L'incredibile collezione di auto di Bill Harrah (e tutto è iniziato con il bingo)

La storia di Bill Harrah ha una certa qualità "solo a Las Vegas", tranne per il fatto che è effettivamente accaduto a nord a Reno, "La più grande piccola città del mondo".

Questa Airmobile del 1937 è l'unica costruita. (Foto: Jim Motavalli)

Come Steve Wynn, Bill Harrah è nato nel settore del gioco d'azzardo. Suo padre gestiva giochi da tavolo e concessioni a Venice Beach vicino a Los Angeles, e il "Ring" simile a un bingo guadagnava il doppio dei soldi rispetto a qualsiasi altra cosa. Le autorità lo chiamavano gioco d'azzardo e chiudevano l'operazione di tanto in tanto, quindi Harrah cercava un posto dove operare legalmente - e trovò Reno (e il lago Tahoe).

"Rebel Without a Cause" di Mercury di James Dean; e accanto ad esso, il Jerrari del 1977. (Foto: Jim Motavalli)

Ha iniziato a guadagnare molto nel 1969, quando ha costruito grandi hotel a Reno e Tahoe. Iniziò anche a divertirsi, sposandosi sette volte (anche brevemente con la cantante Bobbie Gentry) e comprando macchine - molte macchine.

Harrah voleva possedere una di tutte le auto prodotte, e quando i casinò iniziarono a generare quantità oscene di denaro, ottenne un buon inizio su quell'obiettivo. Alla fine possedeva ben 1.400 veicoli di ogni tipo, tra cui una collezione di auto molto antiche. Ma Harrah aveva un cuore cattivo e alla fine lo uccise. Holiday Inns acquistò la società, comprese le automobili, nel 1980 e vendette la maggior parte della collezione per $ 100 milioni nelle aste tenute tra il 1984 e il 1986. Molte auto da collezione oggi sono "ex-Harrah".

Questa DeDion-Bouton risale al 1901 ed è una delle molte auto molto antiche della collezione. (Foto: Jim Motavalli)

È rimasto abbastanza per creare due musei. La collezione dell'Imperial Palace, sulla Strip di Vegas, include la Chrysler Johnny Carson del 1939, guidata al suo ballo di fine anno, una Lincoln Continental del '62 usata dal presidente John Kennedy, Ferraris e Rolls-Royces. Ho visitato la collezione una volta e mi sono ritrovato in piedi accanto a Jay Leno, ammirando una coppia di Duesenberg.

Ma la vera crema del raccolto di Harrah è a Reno, al National Automobile Museum, che ha più di 200 macchine. Con l'affabile direttore delle vendite e del marketing Becky Contos come guida, di recente ho fatto un tour. "Non siamo solo un grande magazzino di automobili", ha detto. E come!

Uno dei pochi sopravvissuti a Tucker era divertente da vedere. (Foto: Jim Motavalli)

Nel garage del museo, Leonard Bonilla stava lavorando all'ex Frank Sinatra del 1961, alimentato da Chrysler L6.4 Dual Ghia. "Sig. Sinatra lo vendette al signor Harrah nel 1975 ”, ha aggiunto, aggiungendo che il cantante in ritardo ha avuto difficoltà a identificare gli interruttori, quindi ha messo etichette blu Dyno sotto di essi. Sono sicuro che sono ancora lì. Queste erano grandi macchine Rat Pack; Dean Martin ne aveva due.

Da lì, è stato nella prima di quattro gallerie in mostra auto molto antiche. E intendo presto. Una Philion del 1892 fu la prima auto americana, disse Bonilla. La poveretta, una macchina a vapore, correva su ruote di metallo nudo e doveva essere brutale. C'erano anche una Leon Bollee del 1897, una Locomobile Stanhope del 1899 e una DeDion-Bouton del 1901. Quest'ultimo è stato particolarmente adorabile.

Il garage di Harrah presentava un DeLorean, un Lincoln, un Mercury e ... dietro, il Dual Ghia di Frank Sinatra. (Foto: Jim Motavalli)

Particolarmente selvaggio era l'unico Adams-Farwell raffreddato ad aria noto. Al prezzo di $ 3.000, quest'ultimo aveva un motore radiale di tipo aeronautico che girava in orizzontale mentre il guidatore andava avanti. Ne furono costruiti solo 52. Adams-Farwell era solo una delle 2.300 case automobilistiche negli Stati Uniti prima degli anni '30, e sono stato in grado di ammirare un KRIT del 1913, un Briscoe del 1915 e un Knox del 1904. Il lato batteria era rappresentato da una Detroit Electric del 1914 (con celle Edison), a dimostrazione che non c'era nulla di nuovo sotto il sole.

Le cose si sono davvero riscaldate con una Jordan Playboy sportiva, la cui famosa pubblicità è iniziata: "Da qualche parte a ovest di Laramie c'è una ragazza che brucia i bronchi e che sa guidare di cui sto parlando." Non sapevo di cosa stesse parlando, ma sicuramente vendeva macchine - per un po ', comunque.

Il colonnello Albert Pope costruì i suoi Papa-Hartfords ad Hartford, nel Connecticut, e, scommettendo su biciclette ed elettricità, proclamò "Non puoi far sedere la gente su un'esplosione". È stato smentito. (Foto: Jim Motavalli)

Un modello a doppia calandra della Rolls del 1921 aveva un corpo in boattail di rame cucito a mano. Splendido, ma estremamente poco pratico. Accanto ad essa, nella seconda galleria, c'erano l'incredibilmente radicale e aerodinamico Phantom Corsair del 1938 (una probabile ispirazione per la Batmobile), progettato dall'erede del ketchup Rust Heinz (che morì poco dopo in un incidente).

Il fantastico e radicale Corsair fantasma di Rust Heinz. (Foto: Jim Motavalli)

Star cars! Una Chrysler del 1941 dall'aspetto folle fu progettata dal marito di Lana Turner. Una Corvetta dei primi anni del 1953 fu - brevemente - di proprietà di John Wayne. Quel mercurio sottovalutato è davvero l'auto di James Dean di "Rebel Without a Cause". E quel Cadillac Eldorado del '73 era di proprietà di Elvis per un momento prima di consegnarlo al suo istruttore di karate.

Questa usanza Chrysler del 1941 fu creata dall'allora marito di Lana Turner per una corsa molto limitata - ne furono costruite solo sei. (Foto: Jim Motavalli)

Non potevo credere alla sola Mercedes-Benz 500K del 1936 in mostra pubblica (nella foto sopra la storia). Non molto tempo dopo che questa macchina uscì dalla fabbrica di Stoccarda, la società aveva in mente altre cose. Ma è tra le auto più belle mai costruite.

C'erano altre cose interessanti, tra cui una Jeep Wagoneer in cui Harrah inserì un motore Ferrari 365 GTC / 4 V-12 (creando il "Jerrari" del 1977). Harrah amò il concetto e ne diede almeno uno al cantante Bobby Darin. Ma la migliore auto in mostra, per me, fu la Dymaxion del 1933, creata dal visionario Buckminster Fuller nella fabbrica di Bridgeport, Connecticut, che costruì anche la Locomobile sopra citata. Ecco uno sguardo più da vicino in video con Becky Contos:

Correlato sul sito:

  • 5 delle auto più belle di sempre
  • Perché tutte le auto moderne si assomigliano
  • 5 fantastiche macchine da regalare

Articoli Correlati