L'importanza delle api mellifere

Quanto sono importanti le api per la dieta umana? In genere, secondo il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti, questi lavoratori sottovalutati impollinano l'80% delle nostre colture fiorite, che costituiscono un terzo di tutto ciò che mangiamo. La loro perdita potrebbe influire non solo sui prodotti dietetici quali mele, broccoli, fragole, noci, asparagi, mirtilli e cetrioli, ma potrebbe minacciare le nostre industrie di carne e latticini se l'erba medica non è disponibile per l'alimentazione. Uno studio della Cornell University ha stimato che le api impollinano annualmente $ 14 miliardi di semi e colture negli Stati Uniti. In sostanza, se le api muoiono, potrebbero portare con sé la maggior parte delle nostre piante impollinate da insetti, riducendo potenzialmente l'umanità a poco più di una dieta acquosa.

Le api hanno un valore inestimabile come agenti di impollinazione incrociata e molte piante dipendono interamente da particolari tipi di api per la loro riproduzione (come il trifoglio, che viene impollinato dal calabrone e molte orchidee). In molti casi l'uso di insetticidi per il controllo dei parassiti agricoli ha creato l'effetto collaterale indesiderato dell'uccisione delle api necessaria per mantenere il raccolto. Tali stress ambientali e diverse specie di acari parassiti hanno devastato le popolazioni di api negli Stati Uniti a partire dagli anni '80, rendendo necessario per gli agricoltori affittare le api dai custodi per impollinare le loro colture e influenzare notevolmente l'impollinazione delle piante in natura. Negli ultimi anni gli alveari commerciali hanno sofferto di un disturbo da collasso della colonia che, per ragioni sconosciute, ha lasciato molte api vuote dopo aver svernato. È stato anche scoperto che il veleno d'api ha proprietà medicinali, usato per il trattamento di artrite, sclerosi multipla e persino fibromialgia, e più recentemente per trattare disfunzioni sessuali, cancro, epilessia e depressione.

L'impollinazione è il trasferimento di polline dall'antera (la parte maschile del fiore) allo stigma (la parte femminile del fiore). Alcune piante possono impollinarsi: in questo caso, il polline passa dall'antera allo stigma all'interno dello stesso fiore, e questo si chiama autoimpollinazione. Altre piante hanno bisogno del polline per essere trasferito tra fiori diversi o individui diversi della pianta. Questa è l'impollinazione incrociata. Molte piante possono essere impollinate in entrambi i modi. Le piante possono essere impollinate dal vento o dagli animali.

I fiori impollinati dalle api sbocciano molto spesso durante il giorno e possono avere colori diversi (anche se raramente rossi). Il profumo dei fiori impollinati dalle api durante il giorno tende ad essere meno forte di quello dei fiori impollinati durante la notte, che sono spesso impollinati da pipistrelli o falene.

I fiori impollinati dalle api hanno tubi di nettare lunghi non più di due centimetri. Hanno guide di nettare (schemi per dirigere l'ape verso il nettare) e spesso un approdo per le api. Le api sono particolarmente attratte dai fiori bianchi, blu e gialli. Le piante impollinate dagli insetti sono chiamate "entomofile" e gli insetti sono generalmente gli impollinatori più importanti. Di solito un'ape può visitare tra 50 e 1.000 fiori in un viaggio, che dura da 30 minuti a quattro ore. Senza polline, le giovani infermiere non possono produrre latte d'api o pappa reale per nutrire la regina e la colonia. Se nessun polline è disponibile per la colonia, la deposizione delle uova da parte della regina si fermerà.

Le intense pratiche agricole degli esseri umani hanno fortemente influenzato le pratiche di impollinazione delle api negli Stati Uniti. L'aumento dell'uso di pesticidi, la riduzione del numero di colonie selvatiche e l'aumento del valore di entrambe le api e delle colture impollinate hanno aggiunto l'importanza della protezione delle api. Inoltre, molti proprietari di case credono che i denti di leone e il trifoglio siano erbacce, che i prati dovrebbero essere solo erba da falciare regolarmente e che tutto tranne l'erba dovrebbe essere altamente trattato con pesticidi. Questo rende un ambiente ostile per api, farfalle e altri impollinatori. Molti problemi di avvelenamento da api potrebbero essere evitati da una migliore comunicazione e cooperazione tra il coltivatore, l'applicatore di pesticidi e l'apicoltore.

Maria Boland ha originariamente scritto questa storia per Site State Reports.

Articoli Correlati