Il foraggiamento urbano è in ripresa

Perché le persone cercano ancora piante commestibili? È un modo per risvegliare il loro istinto di cacciatori-raccoglitori nell'era dell'agricoltura aziendale e dei supermercati? Stanno cercando di mangiare sano con un budget limitato? O il foraggiamento è semplicemente una comoda scusa per passare del tempo all'aperto?

Alcuni media hanno etichettato la tendenza del foraggiamento moderno come "strana", mentre altri temono che possa causare danni ambientali man mano che la sua popolarità cresce. L'unica cosa che le due parti hanno in comune è un accordo sul fatto che la pratica sta crescendo. Secondo un recente studio del Center for a Livable Future presso Johns Hopkins, non solo il foraggiamento è in aumento, ma è fiorente negli ultimi luoghi che ti aspetteresti: i principali centri urbani come Baltimora.

Foraggiatori delle grandi città

Cosa scelgono questi prolifici raccoglitori urbani? Secondo lo studio, il 75 percento del raccolto (in volume) raccolto dai foraggiatori dell'area di Baltimora era costituito da funghi, come i funghi. Gran parte del resto consisteva in piante comuni come denti di leone, ortiche e gelsi. In tutto, lo studio ha trovato 140 specie di piante e funghi nelle raccolte di foraggeri urbani.

I ricercatori di John Hopkins hanno anche scoperto che la maggior parte dei forager aveva un'istruzione universitaria, ma quelli con un livello di reddito inferiore avevano maggiori probabilità di rendere gli alimenti foraggiati una parte più grande della loro dieta e di cercare una maggiore diversità di piante.

Sulla carta, sembra una tendenza benvenuta. Le persone mangiano piante che altrimenti starebbero semplicemente lì inosservate e stanno ottenendo più verdure e ortaggi senza stressare i loro portafogli. Ma un punto di dati nello studio Johns Hopkins era preoccupante.

Più della metà dei falsificatori intervistati erano nuovi nella pratica e lo facevano da cinque anni o meno.

Educazione alla sicurezza, alla salute e alla conservazione

Senza le giuste conoscenze, sarebbe facile scegliere erroneamente piante o funghi tossici o velenosi. Inoltre, la contaminazione da pesticidi e / o fertilizzanti è più probabile nelle aree urbane. L'ingestione ripetuta di sostanze chimiche non tossiche potrebbe avere un effetto negativo. Ciò potrebbe essere particolarmente pericoloso per il 20 percento dei foraggiatori i cui raccolti rappresentano il 10 percento o più della loro dieta.

L'altra preoccupazione principale è che le persone supereranno alcune piante popolari o calpesteranno altre specie fragili mentre cacciano i commestibili. Il foraggiamento commerciale, di solito per funghi e radici rare come il ginseng selvatico, è un altro problema. Tuttavia, questi generalmente crescono nelle regioni rurali, non negli ambienti urbani.

Come stanno rispondendo le città?

New York City ha risposto alla crescente tendenza alla ricerca di cibo nei suoi parchi urbani mettendo al bando la pratica. Numerosi gruppi hanno risposto esortando la città a stabilire norme favorevoli al foraggio, come l'installazione di segnaletica da parte di piante commestibili e l'interruzione dell'uso di pesticidi tossici nei parchi cittadini.

Un'ingegnosa "chiatta" di permacultura ha trovato un modo per aggirare il divieto della Grande Mela. Il progetto, chiamato Swale, elude la regola di non foraggiamento di New York perché galleggia sulle rive della città e, pertanto, non è coperto dalla legge come è attualmente scritto. Oltre alla raccolta gratuita, gli operatori della chiatta cercano di insegnare alle persone le pratiche in modo da poter gettare le basi per il futuro foraggiamento e la coltivazione di piante commacolate commestibili.

C'è un'app per questo ...

Un altro segno dell'ascesa del foraggiamento urbano: c'è un'app per smartphone per questo. Falling Fruit è un'app che aiuta gli aspiranti raccoglitori a trovare luoghi in cui cercare cibo nella loro città. Il motto dell'app, "mappare il raccolto urbano", sottolinea ulteriormente la sua attenzione al foraggiamento basato sulla città. Gli utenti possono aggiungere nuovi siti alla mappa, a condizione che siano di proprietà pubblica.

Abbracciare la tendenza

Alcune città offrono lezioni ai potenziali cercatori di città per assicurarsi che sappiano cosa stanno facendo e il loro effetto sull'ambiente. (Foto: Elephant Journal / YouTube)

Alcune città stanno abbracciando la tendenza del foraggiamento e stanno facilitando la raccolta di proprietà pubbliche. Frutteti pubblici sono sorti a Boston, Seattle, Los Angeles, San Francisco e persino in città più piccole come Madison, Wisconsin e Asheville, North Carolina. Queste aree di foraggiamento pianificate offrono alle persone la possibilità di partecipare alla raccolta urbana in modo semi-controllato.

Seattle, che ha espresso preoccupazione per il fatto che la sua comunità di foraggiamento attiva sta danneggiando i suoi sforzi per ripristinare 2.500 acri di foresta urbana, sta cercando di impegnarsi con i foraggiatori piuttosto che bandire completamente la pratica. I ranger del parco hanno persino offerto lezioni sul foraggiamento in modo che le persone comprendessero meglio come funziona l'ecosistema.

Il foraging potrebbe risolvere i problemi di accesso al cibo?

Alcuni vedono possibilità per il foraggiamento urbano che vanno oltre il semplice integrare la dieta e placare la parte rimanente di cacciatori-raccoglitori del tuo DNA. Swale, la chiatta per il foraggiamento di New York City, ormeggia vicino a deserti alimentari urbani dove i locali hanno poco accesso ai prodotti freschi. Altri suggeriscono che l'educazione alimentare potrebbe fornire alle persone gli strumenti di cui hanno bisogno per superare le malattie legate all'alimentazione, molte delle quali sono fortemente correlate alla povertà.

Resta da vedere se il foraggiamento si trasformi in una cura per problemi di salute legati all'alimentazione, ma sulla base di recenti studi e sforzi di città come Seattle, sembra che il foraggiamento sia già molto più comune nelle città di quanto molti pensino.

Articoli Correlati