I serpenti sono fantastici! 5 delle loro abilità più straordinarie

Pensi di sapere tutto di queste creature, giusto? Ma sono molto più complicati e interessanti di quanto tu possa immaginare. Alcuni fatti per dimostrare il nostro punto:

I serpenti colpiscono a velocità oscura

Sappiamo che i serpenti sono in grado di colpire in un batter d'occhio. Ma in realtà colpiscono molto più velocemente di così. L'occhio umano impiega circa 202 millisecondi per completare un battito di ciglia. Un serpente, d'altra parte, può colpire e raggiungere il bersaglio entro 50-90 millisecondi. Lo sciopero è così veloce che se gli umani tentassero di accelerare anche meno di un quarto della stessa velocità di un serpente, si oscurerebbe.

Mentre vipere come serpenti a sonagli e cobra sono famose per essere attaccanti veloci, uno studio recente ha dimostrato che i serpenti non velenosi sono altrettanto veloci o più veloci delle vipere.

Anche i serpenti non pericolosi possono colpire a velocità straordinarie. (Foto: Jim Cumming / Shutterstock)

Non sono state condotte molte ricerche sulle velocità di attacco dei serpenti e le specie non velenose sono rimaste al freddo. Quindi, in uno studio del 2016 che includeva il serpente di ratto non velenoso, i ricercatori hanno scoperto che mentre le vipere sono famose per i loro fulmini, anche i serpenti non velenosi possono muoversi a velocità così accecanti.

I ricercatori hanno scoperto che le accelerazioni in tutte e tre le specie erano "straordinariamente alte" ed erano simili alle misurazioni che altri ricercatori avevano fatto di attacchi di serpenti su prede reali.

Smithsonian ha riferito sulla ricerca:

"Quando [lo studio dell'autore principale David] Penning e i suoi colleghi hanno confrontato la velocità di attacco in tre tipi di serpenti, hanno scoperto che almeno una specie non velenosa era veloce quanto le vipere. I risultati suggeriscono che il bisogno di velocità dei serpenti potrebbe essere molto di più molto diffuso del pensiero, il che solleva interrogativi sull'evoluzione e sulla fisiologia del serpente ".

Quando ci pensi, ha un senso: un serpente non velenoso deve ancora essere abbastanza veloce per prendere un pasto veloce come un uccello o un topo, quindi devono essere veloci quanto le loro controparti velenose. Penning ha detto a Discover Magazine:

"Le prede non stanno aspettando passivamente di essere mangiate dai serpenti." I serpenti velenosi e non velenosi devono catturare entrambe le prede. Quindi è probabile che molte altre specie di serpenti - non solo il serpente ratto - siano altrettanto veloci di una vipera.

I serpenti eccellono nell'arte del mimetismo

Fino a 150 specie di serpenti hanno i colori di avvertimento nero, giallo e rosso del serpente velenoso corallo. È una coincidenza o hanno questi imitatori non velenosi raccolti in questo pratico trucco nascosto?

Uno studio pubblicato nel 2016 ha reso il caso dei serpenti corallini molto più di una semplice teoria. Un team dell'Università del Michigan ha utilizzato i dati genetici di 300.000 esemplari di serpenti provenienti da musei di tutto il mondo per dimostrare che il mimetismo dei serpenti di corallo è una strategia evolutiva.

I serpenti reali scarlatti si sono evoluti per imitare il modello di colore dei serpenti velenosi dei coralli per evitare la predazione. (Foto: T-Immagini / iStockPhoto)

Secondo Phys.Org, "la biologa evoluzionista della messaggistica unificata Alison Davis Rabosky e i suoi colleghi hanno mostrato che gran parte dell'apparente conflitto tra teoria e osservazione è scomparso quando è stata presa in considerazione la distribuzione globale di tutte le specie di serpenti. [T] presentano la prima prova definitiva che la diffusione dei serpenti corallini in tutto l'emisfero occidentale negli ultimi 40 milioni di anni ha guidato la distribuzione dei mimi ".

La strategia è ancora in corso oggi. Uno studio del 2014 ha mostrato che i re scarlatti trovati nella Carolina del Nord stanno ancora migliorando nel mimare i serpenti di corallo anche se i serpenti di corallo sono stati estinti localmente per decenni.

"I serpenti reali dei Sandhills raccolti negli ultimi anni tendevano ad assomigliare più da vicino ai serpenti di corallo - con bande rosse e nere di dimensioni più simili - rispetto ai serpenti raccolti negli anni '70, che tendevano ad avere bande nere più grandi", spiega Nature.

I serpenti non solo possono imitare l'aspetto di altre specie di serpenti per evitare la predazione, ma possono anche imitare l'aspetto e il movimento di specie non serpenti, come ragni e vermi, per attirare le prede.

Diverse specie di serpenti sono state viste tenere perfettamente ferme, tranne per le loro code che si contorcono, che assomigliano molto a un verme o un brontolone a prede ignare. Ma una specie di serpente ha portato il mimetismo usando la sua coda a un livello completamente nuovo.

