Il Costa Rica ha raddoppiato la copertura forestale negli ultimi 30 anni

Da tempo impegnato nell'ambiente, il Costa Rica è stato spesso elogiato per essersi fatto strada verso sostenibilità, biodiversità e altre protezioni. Il titolo più recente è che il Costa Rica prevede di sbarazzarsi dei combustibili fossili entro il 2050.

In un'intervista con il New York Times, la first lady del paese, la urbanista Claudia Dobles, afferma che il raggiungimento di questo obiettivo combatterà un "senso di negatività e caos" di fronte al riscaldamento globale. "Dobbiamo iniziare a fornire risposte."

Sebbene l'obiettivo sembri un grande obiettivo, il minuscolo paese lussureggiante con foreste pluviali ha già fatto notevoli progressi. In particolare, dopo decenni di deforestazione, il Costa Rica ha raddoppiato la sua copertura arborea negli ultimi 30 anni. Ora, metà della superficie terrestre del paese è coperta da alberi. Quella copertura forestale è in grado di assorbire un'enorme quantità di anidride carbonica dall'atmosfera.

Sebbene la storia della copertura arborea del Costa Rica sia un po 'una montagna russa, ora è decisamente in salita. Negli anni '40, oltre i tre quarti del paese erano coperti da foreste pluviali per lo più tropicali e altri boschi indigeni, secondo l'Università delle Nazioni Unite. Ma un'estesa registrazione incontrollata ha portato a una grave deforestazione. Nel 1983, solo il 26% del paese aveva una copertura forestale. Ma attraverso una costante attenzione ambientale da parte dei responsabili politici, oggi la copertura forestale è aumentata al 52%, che è il doppio dei livelli del 1983.

Il presidente costaricano Carlos Alvarado ha definito la crisi climatica "il più grande compito della nostra generazione". Lui e altri leader del Costa Rica sperano di poter spronare altre nazioni a seguire il loro esempio.

Robert Blasiak, ricercatore dell'Università di Tokyo, afferma: "Uno sguardo più da vicino a ciò che il Costa Rica ha realizzato negli ultimi 30 anni può essere solo l'impulso necessario per stimolare un vero cambiamento su scala globale".

Articoli Correlati