Incontra 20 bambini che stanno cambiando il mondo in questo momento

Sei depresso per le notizie? In questi giorni, è difficile non esserlo. Ma tra tutta la tragedia e il caos, ci sono storie di speranza. Questo è uno di loro.

Di recente sono stati annunciati i vincitori del premio Gloria Barron di quest'anno per Young Heroes. Il Premio Barron celebra i giovani di tutto il Nord America che stanno facendo davvero la differenza nelle loro comunità. I vincitori di quest'anno provengono da una varietà di esperienze e passioni che vanno dal salvare i ghepardi selvaggi in Africa all'aiutare i bambini senzatetto per le strade di Chicago. Ciò che hanno in comune è il desiderio di rendere il mondo un posto migliore e la fiducia che non hanno bisogno di aspettare fino a quando saranno più grandi per farlo.

Quindi, se hai bisogno di un po 'di ispirazione, un promemoria che c'è speranza per il futuro, controlla cosa stanno facendo questi 20 bambini per fare la differenza in questo momento.

Abbie Weeks, 18

Abbie Weeks ha fondato l'Ecological Action per promuovere l'educazione ambientale e la gestione nella sua area e oltre. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Abbie Weeks ha fondato l'organizzazione no profit Ecological Action con l'obiettivo di sostenere la sostenibilità attraverso l'educazione e l'azione politica. La sua organizzazione ha convinto i funzionari della scuola a casa sua a sud di Denver, in Colorado, a sostituire i vassoi in polistirolo con quelli riutilizzabili e sta lavorando con i funzionari della città per imporre una tassa sui sacchetti di plastica monouso. L'azione ecologica ha anche contribuito a fornire energia solare ai meno privilegiati, tra cui una casa per bambini orfani dell'epidemia di AIDS in Uganda e una casa di un veterano militare in una riserva di nativi americani nel Dakota del Sud.

Quando Abbie venne a sapere della necessità di una fonte affidabile di energia presso l'orfanotrofio in Uganda, raccolse $ 10.000 per finanziare un progetto di energia solare e lavorò con una scuola di commercio locale per imparare come installarlo. Abbie, un'amica e tre insegnanti hanno preso 800 libbre di provviste in aereo da Denver a Kampala e poi in auto per il viaggio di 10 ore all'orfanotrofio, a Nyaka. Abbie ha trascorso le prossime due settimane aiutando a installare l'attrezzatura in modo che il Progetto Orphans AIDS Nyaka potesse avere una fonte di energia economica, ecologica e affidabile.

Alex Weber, 17 anni, e Jack Johnston, 17 anni

Alex Weber e Jack Johnston si sono uniti alla scuola media per il loro amore per l'oceano. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Amici dalla scuola media, i californiani Alex Weber e Jack Johnston si sono uniti per il reciproco amore per l'oceano. Quindi, quando hanno scoperto migliaia di palline da golf nell'oceano vicino a Pebble Beach, in California, sapevano che dovevano fare qualcosa al riguardo. Hanno fatto alcune ricerche e scoperto quanto possano essere palline da golf dannose per l'ambiente. Così hanno fondato il The Plastic Pickup senza scopo di lucro, che finora ha rimosso 21.000 palline da golf dall'oceano. Alex e Jack stanno collaborando con i ricercatori NOAA per pubblicare i dati raccolti sull'impatto dell'inquinamento da plastica sull'ambiente. Se tutto ciò non bastasse, stanno anche spingendo per una legislazione che costringerà i campi da golf ad assumersi la responsabilità del loro impatto ambientale sui corsi d'acqua.

Alexa Grabelle, 15 anni

Alexa Grabelle spera di impedire la "diapositiva estiva" assicurandosi che tutti i bambini abbiano accesso ai libri a casa. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Quando Alexa Grabelle aveva 10 anni, ha creato le Borse di libri senza scopo di lucro per mettere i libri nelle mani di bambini che altrimenti non potrebbero permetterseli. Alexa, del New Jersey, è stata ispirata a fare qualcosa quando ha saputo della "diapositiva estiva" (il termine usato per descrivere la regressione nell'apprendimento che molti bambini sperimentano durante i mesi estivi) e in che modo ha avuto maggiori probabilità di influenzare i bambini dal basso -come famiglie che potrebbero non avere accesso ai libri quando non sono a scuola. Attraverso Bags of Books, Alexa ha distribuito oltre 120.000 libri per bambini a scuole, rifugi per senzatetto e ospedali per bambini.