La vipera cornuta dalla coda di ragno ha una coda con squame allungate e un'estremità bulbosa, che la fa sembrare un ragno grassoccio. Quando si contorce la sua coda speciale, gli uccelli vedono quello che sembra un pasto veloce all'aracnide. Ma quando vanno a cercare l'uccisione, devono affrontare una spiacevole sorpresa. Ecco la vipera cornuta dalla coda di ragno in azione:

I serpenti ascoltano con la bocca

Nessun orecchio esterno? Nessun timpano interno? Nessun problema. I serpenti non hanno bisogno di questi banali accessori per ascoltare il mondo che li circonda. Hanno due sistemi uditivi, uno che ruota attorno alle mascelle perfettamente evolute, che fanno parte di un sistema chiamato udito conduttivo osseo. (Sì, le loro mascelle difficili sono usate per qualcosa di più del semplice mangiare.)

Le ossa della mascella raccolgono le vibrazioni che vengono inviate all'orecchio interno - questo è il secondo sistema uditivo - e l'informazione viene decodificata dal cervello come suono.

Le mascelle dei serpenti raccolgono vibrazioni che li aiutano a "sentire" il mondo che li circonda. (Foto: Tiberiu Sahlean / Shutterstock)

ABC Science spiega:

Esperimenti di base durante gli anni '70 mostrarono che i serpenti potevano sentire, ma non spiegavano come. Adesso lo sappiamo. Ad ogni piccolo passo, un topo o un'altra preda irradia onde attraverso il terreno e si diffonde nello stesso modo in cui gocce d'acqua si increspano in una piscina e producono un suono a goccia.

Proprio come una nave oscilla su e giù in risposta a un'onda nell'oceano, una mascella di serpente appoggiata a terra risponde alle onde sonore trasportate dal suolo ... I ricercatori hanno usato le equazioni esatte che misurano il movimento di una nave per modellare come un la mascella del serpente si muoverebbe in risposta alle onde che si muovono attraverso la sabbia o la terra. Proprio come una nave può muoversi in sei direzioni diverse (sollevamento, beccheggio, rollio, ecc.), Così come la mascella di un serpente (su, giù, da un lato all'altro, ecc.). E proprio come una nave è più stabile quanto più è profonda in acqua, i serpenti spesso si seppelliscono nella sabbia per rendere più preciso il loro udito.

Potrebbe essere sorprendente pensare che meditare su una barca sull'acqua abbia contribuito a rivelare come i serpenti riescono a sentire senza orecchie o timpani. Ma la rivelazione potrebbe anche essere utile per la tecnologia medica umana. Gli umani hanno anche una capacità un po 'simile - ma non altrettanto efficace - di captare le vibrazioni attraverso le ossa della mascella. Un dispositivo chiamato Baha System consente alle persone di captare e utilizzare meglio queste vibrazioni. Forse studiando di più su ciò che rende l'udito conduttivo dell'osso dei serpenti così efficace potrebbe migliorare il design dei nostri apparecchi acustici.

Alcuni serpenti possono volare

I serpenti non hanno bisogno di aerei per volare. O almeno planare. Lo dimostrano i cinque serpenti volanti del sud-est asiatico.

Queste specie arboricole hanno escogitato un modo per spostarsi da un albero all'altro senza toccare il suolo. Quando saltano da un ramo, possono contorcersi il loro scheletro per allargare le costole e appiattire il corpo come un'ala di aeroplano. Una caduta si trasforma in qualcosa di più simile al volo.

Neanche scivolano senza meta. Questi serpenti "volanti" possono usare la testa per sterzare, cambiando direzione a metà planata per atterrare dove vogliono. Attraverso questa tecnica aerea, possono raggiungere gli alberi fino a 80 piedi di distanza in un solo lancio.

Rapporti National Geographic:

"Per prepararsi al decollo, un serpente volante scivolerà fino alla fine di un ramo e ciondolerà a forma di J. Si spinge dal ramo con la metà inferiore del suo corpo, si forma rapidamente in una S e si appiattisce a circa il doppio della sua larghezza normale, conferendo al suo corpo normalmente rotondo una forma concava a C, che può intrappolare l'aria. Ondulando avanti e indietro, il serpente può effettivamente fare delle virate. ".

Guarda un serpente volante in azione in questo video:

I serpenti sono intelligenti in cerca di calore

Come sarebbe il mondo se potessimo vedere la luce rimbalzare sugli oggetti e quanto calore si irradia da loro? Questo è qualcosa di cui sono capaci alcune specie di serpenti e dà loro essenzialmente due forme di visione.

La rivista Nature spiega:

"Vipere, pitoni e boa hanno buchi sulle loro facce chiamati organi di fossa, che contengono una membrana in grado di rilevare le radiazioni infrarosse da corpi caldi fino a un metro di distanza. Di notte, gli organi di fossa permettono ai serpenti di" vedere "un'immagine del loro predatore o preda - come fa una telecamera a infrarossi - dando loro un senso in più unico ... L'organo a fossa fa parte del sistema somatosensoriale del serpente - che rileva il tatto, la temperatura e il dolore - e non riceve segnali dagli occhi, confermando che i serpenti vedi "infrarossi rilevando il calore, non i fotoni di luce".

Quindi un serpente può usare gli occhi di giorno e gli organi a fossa di notte. Questa capacità di rilevare il calore consente a determinate specie di serpenti di combinare questo con altri sensi, tra cui quella bella udienza menzionata in precedenza, per abitare nelle loro prede anche al buio.

Ecco com'è per un serpente usare le sue abilità di rilevamento del calore per rintracciare un pasto:

Articoli Correlati