L'annuncio anti-bullismo di Burger King è un vero toccasana

Burger King è noto per il suo Whopper alla griglia e il suo inquietante monarca mascotte dalla testa di plastica, ma non è esattamente noto per la sua pubblicità socialmente consapevole. Forse dovrebbe cambiare.

All'inizio di ottobre, che è il mese nazionale di prevenzione del bullismo, Burger King ha pubblicato un PSA anti-bullismo in collaborazione con NoBully.org. Lo spot, che puoi vedere sopra, si chiama "Bullying Jr." e mette il bullismo in un ambiente molto pubblico. Circa il 30 percento degli studenti in tutto il mondo viene vittima di bullismo ogni anno, inizia l'annuncio, prima di tagliare a un episodio di bullismo organizzato in un Burger King di Los Angeles. Dato che questo liceo è vittima di bullismo da parte di altri ragazzi, i veri clienti vengono mostrati semplicemente guardando - o cercando di non guardare - gli eventi che si svolgono davanti a loro.

La svolta dell'incidente è che molti di questi clienti hanno ricevuto un Whopper Jr. "vittima di bullismo" con il loro ordine, hamburger che erano stati fracassati in qualcosa che assomigliava più a un hamburger decostruito che a un normale hamburger di fast food. Il 95% delle persone che hanno ricevuto un Whopper "vittima di bullismo" è venuto al bancone per lamentarsi dell'hamburger. Solo il 12% dei clienti è intervenuto in qualche modo nel bullismo. Il punto è chiarissimo quando un dipendente di Burger King chiede a un cliente irato: "Se mi avessi visto maltrattare questo hamburger, ti saresti alzato in piedi e detto qualcosa?"

"Sì", risponde il cliente, suonando confuso e ignaro.

"Buono a sapersi", risponde l'impiegato, un po 'scoraggiato. Ovviamente quel cliente non ha fatto nulla riguardo al bullismo dell'adolescente.

Qui si gioca l'effetto dello spettatore, un comportamento mostrato dalle persone quando vedono qualcun altro nei guai ma scelgono di non farci nulla, specialmente quando ci sono altre persone intorno. Passiamo mentalmente il dollaro, pensando: "Oh, qualcun altro aiuterà. Non è un mio problema. Dopotutto, ho questo fracassato hamburger da $ 2 da affrontare in questo momento."

L'effetto spettatore è, in minima parte, uno dei motivi per cui le persone vengono vittima di bullismo, tra gli altri comportamenti abusivi. L'annuncio lo rende abbastanza chiaro mostrando non solo due casi di persone che intervengono per aiutare l'adolescente, ma anche facendo avere dei veri e propri adolescenti vittima di bullismo che discutono delle proprie esperienze di come qualcuno in piedi accanto a loro ha aiutato durante un incidente di bullismo.

Sì, l'annuncio si impegna piuttosto cinicamente in una seria integrazione di prodotti per fare il punto: un Whopper Jr. e un liceo, capito ?! - ma vale ancora la pena sottolineare.

Vuoi saperne di più sul contrasto dell'effetto spettatore? Teen Vogue ha un'ottima carrellata su come gestire te stesso quando vedi il bullismo.

Articoli Correlati