Ana Humphrey, 16 anni

Ana Humphrey e i suoi Watershed Warriors diffondono il messaggio di tutela ambientale a tutti i bambini della sua zona. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Quando Ana Humphrey era in prima media, ha avuto la fortuna di far parte di un corso pratico di scienze della vita in cui ha imparato a conoscere le questioni ambientali e ha contribuito a ripristinare una zona umida come parte del progetto finale. Voleva trovare un modo per mantenere vivo questo attivismo ambientale tra i suoi compagni di classe mentre entravano al liceo e voleva assicurarsi che altri giovani studenti avessero lo stesso tipo di esperienza arricchente nella scuola media. Così ha formato Watershed Warriors, un club senza scopo di lucro che aiuta i licei desiderosi a sviluppare e fornire divertenti attività legate alle STEM per gli studenti di quinta elementare nella sua città natale in Virginia. Negli ultimi tre anni, Ana's Warriors ha lavorato con quasi 300 scolari, visitandoli più volte durante l'anno scolastico per lavorare su progetti a tema ambientale e terminando l'anno aiutando a ripristinare una zona umida locale, valutare la qualità dell'acqua e raccogliere spazzatura.

Aryaman Khandelwal, 17

Aryaman Khandelwal ha creato un'app per migliorare l'assistenza sanitaria nelle comunità rurali in India. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Ogni anno, Aryaman Khandelwal e la sua famiglia fanno un viaggio estivo dalla loro casa in Pennsylvania in India per visitare i parenti e la città in cui è nato. Durante uno di questi viaggi qualche anno fa, Aryaman ha ascoltato sua zia e suo zio mentre discutevano delle loro lotte per la compilazione e la conservazione delle cartelle cliniche in una clinica sanitaria locale dove lavoravano. Durante quel viaggio, lui e la sua famiglia hanno anche visitato una comunità rurale vicina nota per la sua estrema povertà. Determinato ad aiutare, Aryaman ha lavorato con il MAHAN Trust, un gruppo locale che aiuta a fornire assistenza sanitaria di base agli abitanti dei villaggi tribali. L'adolescente ha sviluppato un'app, chiamata Get2Greater, che può essere utilizzata in modo rapido ed efficiente sul campo per determinare diagnosi per i pazienti e compilare dati medici per la comunità. L'app di Aryaman ha permesso al personale medico di lavorare in modo rapido ed efficiente nella cura di chi è nel bisogno.

Elizabeth Klosky, 18 anni

Elizabeth Klosky spera di salvare le api del mondo. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Elizabeth Klosky è appassionata di api. Come parte del suo Girl Scout Gold Award, l'adolescente ha appreso quanto fossero minacciate le api e ha deciso di fare ciò che poteva per aiutare. Ha lanciato NY è un ottimo posto per le api per sostenere la legislazione a sostegno delle api e educare il pubblico sull'importanza delle api. Fino ad oggi, l'adolescente di New York ha insegnato a più di 14.000 persone le meraviglie delle api e ciò che ogni individuo può fare per sostenerle costruendo e installando case di api native e piantando una flora amica delle api. Elizabeth ha anche creato una petizione su Change.org che, insieme a numerose telefonate e riunioni, ha portato alla creazione di una risoluzione legislativa a supporto delle api nello stato di New York.

Ella Morrison, 11

Tutti i proventi del non profit di Ella Morrison - Ella's Lemonade Shop - vanno a finanziare la ricerca sul cancro pediatrico. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Quando Ella Morrison aveva solo 6 anni, alla sua migliore amica nella sua città del Massachusetts, Hailey, fu diagnosticato un tumore al cervello inoperabile. Volendo aiutare, Ella ha aperto uno stand di limonata e ha guadagnato $ 88, abbastanza per comprare il pranzo della sua amica e una nuova bambola. Poco dopo, quando Ella aveva perso a causa di cancro sia Hailey che un altro amico d'infanzia, Jesse, Ella venne a sapere che solo il 4% dei fondi del National Cancer Institute veniva utilizzato per finanziare la ricerca sul cancro pediatrico. Ha creato Ella's Lemonade Shop per continuare a vendere limonata e donare tutto il suo ricavato alle organizzazioni di ricerca sul cancro pediatrico e alle famiglie locali colpite da tumori pediatrici. Ha raccolto più di $ 50.000. Oltre a questi fondi, raccoglie nuovi pigiami e set Lego e li dona agli ospedali che curano i bambini con il cancro.

