Jai alai: lo sport che ha quasi preso piede negli Stati Uniti

La palla vola attraverso l'aria ad alta velocità. Passa pericolosamente vicino alla testa di un giocatore. Il suo compagno di squadra fa un salto e poi, con un movimento regolare, gira e lancia la palla.

Questo può sembrare il baseball, ma non lo è. Il gioco è jai alai, uno sport del Paese basco spagnolo che è stato importato per la prima volta negli Stati Uniti più di un secolo fa - eppure non molte persone lo sanno.

Jai alai è simile alla racquetball, ma invece delle racchette, i giocatori hanno cestini curvi che sono legati alle loro mani. L'obiettivo è quello di prendere la palla, o il pelota, nel canestro, chiamato cesta, e poi lanciarlo contro la parete anteriore con un movimento regolare e costante. La leva aggiuntiva fornita dalla cesta è ciò che consente ai giocatori di lanciare la palla a velocità così elevate. La pelota raggiunge abitualmente velocità superiori a 150 miglia all'ora, e il lancio più veloce di jai alai mai registrato è stato di 188 miglia all'ora. Se gli avversari non riescono a prendere e restituire la palla, e la palla rimane nei limiti, il lanciatore guadagna un punto.

Il campo sportivo è progettato pensando agli spettatori. Il campo lungo 175 piedi ha tre mura. La quarta parete è per gli spettatori, che possono sedersi a vedere tutta l'azione da un angolo ideale. I luoghi di Jai alai sono chiamati frontoni .

Due uomini che suonano jai alai a Tampa nel novembre 1989. (Foto: Scott Halleran / Allsport / Getty Images)

Una scommessa negli Stati Uniti

Jai alai è stato uno degli sport per spettatori in più rapida crescita negli Stati Uniti nell'ultima metà del 20 ° secolo, secondo SB Nation. Le catture e i tiri acrobatici ad alta velocità e il pericolo intrinseco (i giocatori non erano tenuti a indossare il casco fino agli anni '60, e le lesioni da palloni volanti sono ancora comuni) hanno attirato fan e cercatori di curiosità a frotte.

Il primo frontone sul suolo americano fu aperto nel 1904 a St. Louis. Venti anni dopo, la prima sede professionale si aprì in Florida, che sarebbe diventata il cuore americano di jai alai. Molti frontoni furono stabiliti anche sulla costa orientale, ma la loro popolarità diminuì negli anni '80 e la maggior parte chiuse poco dopo.

Jai alai ha goduto di una breve corsa a Las Vegas negli anni '70. L'incursione Sin City dello sport ha messo in luce uno dei motivi principali della sua popolarità unica: il gioco d'azzardo. Lo stile di Jai alai di punteggio e rotazione del giocatore lo rende ideale per le scommesse parimutuel. Questo è lo stesso stile di scommesse usato nelle corse dei cavalli.

I luoghi di jai alai che rimangono aperti oggi sono focalizzati sul gioco d'azzardo. Tutte le arene sopravvissute sono in Florida. Al culmine della sua popolarità negli anni '70, alcuni locali della Florida vedevano regolarmente migliaia di fan ogni notte. La gente verrebbe a scommettere, ma molti erano lì solo per guardare e godersi l'eccitazione del gioco. Lo stato ha approvato regolamenti volti a mantenere in vita il jai alai. Le operazioni al casinò possono avere varie altre forme di gioco d'azzardo - come il poker e le simulcast di corse di cavalli - purché offrano anche jai alai. Queste normative hanno fatto sì che il jai alai proseguisse sul suolo americano.

I giocatori si esercitano in una sala vuota di jai alai al Miami Casino. (Foto: Lee Cannon / flickr)

Lancio fallito

Cosa è successo a jai alai? Perché non ha mai superato lo status di sport di nicchia?

Proprio quando il gioco doveva esplodere nel mainstream tra la fine degli anni '80 e l'inizio degli anni '90, i giocatori iniziarono a scioperare. I part-time inferiori furono introdotti durante lo sciopero, ma il ronzio che circondava il gioco non era lo stesso. Quando le cose tornarono in pista, Jai Alai era tornato ad essere uno sport di nicchia che aveva un piccolo ronzio tradizionale.

Inoltre, nonostante sia un grande sport per spettatori dal vivo, jai alai non è molto amato dalla TV. Con l'avvento della TV via cavo e dei canali come ESPN, c'erano semplicemente altri sport di nicchia più televisivi tra cui scegliere.

Sebbene i frontoni al di fuori della Florida siano chiusi e il numero delle presenze sia calato, lo sport non è scomparso. I professionisti stranieri vengono ancora in Florida per giocare e i migliori giocatori possono ancora guadagnare stipendi a sei cifre. I giocatori ricevono anche premi in denaro per aver vinto una partita e possono guadagnare una piccola percentuale delle entrate del gioco.

Nonostante il suo declino, il jai alai ha ancora un seguito. È interessante notare che uno dei più recenti frontoni in Florida non prevede alcun gioco d'azzardo. Costruito nella città di San Pietroburgo, è un tribunale pubblico specifico per giocatori dilettanti.

La speranza tra gli appassionati locali è che la nuova corte renderà il jai alai accessibile come sport per non giocare su uno sport su cui giocare. Una nuova generazione di giocatori nostrani può rivitalizzare lo sport e renderlo più che un gioco d'azzardo?

Correlato sul sito:

  • 8 sport follemente popolari raramente praticati negli Stati Uniti
  • 10 dei luoghi sportivi più belli del mondo
  • 9 peculiari sport olimpici estivi che sono stati sospesi

Articoli Correlati