Il mistero delle luci Marfa

Percorri una parte oscura della US 90 Route in Texas, a circa 9 miglia a est della città di Marfa, e arriverai a quella che è probabilmente l'unica piattaforma di osservazione stradale dedicata esclusivamente alla testimonianza di un fenomeno misterioso. Il sito è per lo più deserto durante il giorno, salvo per l'automobilista occasionale che utilizza i servizi igienici, ma vieni notte, turisti e gente del posto convergono per fissare il deserto e si spera di catturare il sito di un'apparizione spettrale.

"Le luci misteriose di Marfa sono visibili in molte serate limpide tra Marfa e Passo Paisano mentre si guarda verso le montagne del Chinati", recita una delle targhe sul sito. "Le luci possono apparire in vari colori mentre si muovono, si dividono, si fondono, scompaiono e riappaiono."

Storie di queste misteriose sfere incandescenti circolano intorno a Marfa da quanto la gente possa ricordare, con i primi resoconti che risalgono alla fine del XIX secolo. Il primo resoconto pubblicato venne dal San Angelo Times nel 1945, e molti altri seguirono nei decenni successivi man mano che cresceva l'interesse per il fenomeno. Marfa, percependo un'opportunità turistica, costruì la stazione di osservazione nel 1986. Come scrisse il giornalista Michael Hall nel suo eccellente articolo approfondito del 2006 sul fenomeno, "Non dovevi credere agli UFO per pensare che qualcosa fosse là fuori".

La stazione di osservazione Marfa Lights al largo della US Route 90 in Texas. (Foto: Nicolas Henderson / flickr)

Come per qualsiasi cosa inspiegabile, il divertimento sta cercando di capire cosa siano esattamente le misteriose Luci Marfa. La spiegazione più ampiamente accettata è che le luci viste dalla stazione di osservazione sono in realtà i fari dei veicoli che percorrono la US Highway 67 in lontananza. I bizzarri bobbing e i mutevoli schemi delle luci sono il risultato di miraggi notturni causati da forti gradienti di temperatura. Uno studio del 2004 condotto dalla Society of Physics Students presso l'Università del Texas a Dallas è giunto a questa conclusione dopo una serie di test per un periodo di quattro notti.

"Tutte le luci misteriose osservate da questo gruppo nelle notti dell'11 e 13 maggio 2005 possono essere attribuite in modo affidabile ai fari delle automobili che viaggiano lungo la US 67 tra Marfa e Presidio, TX", ha riferito il gruppo.

Caso risolto. Ferma la musica a tema "Misteri irrisolti". Il fenomeno non esiste più. L'aria è stata emessa dal pallone.

Ma aspetta. Mentre quasi tutti concordano sul fatto che la maggior parte delle luci viste dalla stazione di osservazione sono probabilmente causate da automobili, i locali aggiungeranno che le vere luci Marfa non sono un evento così comune. Come ha rivelato un ex nativo di Marfa in un recente commento su YouTube, identificare dove si trovano gli Stati Uniti 67 e quindi spostarsi a sinistra - privo di autostrade, città o paesi distanti - ti darà una possibilità di vedere il vero fenomeno.

"Ora, da quella posizione, qualsiasi altra cosa che vedi che si sposta in alto, in basso, a sinistra, a destra, cambia colore, si divide e si fonde o svanisce e riappare è una luce Marfa - specialmente se vedi più luci contemporaneamente. La vera Marfa Le luci NON sono fari, lo so. "

Ero curioso di saperne di più, e così ho contattato James Bunnell, un ingegnere aerospaziale in pensione che ha svolto il lavoro investigativo più dettagliato sul fenomeno. Bunnell mi ha detto che è cresciuto ascoltando le luci da bambino, rivelando che ben prima dello studio degli Studenti della Società di Fisica, i suoi parenti avevano usato le apparecchiature di rilevamento per determinare che le luci delle auto degli Stati Uniti 67 erano ciò che la maggior parte della gente stava vedendo. Alcuni avvistamenti, tuttavia, erano più difficili da spiegare. Una sosta alla stazione di osservazione nel 2000 ha cambiato completamente la sua opinione sulle luci.

"Abbiamo trascorso un paio di notti straordinarie che erano inspiegabili e sicuramente non le luci delle auto", ha detto. "Questo mi ha incuriosito e motivato a iniziare a esaminare questi fenomeni. Da lì è diventato sempre meglio. Sono fenomeni rari, ma molto importanti-fisici."

Come documentato nel suo libro "Hunting Marfa Lights", Bunnell ha trascorso i successivi otto anni conducendo osservazioni sul campo, interviste con i locali e collezionando più di cento fotografie. Puoi vedere alcuni dei più incredibili sul suo sito web.

"Come parte della mia ricerca, ho creato tre stazioni automatiche di monitoraggio, Roofus, Snoopy e Owlbert con un totale di nove telecamere automatiche che funzionavano ogni notte per anni", ha detto. "Altre persone hanno pontificato e persino scritto libri su Marfa Lights, ma nessuno li ha investigati come ho fatto io, o mi sono persino avvicinato."

Bunnell ha scoperto che mentre una grande maggioranza delle luci poteva essere spiegata da fonti artificiali, circa il 3% era completamente qualcos'altro. In un articolo del 2012, ha teorizzato che le luci potrebbero essere bolle di plasma di idrogeno "generate nel sottosuolo, o da un'anomalia elettromagnetica di Freund, oppure dal magma caldo". Le bolle poi salgono in superficie attraverso zone di faglia, dove la reazione chimica con l'ossigeno genera luce. Attualmente sta scrivendo un altro libro sull'argomento che approfondirà ulteriormente le sue teorie alla base del fenomeno.

Alla domanda se le luci spettrali accadono in altre parti del mondo, Bunnell ha elencato luoghi come le luci di Hessdalen in Norvegia, le luci Min Min dell'Australia, le luci Brown Mountain nella Carolina del Nord e molte altre. "L'unica cosa che tutte queste posizioni hanno in comune è la collisione di placche tettoniche e in ciò risiede un indizio importante da discutere più approfonditamente nel mio prossimo libro", ha detto.

Indipendentemente dalla loro fonte, le luci Marfa rimangono un mistero intrigante che offre un po 'di magia in un paesaggio desertico altrimenti sterile del Texas. Sia che si tratti di luci per auto che interagiscono con qualche inganno atmosferico o di una stranezza geologica, coloro che visitano la stazione di osservazione ogni notte possono probabilmente attestare che la meraviglia di tutto ciò vale sicuramente il prezzo di non sapere. In un mondo pieno di assoluti, è soddisfacente vedere la natura che ci lancia ancora indovinelli.

Articoli Correlati