettacoli iniziarono ad attaccare gomma e monete alle pareti. Ci sono stati diversi tentativi da parte del personale del teatro di rimuovere l'accumulo di cattivo gusto, ma alla fine hanno rinunciato quando gli ospiti hanno continuato ad aggiungere sempre più gomma al muro.

Nel giro di pochi anni, il Gum Wall è cresciuto in proporzioni immense. Alla fine accettando il suo status di parte insolita ma culturalmente significativa della città, è stato ufficialmente riconosciuto come attrazione turistica e punto di riferimento nel 1999.

Molte aree del mattone sono ricoperte da diversi pollici di gomma da masticare e alcune persone lo spingono oltre usando la sostanza malleabile per formare parole, frasi e simboli:

Nonostante il fattore ick maggiore, il Gum Wall del Market Theatre rimane una vera delizia per la gente del posto e per i turisti.


Bubble Gum Alley - San Luis Obispo, California

Nessuno sa con certezza cosa abbia portato all'accumulo di gomme da masticare usate in questo vicolo di 70 piedi nel centro di San Luis Obispo (alcuni sostengono che avesse a che fare con una rivalità scolastica), ma è stato cementato come una tradizione comicamente disgustosa della città almeno dagli anni '70.

Sebbene Seattle non abbia avuto grandi proteste sull'incorporazione del Market Theater Gum Wall nel tessuto della cultura cittadina, la creazione e il mantenimento del Bubble Gum Alley di San Luis Obispo non è stato così semplice. Non è stato ancora raggiunto un consenso sull'adeguatezza, e mentre la maggior parte dei locali concorda sul fatto che lo spettacolo strano sia in definitiva un vantaggio per il quartiere del centro città, ci sono molti altri che ancora sentono che è un pugno nell'occhio insipido e insalubre.

Dagli anni '70, ci sono stati diversi tentativi di rimuovere la gomma e ripulire il vicolo dopo che i proprietari dei negozi si sono lamentati, ma i graffiti appiccicosi persistono.

In questi giorni, la gente del posto capisce che è improbabile che le persone smettano di depositare la gomma sulle pareti, motivo per cui l'unica manutenzione che tentano ora è una pulizia a vapore profonda una volta al mese.

Naturalmente, anche se la stragrande maggioranza della città supporta il vicolo e il prezioso traffico pedonale che crea, può ancora causare alcuni mal di testa, soprattutto per le attività adiacenti, come illustrato di seguito:


Foto di gomma da masticare sul palo: Edwin Verin / Shutterstock

Articoli Correlati