Il Canada apre il sentiero escursionistico più lungo del mondo che si estende da costa a costa

Il Great Trail - precedentemente noto come Trans Canada Trail - è un po 'improprio. Dato che il sentiero aperto di recente è il più lungo e ricreativo del mondo, con un'incredibile distanza di 14.864 miglia, il progetto è davvero eccezionale, un risultato monumentale. Tuttavia, non è una scia.

Simile al suo delicato cugino americano, il Maine-to-Florida che attraversa la East Coast Greenway, il Great Trail non è un singolo percorso ma una raccolta di piccoli sentieri basati sulla comunità, tutti mantenuti e gestiti da giurisdizioni locali, collegati tra loro per formare una singola rete. È un po 'confuso ma ha senso che il Great Trail - composto da più di 400 percorsi individuali che serpeggiano in tutte e 10 le province e due dei tre territori, da St. John's ad est a Victoria ad ovest con un'enorme deviazione a nord attraverso lo Yukon e i Territori del Nord-Ovest fino all'Oceano Artico - verrebbero fatturati come un'unica entità. ("La grande rete canadese di percorsi di comunità interconnessi" non ha lo stesso anello, ora lo fa?)

Nominando a parte, il Great Trail è un lavoro d'amore - "veramente un dono dai canadesi ai canadesi" per l'organizzazione no profit con sede a Montreal che ha supervisionato la complessa formazione di puzzle del progetto da quando è stato ideato nel 1992 Detto questo, il percorso multimodale è in gran parte il lavoro manuale di volontari che lavorano all'interno di gruppi di conservazione locali, governi provinciali e comuni. In effetti, è stato soprannominato il più grande progetto di volontariato nella storia canadese. Sembrerebbe che tutti abbiano fatto un passo avanti negli ultimi 25 anni.

Via terra o via mare, lo scenario è drammatico

Il Parco Nazionale Pukaskwa in Ontario, in Canada, segue la curva del Lago Superiore. (Foto: Helen Filatova / Shutterstock)

Sebbene sia in gran parte promosso come un percorso ciclistico super-collegato, se dai un'occhiata a una mappa del Grande Sentiero, diventa evidente che sono necessari diversi modi di trasporto - o incoraggiati - lungo diversi tratti. E infatti, singole sezioni del percorso sono aperte non solo ai ciclisti ma anche agli escursionisti, ai cavalieri e agli sciatori di fondo. Porzioni significative, come il Lake Superior Water Trail e il Mackenzie River Trail, possono essere navigate solo in kayak o in canoa. In effetti, il 26 percento del Great Trail viaggia attraverso l'acqua. E sebbene i veicoli a motore siano verboten lungo il Grande Sentiero, alcune sezioni sono aperte anche a motoslitte. (Ehi, questo è il Canada, dopo tutto).

Mentre la Eastway Greenway abbraccia strettamente le principali città e centri abitati della East Seaboard per offrire un'esperienza urbana e amica dei pendolari con ampi tratti di paesaggi bucolici gettati per buona misura, i paesaggi trovati lungo il Great Trail sono decisamente più drammatici e diversi . Dopotutto, il Great Trail copre molto più territorio: montagne, laghi, pianure, isole costiere, tundra ghiacciata - apparentemente viene rappresentato ogni tipo di terreno e caratteristica topografica.

Questo non vuol dire che il Great Trail sia una storia selvaggia al 100% in backcountry.

Il centro di Edmonton può essere visto nella valle del fiume North Saskatchewan, che attraversa il Great Trail. (Foto: 2009fotofriends / Shutterstock)

In alcuni punti, i sentieri collegati sono fortemente urbani - in effetti, circa quattro canadesi su cinque vivono entro 30 minuti da una sezione del sentiero. Spostandosi attraverso il paese dal capolinea orientale dell'isola di Terranova, dove segue il percorso ferroviario multiuso T'Railway, il Great Trail attraversa direttamente diverse città canadesi: Halifax, Montreal, Ottawa, Toronto, Winnipeg ed Edmonton. È qui, in Alberta, che le tracce fanno una grande spaccatura, immergendosi a sud verso Calgary e poi attraverso le Montagne Rocciose trasparenti attraverso la Columbia Britannica fino all'isola di Vancouver o serpeggiando verso nord attraverso Alberta e BC attraverso lo Yukon via Whitehorse e infine si snodano verso l'alto attraverso i Territori del Nord-Ovest fino all'Oceano Artico.

Oh, Canada! in effetti: il verde rappresenta i percorsi di terra collegati, il blu rappresenta i percorsi di acqua collegati e il rosso indica spazi vuoti che sono stati successivamente collegati. (Mappa: Great Trail)

In alternativa, un ramo subartico paddle centrico del sentiero, formato da Althabasca River Trail, Slave River e Mackenzie River Trail, bypassa del tutto il BC, sparando verso l'alto attraverso Alberta e nei Territori del Nord-Ovest dove, vicino alla città di Inuvik, si interseca con la sua controparte occidentale forma un anello gigante. A differenza delle loro controparti urbane e semi-rurali decisamente meno ardue a sud-est, le sezioni che compongono questa tappa del Grande Sentiero, come la strada sterrata nel nord dello Yukon, altrimenti nota come Dempster Highway, possono essere descritte come "remote, fisicamente impegnativo "e offrendo" pochi servizi disponibili ".

La sezione più lunga del Great Trail si trova in Ontario, dove un insieme di percorsi consolidati zig-zag intorno ai Grandi Laghi.

Venticinque anni in preparazione, il Great Trail è stato un progetto estremamente ambizioso (non privo di alcuni detrattori) che è stato ufficialmente aperto nell'agosto 2017. Quindi investi in un paio di scarpe da trekking decenti, rinnova il passaporto, inizia a pianificare e controlla più delle possibilità nelle foto qui sotto.

Da un sentiero escursionistico nella zona ovest di Vancouver, gli escursionisti possono vedere l'autostrada Sea-to-Sky che porta a Whistler, al villaggio di Horseshoe Bay e attraverso lo stretto della Georgia fino alle isole del Golfo e all'isola di Vancouver. (Foto: Anne08 / Shutterstock)

Un alce di toro mangia la vegetazione nel lago Two Moose lungo l'autostrada Dempster nello Yukon, Canada. (Foto: Jukka Jantunen / Shutterstock)

Il sentiero Trans Canada visto in una nebbiosa giornata di novembre. Conosciuta anche come Confederation Trail, corre lungo l'Isola del Principe Edoardo. (Foto: VJ Matthew / Shutterstock)

Nota del redattore: questa storia è stata aggiornata da quando è stata originariamente pubblicata a settembre 2016.

Articoli Correlati