Jahkil Jackson, 9

Jahkil Jackson consegna borse della benedizione ai senzatetto nella sua comunità. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Sin da piccolo, Jahkil Jackson implorava i suoi genitori di dare soldi ai senzatetto che passavano per le strade di Chicago. Dopo aver aiutato sua zia a distribuire cibo in un rifugio locale, Jahkil decise che voleva fare di più. Ha fondato il Progetto I Am e crea quelli che chiama "Blessing Bags", pieni di snack, articoli da toeletta, un asciugamano e calze e ha iniziato a distribuirli ai senzatetto nella sua comunità. Jahkil lavora con i membri della comunità e gli amici a scuola per generare donazioni, organizzare feste di imbottigliamento e distribuire le borse. Con l'aiuto di amici e parenti, Jahkil ha donato più di 3000 sacchi di benedizione nelle comunità di Chicago e ha fissato l'obiettivo di distribuirne 5.000 entro la fine di quest'anno.

Joris Hutchison, 10

Joris Hutchison sta salvando i ghepardi del mondo. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Joris Hutchison ha sempre amato i ghepardi. Dopo aver letto un libro, all'età di 6 anni, che menzionava la possibilità che i ghepardi potessero estinguersi durante la sua vita, Joris chiese a sua madre cosa poteva fare per aiutarlo a prevenirlo. Con l'aiuto di sua madre, Joris si è collegato a N / a'an ku sê, un'organizzazione di conservazione della fauna selvatica e santuario di ghepardi in Namibia. Non solo Joris e sua madre si sono offerti volontari al santuario per le ultime tre estati, ma il quarta elementare dello stato di Washington ha anche lavorato instancabilmente durante il resto dell'anno per raccogliere fondi che vengono utilizzati per acquistare collari GPS per ghepardi. In Namibia, i ghepardi vengono spesso uccisi dagli agricoltori locali che temono che gli animali uccidano il loro bestiame. Ma con i collari, i funzionari del santuario possono mostrare agli agricoltori dove si trovano i ghepardi ed evitare conflitti umani / ghepardi. N / a'an ku sê ha fornito 86 ghepardi con colletti. Tutti sono ancora vivi grazie all'istruzione e alla tecnologia che Joris ha contribuito a finanziare.

Josh Kaplan, 18 anni

Josh Kaplan si assicura che tutti i bambini abbiano un posto dove giocare a calcio. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Qualche anno fa, Josh Kaplan stava giocando a calcio nella sua squadra della comunità in Arizona, quando notò il fratello di uno dei suoi compagni di calcio calciare un pallone da calcio in disparte. Il ragazzo aveva la sindrome di Down e altre disabilità intellettive, quindi non era in grado di unirsi al team della comunità, ma ciò non ha diminuito il suo amore per il gioco. Josh si rese presto conto che c'erano molti bambini come il fratello del suo compagno di squadra che amavano il calcio ma non avevano nessuno con cui giocare. Così ha fondato GOALS (Dare opportunità a tutti coloro che amano il calcio), un'organizzazione no profit che abbina bambini con disabilità che amano il calcio con bambini che amano il calcio che non hanno disabilità. GOALS organizza due scrimmages non competitivi ogni mese ed è diventato il partner ufficiale delle Olimpiadi speciali dell'Arizona.

Joshua Williams, 16 anni

Attraverso Joshua's Heart, Joshua Williams e i suoi volontari forniscono cibo alle persone bisognose di tutto il mondo. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Quando Floridian Joshua Williams aveva 5 anni, sua nonna gli diede $ 20 da spendere per quello che voleva. Per la maggior parte dei bambini in età prescolare, quei soldi sarebbero stati spesi in caramelle, un nuovo giocattolo o forse un nuovo videogioco. Giosuè spese quei soldi tornando a casa dandoli a un senzatetto che aveva visto dal finestrino della macchina. Alcuni anni dopo, Joshua ha fondato Joshua's Heart, un'organizzazione no profit che ha distribuito oltre 1, 5 milioni di chili di cibo a oltre 350.000 persone nel sud della Florida, Giamaica, Africa, India e Filippine.

