Immagini nascoste nel soffitto della Cappella Sistina?

Il soffitto della Cappella Sistina è stato una sorta di "Dov'è Waldo" per gli analisti nel trovare temi e immagini nascosti nell'opera di Michelangelo. Secondo il NY Times, due professori di Johns Hopkins ora credono di aver trovato un disegno anatomico nel collo di Dio.

Il Times riferisce che Michelangelo era uno studioso appassionato di anatomia umana, ma che solo alcuni dei suoi disegni anatomici sono sopravvissuti. I professori di Johns Hopkins credono di aver trovato un disegno di un tronco encefalico umano sulla gola di Dio. Secondo l'articolo, questa non sarebbe la prima parte del corpo spiata in un affresco. Il Times fa riferimento a uno studio del 1990 che descrive un cervello umano trovato nella "Creazione di Adamo" e un altro articolo del 2000 che suggerisce che un rene appare in un altro pannello.

La storia riporta che il presunto tronco cerebrale appare nel pannello "La separazione della luce dall'oscurità", in cui Dio sembra sollevarsi nel cielo, le braccia alzate sopra la sua testa, che è girata a destra. Lì, al collo, Ian Suk e il dottor Rafael J. Tamargo affermano di vedere un'immagine nascosta del cervello e del tronco cerebrale. Suk (un illustratore medico) e Tamargo (un neurochirurgo) affermano che il collo di Dio è distinto dagli altri disegni sul soffitto. La storia dice che di solito i colli sembrano lisci ma che in questo affresco "ci sono linee e forme abbastanza diverse dalla normale anatomia esterna del collo". Questa scena particolare funziona in modo diverso con la luce.

Secondo il Times, i professori affermano che la coincidenza di questi dettagli significherebbe "che Michelangelo ha avuto una brutta giornata, il che è molto improbabile perché è stato molto meticoloso". Gli storici dell'arte hanno sentimenti contrastanti sulla scoperta. L'articolo cita Gail L. Geiger dell'Università del Wisconsin, che è convinto della teoria ben studiata; l'articolo menzionava anche Joanna Woods-Marsden dell'Università della California, a Los Angeles, indignata dall'idea.

Il Times termina citando uno studioso d'arte della Pennsylvania State University, che dice: "Non voglio scoraggiare le persone dallo sguardo. Ma a volte un collo è solo un collo".

Articoli Correlati