Il fringuello dalla gola nera vince l'uccello australiano dell'anno 2019

Il fringillide dalla gola nera è stato votato "uccello dell'anno" in Australia per il 2019, contribuendo ad attirare l'attenzione sul declino della specie mentre le attività umane minacciano sempre più il suo habitat. Secondo quanto riferito, la vittoria del fringuello è stata guidata dal sostegno degli ambientalisti, che hanno collegato la sua difficile situazione alla deforestazione e agli incendi boschivi in ​​Australia, nonché all'opposizione a una miniera di carbone pianificata.

Il fringuello ha vinto il voto online in una frana, riferisce The Guardian, notando che ha ricevuto 11.153 voti nell'ultimo round di 10 uccelli, circa il 35% del totale. Ciò ha messo 7.802 voti davanti alla fulva frogmouth, che è arrivata seconda. Il terzo posto è andato al super-scricciolo fatato (2.875 voti), seguito dalla gazza in quarta (2.725) e dal ridere kookaburra in quinta (2.650).

I fringuelli dalla gola nera un tempo abitavano boschi secchi ed erbosi in tutta l'Australia nord-orientale, raccogliendosi in piccoli stormi per cercare semi e insetti. Tuttavia, hanno sperimentato forti cali nel XX secolo e sono stati visti per l'ultima volta nello stato del Nuovo Galles del Sud nel 1994, secondo BirdLife Australia, lasciando il Queensland come il loro ultimo rifugio. Esistono due sottospecie e, sebbene entrambi possano essere a rischio, la maggior parte delle preoccupazioni si concentra sulla varietà meridionale "a groppa bianca", che ora esiste solo in alcuni siti sparsi. La sua gamma si è ridotta di circa l'80% negli ultimi decenni e si ritiene che ne rimangano meno di 800.

Il declino di entrambe le sottospecie è in gran parte dovuto alla "diffusione e intensificazione della pastorizia", ​​secondo l'Unione internazionale per la conservazione della natura, insieme al cambiamento dei modelli di incendi boschivi e alla diffusione di erbacce legnose negli habitat delle praterie. Mentre le persone continuavano a riutilizzare la terra per il pascolo del bestiame e altri usi, le aree dell'habitat degli uccelli venivano ripulite, frammentate o alterate in altro modo, specialmente nelle porzioni meridionali del loro territorio.

Il fringuello dalla gola nera, già vittima della perdita di habitat, potrebbe presto perdere ancora più spazio per fare spazio all'estrazione del carbone. (Foto: markusmayer / Shutterstock)

E ora, con la sottospecie meridionale limitata a poche enclavi, gli ambientalisti sono preoccupati che un nuovo pericolo sia pronto a spazzarlo via. Gran parte della sua gamma rimanente rientra nell'impronta della pianificata miniera di carbone di Carmichael, un controverso progetto che è stato preso in considerazione in varie forme per circa un decennio. Sebbene lo sviluppatore Adani Mining abbia ridimensionato la portata originale del progetto, sarebbe comunque una delle più grandi miniere di carbone in Australia. Adani si è offerto di liberare gradualmente la terra, dando presumibilmente ai fringuelli il tempo di spostarsi altrove, ma questo piano è stato criticato dagli scienziati.

Le crescenti preoccupazioni per la miniera hanno giocato un ruolo importante nell'elevare i fringuelli dalla gola nera a "uccello dell'anno", ma come Sean Dooley di BirdLife Australia dice a The Guardian, non è l'unica ragione per cui hanno vinto. Oltre ad essere minacciato, sostiene, sono anche belli. "Come qualcuno che è uscito e ha visto quell'uccello in natura, sono sottilmente sbalorditivi", dice Dooley. "Nessuna illustrazione che ho visto ha reso giustizia alla bellezza dell'uccello nella vita reale. Sono letteralmente mozzafiato quando li vedi."

Il concorso australiano per uccelli dell'anno è iniziato solo pochi anni fa, ma sebbene sia più giovane di una competizione simile in Nuova Zelanda, è diventato rapidamente un evento di alto profilo. Il sondaggio di quest'anno ha anche caratterizzato uno scandalo, grazie alla scoperta di una sofisticata operazione di frode degli elettori a favore del cacatua crestazolfo. In pochi minuti, il cacatua ha ricevuto migliaia di voti automatici dalla stessa posizione, insieme ad altri voti per il fringuello e il lorichetto arcobaleno "nel tentativo di mascherare lo stratagemma", secondo The Guardian, che nota che tutti i voti fraudolenti sono stati "prontamente identificati e rimosso ".

E a parte quel tipo di attenzione indesiderata, la popolarità del concorso ha anche contribuito a farla crescere, dice Dooley, spostando l'attenzione meno sugli uccelli già famosi che su quelli che hanno bisogno di più consapevolezza. "La gente potrebbe essere cinica e dire che nessuno aveva sentito parlare di questo uccello cinque anni fa, e questo è esattamente il punto. Ciò dimostra solo come sta crescendo la consapevolezza degli uccelli australiani", dice. "Quando abbiamo fatto il primo sondaggio nel 2017, ci siamo concentrati essenzialmente sugli uccelli che pensavamo che le persone avrebbero riconosciuto. Ma la triste realtà è che molti dei nostri uccelli stanno diventando iconici per tutte le ragioni sbagliate; ora sono emblematici della crisi dell'estinzione."

Articoli Correlati