Nitish Sood, 17

Nitish Sood ha lanciato un'organizzazione no profit che aiuta a fornire assistenza medica e supporto a coloro che sono senza tetto. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Quattro anni fa, un senzatetto ha consegnato a Nitish Sood una copia di "The Lorax" del Dr. Suess. Quando il giovane adolescente, che vive ad Alpharetta, in Georgia, ha letto le parole: "A meno che qualcuno come te non si preoccupi molto, nulla andrà meglio. Non lo è", si è reso conto che doveva fare tutto il possibile per risolvere i problemi che ha visto nel mondo. Nitish ha co-fondato Working Together For Change, insieme a suo fratello Aditya. La loro organizzazione no profit fornisce supporto medico ai senzatetto e cerca modi innovativi per supportare le persone colpite dai senzatetto, come insegnare codici agli adolescenti senzatetto, sponsorizzare borse di studio e organizzare dormite 24 ore su 24 per dare ai membri della comunità uno sguardo alle sfide che i senzatetto affrontano ogni giorno.

Ray Wipfli, 14

Ray Wipfli condivide il suo amore per il calcio con i bambini dall'altra parte del mondo. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Ray, di La Cañada Flintridge, California, è sempre stato un grande fan del calcio. Quando aveva 10 anni e sua madre lo invitò a venire con lei in un viaggio di lavoro in Uganda, Ray portò con sé un sacco di nuove attrezzature da calcio che poteva regalare. I bambini che Ray e sua madre hanno visitato sono stati felicissimi dei loro doni ed entusiasti di condividere con Ray il loro reciproco amore per il calcio. Ray è stato così commosso dalla sua esperienza che ha scritto un discorso che in seguito è diventato un discorso TEDx, sul potere dello sport di riunire le persone.

Sin dalla sua prima visita in Uganda, Ray ha fondato il Ray United FC senza fini di lucro e ha organizzato passeggiate e tornei di calcio 5K e venduto cestini fatti a mano e "tutto nel suo garage" per raccogliere fondi per portare campi di allenamento di calcio e educazione sanitaria in Uganda. La sua raccolta di fondi ha anche contribuito a costruire una nuova scuola elementare in Uganda e a fornire borse di studio per bambini che hanno bisogno di aiuto finanziario per completare la scuola superiore e l'università.

Riley Callen, 14

Riley Callen ha raccolto oltre $ 265.000 per la ricerca benigna sui tumori cerebrali. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Quando Riley Callen aveva 12 anni, aveva già subito tre interventi chirurgici separati nel cervello per rimuovere due tumori benigni a base di cervello. Inoltre, ci sono stati innumerevoli interventi chirurgici ricostruttivi per aiutarla a recuperare le funzioni perse con la rimozione dei tumori all'interno del suo tronco encefalico, un'area che controlla la maggior parte delle funzioni vitali del corpo. Mentre Riley era in ospedale per riprendersi dal suo terzo intervento chirurgico al cervello, decise che voleva fare qualcosa di proattivo per aiutare se stessa e gli altri nella sua situazione, raccogliendo fondi per promuovere la consapevolezza e sostenere la ricerca benigna del tumore al cervello.

Attraverso la sua organizzazione no profit, Be Brave For Life, Riley organizza un Hike-A-Thon annuale attraverso il fogliame autunnale sui sentieri vicino alla sua casa nel Vermont rurale. Riley ha fissato un obiettivo per raccogliere $ 10.000 nel suo primo anno. Ha raccolto $ 100.000. L'anno successivo, ha raggiunto $ 150.000. Complessivamente, Riley ha raccolto oltre $ 265.000 per ricerche benigne sul tumore al cervello.

