Il misterioso "pesce fantasma" cieco rivela che il Congo è il fiume più profondo del mondo

Le acque del fiume Congo in Africa sono tra le più misteriose del mondo. Questo è il fiume che ha ispirato "Heart of Darkness" di Joseph Conrad; attraversa due volte l'equatore, attraversa la seconda foresta pluviale più grande del mondo e il suo bacino ospita alcuni dei più alti livelli di biodiversità del pianeta.

E solo ora abbiamo scoperto la vera profondità di questa via navigabile seducente.

Si scopre che il fiume Congo è anche il più profondo del mondo. Ha mondi sottomarini che non sapevamo mai esistiti e strane creature cieche in agguato nei suoi abissi nascosti.

I primi indizi su quanto fosse profondo questo fiume arrivarono alcuni anni fa, quando particolari pesci bianco-fantasma iniziarono a lavarsi sulle rive inferiori del Congo. Questi pesci sembravano pesci delle caverne; erano ciechi, con la pelle pallida di candeggina, come organismi adattati alla vita in caverne oscure nascoste alla luce per millenni. Ma questo era un fiume ruggente e non c'erano grotte da dove questi pesci sarebbero potuti emergere.

Melanie Stiassny, una ittiologa all'American Museum of Natural History, è stata tra le prime scienziate sulla scena. Notò un indizio: questi pesci sarebbero morti quasi immediatamente dopo il flop a terra, con bolle che sembravano sfrigolare da sotto la loro pelle e dalle loro branchie, riferisce Cosmos.

Stiassny riconobbe i sintomi. Questi fantasmi ciechi soffrivano delle curve.

"Questo animale stava morendo per la catastrofica sindrome di decompressione", ha detto.

La sindrome da decompressione è la stessa cosa che accade ai subacquei umani quando subiscono un rapido cambiamento di pressione, come quando un sub sale dalle profondità troppo rapidamente. Perché questo pesce avesse sperimentato questa condizione, anche lui avrebbe dovuto sollevarsi rapidamente da una profondità insondabile.

"Questo pesce che sta morendo nella mia mano ha posto la domanda: 'Potrebbe esserci acqua profonda qui?'"

Mondi nascosti del Congo

Così Stiassny radunò un gruppo di canoisti di acque bianche, armati di strumenti di misurazione della profondità, per una spedizione per mappare la profondità sconosciuta di questo misterioso fiume. Quello che hanno trovato è stato sorprendente.

Il Congo ha tasche oscure che non sono solo profonde, sono immensamente profonde. Il team ha misurato alcune parti che erano profonde oltre 700 piedi. E non è tutto. Gli attuali profiler di Doppler hanno mostrato che alcune di queste tasche contengono i loro mondi nascosti, tagliati dal resto del mondo da forti correnti ascendenti e discendenti e potenti vortici turbinanti. Queste correnti agiscono essenzialmente come confini che non possono essere attraversati, permettendo alle creature al loro interno di evolversi separatamente dai loro fratelli che nuotano liberi.

"Stanno dividendo le popolazioni e impedendo loro di incrociarsi su una scala geografica molto fine", ha detto Stiassny. "Quindi puoi vedere perché c'è molta [diversità]."

Il pesce fantasma cieco proveniva da una di queste profonde tasche a forma di caverna, oltre il bagliore della luce solare equatoriale. Probabilmente erano fuggiti dal mondo sotterraneo nero come la pece dopo essere stati travolti da una forte corrente e portati in superficie in un rapido istante. Se solo avessero avuto gli occhi da vedere, quale meraviglia fradicia di luce avrebbero potuto guardare prima di soccombere al cambiamento di pressione.

La scoperta è stata un campanello d'allarme per Stiassny, un promemoria che potrebbero esserci regni completamente nuovi da scoprire sotto le acque agitate del Congo. Ci potrebbero essere specie che non abbiamo mai visto prima, intrappolate per generazioni dai vortici del fiume.

Ha notato che il Basso Congo è un laboratorio naturale inesplorato per studiare come si evolvono le specie. È un dominio in cui non hai bisogno di grotte reali per ospitare pesci di caverna ciechi, dove adattamenti per nicchie oscure potrebbero rivelare tratti bizzarri e dove misteri biologici si svelano per rivelare province nascoste di creature fantasma.

"Il Congo inferiore è davvero un punto focale della diversità biologica", ha detto.

Articoli Correlati