Il linguaggio segreto della criptofasia

I gemelli sono notevoli per quanto condividono. Dopo aver condiviso l'utero, i gemelli hanno spesso una profonda connessione emotiva e, nel caso di gemelli identici, condividono la maggior parte del loro DNA.

Ma il legame gemello non finisce qui. Anche i nati contemporaneamente (gemelli identici e fraterni) sembrano più propensi a sviluppare un linguaggio privato nella prima infanzia che solo loro possono capire.

Si chiama criptofasia, radicata nei termini "cripto", che significa segreto, e "phasia", che significa discorso. Ricercatori e genitori hanno cercato di dargli un senso per anni. È una vera lingua o una doppia dose di incomprensibile?

Parlare, parlare e camminare

Talvolta il linguaggio gemello è anche chiamato idioglossia, un fenomeno simile, ma che non include le azioni e i manierismi specchiati che tipicamente accompagnano la criptofasia. Cioè, i gemelli non parlano solo in sincronia, ma spesso si muovono anche in sincronia.

La cosa affascinante è che fino al 50% dei gemelli può impegnarsi in questo tipo di discorso segreto. Per molte persone, questa è la prova che il legame speciale tra i gemelli conferisce una sorta di potere di comunicazione sovrumana. Come Becca Jarzynski, patologa del linguaggio del linguaggio pediatrico e istruttore clinico dell'Università del Wisconsin-Eau Clare, scrive sul blog dell'American Speech-Language-Hearing Association:

La teoria alla base di questo "linguaggio gemello" va un po 'così: i gemelli sono così vicini l'uno all'altro e fanno affidamento l'uno sull'altro così tanto che non hanno tanto bisogno di comunicare con il mondo esterno, quindi fanno il loro linguaggio idiosincratico che si sviluppa solo tra i due. È sicuramente un'idea divertente e quasi magica. Ma resiste alla realtà?

Bene, sì e no. Esistono esempi di gemelli che hanno creato quello che sembra essere un linguaggio segreto ben sviluppato. Nella maggior parte dei casi, questi gemelli sono stati allevati in estremo isolamento e mancavano di adeguata interazione con i custodi. Uno degli esempi più famosi è June e Jennifer Gibbons, identici gemelli Welch che parlavano solo tra loro e usavano uno strano linguaggio che nessun altro poteva decifrare. Il duo si trasformò in crimine quando aveva 18 anni e fu profilato in un libro del 1986 intitolato "The Silent Twins".

Poi ci sono Poto e Cabengo. Ecco come si chiamavano gli identici gemelli Grace e Virginia Kennedy. I Kennedy parlarono anche di quello che sembrava essere un dialetto altamente sviluppato di loro propria realizzazione fino all'età di 8 anni. Furono presentati in un documentario di Jean-Pierre Gorin, pubblicato nel 1980.

Non così in fretta

Ma molte ricerche suggeriscono che la maggior parte dei discorsi sui gemelli non è in genere un linguaggio corposo. Invece, potrebbe avere più a che fare con i ritardi linguistici (in particolare, i problemi che mettono insieme i suoni del parlato), che sembrano influenzare i gemelli in numero maggiore rispetto ai singoli. Le ragioni di questi ritardi sono complicate - probabilmente legate al fatto che i gemelli nascono più spesso prematuramente, hanno un peso alla nascita inferiore e trascorrono meno tempo a interagire (e parlare) uno contro uno con i loro genitori e gli altri. Una nuova ricerca suggerisce anche che potrebbero esserci fattori genetici in gioco.

Secondo questa ricerca, i gemelli condividono un legame stretto, ma ciò che effettivamente fa questo legame è rafforzare e prolungare questi ritardi nel discorso. Scrive Jarzynski: "Mentre questo lo rende una specie di" linguaggio gemello "(perché i due gemelli sembrano capirsi quando gli altri non possono), è anche un ritardo nello sviluppo del suono del linguaggio che potrebbe essere necessario affrontare con la logopedia."

In altre parole, i gemelli possono trascorrere un periodo di tempo più lungo rispetto ai non gemelli che rispecchiano gli altri discorsi e discorsi del bambino. Il loro borbottio può sembrare un volgare enigmatico perché sono spesso sulla cuspide del linguaggio reale e esercitano tutti i ritmi, le intonazioni e la struttura delle conversazioni reali. Ma la maggior parte dei gemelli parla della complessità, del vasto vocabolario e della struttura di un vero linguaggio.

La criptopasia di solito diminuisce quando entra in gioco il vero discorso, sostenendo ulteriormente l'idea che in genere è solo un passaggio di comunicazione temporanea mentre i gemelli imparano a parlare davvero.

Qualunque cosa tu creda sul gemello, è affascinante ascoltare e guardare. Guarda questi video e giudica da solo.

I gemelli con il pannolino hanno una conversazione esilarante:

Le ragazze gemelle si spiegano l'un l'altro un gioco di carte:

Conversazione telefonica tra gemelli di 32 mesi:

I gemelli cresciuti Matthew e Michael Youlden discutono delle molte lingue che parlano, tra cui una lingua gemella segreta della loro infanzia che si stanno espandendo in un linguaggio pienamente funzionale:

Articoli Correlati