Il misterioso mondo degli alberi di sequoia albina

Potresti già avere familiarità con l'albinismo nell'uomo e in altri animali, ma sapevi che ci sono anche piante albine?

L'esempio più praticabile di questo fenomeno è la sequoia albina. A causa di una mutazione genetica, queste rare piante non sono in grado di produrre clorofilla, lasciando i loro aghi bianchi o giallo chiaro invece del tipico verde.

Una mancanza di produzione di clorofilla significherebbe in genere una condanna a morte automatica per la stragrande maggioranza delle piante, ma questi "everwhites" hanno un asso nella manica che può garantire la loro sopravvivenza: il parassitismo.

Finché sono germogliati abbastanza vicino a una sequoia sana, non albina (di solito il loro albero genitore), sono in grado di innestare le loro radici sull'individuo più sano e assorbire importanti nutrienti fotosintesi.

In superficie, sembra che questi alberi abbiano una disposizione piuttosto dolce, ma la verità è che questa strategia di freeloader non è priva di sfide. Anche quando si nutrono degli alberi più sani, molte sequoie albine sono deboli e malnutrite, motivo per cui così tanti di loro sembrano morire alberi di Natale:

Humboldt Redwoods State Park ha alcune sequoie albine. (Foto: Redwood Coast / flickr)

Svelare i segreti della sequoia albina

Una variazione ancora più rara di questa mutazione genetica è la sequoia albina chimerica, che ha fogliame che include tessuti verdi sani e tessuti albini più deboli.

La cosa straordinaria delle chimere di sequoie è che hanno due diversi insiemi di DNA, che è come avere due persone diverse che vivono in un solo corpo. Questo tipo di albero è così raro che su milioni di acri di foresta di sequoie in California, ci sono solo 10 individui noti di chimera.

Le sequoie mostrano la natura in tutti i suoi colori. (Foto: Redwood Coast / flickr)

In un articolo del National Geographic del 2014 che profila la lotta per salvare uno di questi esemplari chimerici a Cotati, in California, Zane Moore, allora studente di botanica della Colorado State University, si chiedeva se l'albinismo potesse essere una risposta adattativa alle forze ambientali esterne:

"Gli albini tendono ad essere vicini alle zone di transizione della sequoia e tutti quelli che studiamo sembrano essere stressati. Quindi un'idea è che l'albinismo è un adattamento per far fronte allo stress. Abbiamo visto un numero insolito di albini molto giovani che si presentano, il che potrebbe sia a causa della siccità che sta vivendo la California e l'Occidente. "

Si scopre che Moore era su qualcosa. Due anni dopo, Moore - che ora è uno studente di dottorato presso l'Università della California, Davis - ha scoperto che gli aghi della sequoia albina contengono alti livelli di metalli pesanti come nichel e rame. La sequoia albina sembra risucchiare l'inquinamento dal suolo e immagazzinarlo, tenendolo lontano da altre sequoie più sane.

"Fondamentalmente si stanno avvelenando", ha detto Moore al Mercury News. "Sono come un fegato o un rene che filtra le tossine."

Mentre le nuove scoperte non forniscono una spiegazione per l'albinismo delle sequoie, assorbire le tossine dal terreno sarebbe certamente un potenziale stress per quegli alberi che si sacrificano.

Le sequoie dell'albino possono tenere le tossine fuori dalla foresta che permettono ad altre sequoie di prosperare. (Foto: WolfmanSF / Wikimedia Commons)

Proteggere gli alberi

Le posizioni delle sequoie albine sono tenute segrete per garantirne la sopravvivenza. (Foto: Kevin Bertolero / flickr)

Come molti altri alberi rari e antichi, le posizioni esatte di queste sequoie albino e chimere sono spesso avvolte in segreto nel tentativo di garantire la loro sopravvivenza continua, ma se sperate di intravedere uno di questi alberi spettrali, ci sono diversi punti in cui vederli all'interno dei parchi statali della California Humboldt Redwoods e Henry Cowell Redwoods.

Fai un breve tour di Henry Cowell Redwoods State Park e scopri di più su questi straordinari "fantasmi della foresta" nel video qui sotto:

Questa storia è stata originariamente pubblicata nell'aprile 2015 ed è stata aggiornata con informazioni più recenti.

(Foto inserto di aghi: Cole Shatto / Wikimedia Commons )

Articoli Correlati