Rupert Yakelashek, 13 e Franny Ladell Yakelashek, 10

Rupert e Franny Yakelashek stanno spingendo per la legislazione sui diritti ambientali in tutto il Canada (Foto: Courtesy of the Barron Prize)

Quando il canadese Rupert Yakelashek venne a sapere che il suo paese d'origine non era uno dei 110 paesi in tutto il mondo che riconosce i diritti ambientali, organizzò una manifestazione davanti al municipio nella sua città natale, Victoria, British Columbia, per convincere i consiglieri comunali a cambiarlo. Presto sua sorella Franny si unì a lui nel raggiungere tutti i comuni dell'isola di Vancouver per sviluppare dichiarazioni sui diritti ambientali che riconoscessero formalmente i diritti di tutti i cittadini canadesi di aria pulita, cibo sano, acqua potabile sicura e accesso alla natura. Finora, 23 comuni canadesi hanno superato le dichiarazioni sui diritti ambientali grazie all'impegno di Rupert e Franny.

Sharleen Loh, 17

Sharleen Loh ha portato attività basate sulle STEM a migliaia di bambini nella sua zona. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Sharleen Loh ama la scienza. Vuole che tutti i bambini abbiano accesso ai programmi che lo insegnano. Diversi anni fa, ha organizzato una serata STEM nella sua ex scuola elementare e si sono presentate più di 700 persone. Da allora, ha organizzato programmi per insegnare le attività STEM a oltre 5.000 bambini nella sua zona, principalmente bambini di quartieri svantaggiati. Per aiutarla nella sua missione, Sharleen ha reclutato altri ragazzi che amavano la scienza da 15 scuole superiori dell'area per diventare "STEMbers" e ha fondato STEMup4Youth. La sua organizzazione no profit offre programmi STEM bisettimanali in 40 località di Los Angeles e Orange County, inclusi i Boys and Girls Clubs, le scuole elementari e le biblioteche del Titolo I.

Sophie Bernstein, 15

Sophie Bernstein porta frutta e verdura fresca alle comunità a basso reddito. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Cinque anni fa, Sophie Bernstein ha piantato un piccolo giardino nel cortile e ha donato tutto il suo raccolto a una banca alimentare locale. Fu quando fece la sua donazione che Sophie imparò quanto era necessario. Ha appreso della mancanza di frutta e verdura fresca nelle dispense e nei deserti; aree senza accesso a alimenti nutrienti a prezzi accessibili. Quando scoppiarono rivolte razziali nella vicina Ferguson, nel Missouri, Sophie decise di affrontare le ingiustizie sociali nel modo migliore in cui aveva scoperto. Ha lanciato Grow Healthy, un'organizzazione no profit che ha creato 22 orti in centri di assistenza all'infanzia a basso reddito e ha coltivato e donato quasi 17.000 sterline di prodotti alle banche alimentari locali e alle famiglie bisognose. Sophie e il suo team di quasi 800 volontari conducono anche seminari sull'orto in cui insegnano ai membri della comunità, in particolare i bambini, la scienza delle piante, il giardinaggio sostenibile e i benefici del consumo di prodotti freschi.

Stella Bowles, 13

Stella Bowles sta lavorando per ripulire il fiume LaHave. (Foto: per gentile concessione del Premio Barron)

Due anni fa, Stella Bowles ha appreso che molte case nella sua comunità di Upper LaHave, Nuova Scozia, in Canada, avevano tubature "diritte", che immettevano i liquami dei servizi igienici direttamente nel vicino fiume LaHave. Era inorridita e si chiedeva come potesse esistere questa situazione quando i tubi diritti erano illegali. Ha deciso di rendere il fiume, che scorre proprio di fronte a casa sua, al centro del suo progetto per la fiera della scienza. Attraverso i test di qualità dell'acqua, Stella ha trovato livelli di contaminazione fecale così elevati in alcuni punti che in realtà non era sicuro neppure essere schizzati dall'acqua del fiume, e tanto meno nuotarci dentro.

Con l'aiuto di sua madre, Stella ha pubblicato le sue scoperte su Facebook e ha iniziato a parlare nei forum della comunità locale per condividere ciò che aveva imparato. Il governo canadese ha preso atto e ha accettato di finanziare (per un importo di $ 15, 7 milioni di dollari) un progetto di due anni per ripulire il fiume. Stella continua a monitorare la contaminazione nel fiume LaHave. Il suo ultimo progetto della fiera della scienza, intitolato "Oh cacca, è peggio di quanto pensassi", ha recentemente vinto una medaglia d'argento alla National Science Fair.

Articoli Correlati