La domanda di ginseng aumenta i prezzi e il bracconaggio

L'arrivo dell'autunno introduce un clima fresco, fogliame colorato e, in molte parti degli Stati Uniti orientali, l'opportunità di guadagnare migliaia di dollari scavando una bramosa radice.

Con le previsioni per il raccolto americano di ginseng di quest'anno che suggeriscono che le radici potrebbero arrivare a $ 1.400 per libbra, non è sorprendente.

FOTO BREAK: 10 torri d'acqua che sembrano abbastanza buone da mangiare

Il ginseng americano cresce principalmente nelle foreste decidue degli Appalachi e di Ozarks, dove molte persone la raccolgono legalmente e innumerevoli altre cacciano la pianta da terra privata e aree protette, spesso alla ricerca di radici più vecchie che possano ottenere il massimo del dollaro dagli acquirenti in Asia.

Negli ultimi 10 anni, i prezzi del ginseng selvatico sono aumentati e nel 2007 una singola radice è stata venduta all'asta in Cina per oltre un quarto di milione di dollari.

Ginseng cresce negli Appalachi. (Foto: Forest Farming / flickr)

Cosa rende il ginseng così prezioso?

Sia il ginseng americano che il ginseng asiatico sono apprezzati come rimedi popolari per curare qualsiasi cosa, dal cancro alla disfunzione erettile, ma mentre alcuni studi hanno scoperto che il ginseng può rafforzare il sistema immunitario e ridurre la glicemia, non ci sono prove conclusive che possa trattare altre condizioni mediche. Tuttavia, le radici di ginseng sono molto apprezzate, in particolare il ginseng americano selvaggio, che gli acquirenti asiatici ritengono più potente delle piante coltivate.

"Il ginseng selvatico americano è considerato il migliore al mondo ed è considerevolmente più prezioso del ginseng commerciale o delle varietà asiatiche", ha dichiarato Sara Jackson di Bat Cave Botanicals. Jackson ha coltivato e raccolto eticamente una popolazione di ginseng selvaggio nella Carolina del Nord occidentale per più di 10 anni.

I rapporti statunitensi su pesci e animali selvatici mostrano che le esportazioni di ginseng selvatico sono aumentate di circa il 40% tra il 2012 e il 2013, con la maggior parte delle radici dirette in Cina, dove il ginseng è stato quasi estinto.

I compratori di ginseng in Asia pagano un premio per alcuni tipi di radici. Quelle conosciute come "radici dell'uomo" - quelle con una forma umana e quelle che sembrano essere parti del corpo - possono andare per migliaia di dollari.

Attualmente, una delle radici dell'uomo di Jackson (nella foto a destra) è in vendita su Etsy per $ 7.000.

"Il prezzo del ginseng varia di anno in anno, ma l'unica costante è la domanda di radici di ginseng selvatiche con potenza e carattere", ha detto. "Questa particolare radice di ginseng è un notevole esempio di" radice umana ", [che] è piuttosto rara e ricercata nel mondo del ginseng.

"Un antico concetto chiamato" Dottrina delle firme "teorizza che" le erbe che assomigliano a parti del corpo possono curare o curare quelle particolari parti del corpo ". Una radice di ginseng con una tale somiglianza con l'umanità lo rende molto ricercato per le sue proprietà toniche e curative molto apprezzate ".

Jackson sottolinea che, poiché questa particolare radice ha un carattere femminile e ricorda una donna che culla un bambino, è particolarmente preziosa, soprattutto perché il ginseng è spesso usato come aiuto per la fertilità.

Tuttavia, il ginseng di Jackson può anche essere considerato prezioso a causa della sua provenienza.

Parte del ginseng più ricercato viene raccolto dalle colline degli Stati Uniti orientali, principalmente dalla Carolina del Nord, dalla Georgia, dal Tennessee, dal Kentucky e dalla Virginia occidentale, dove i cacciatori di ginseng possono trovare radici più vecchie e più preziose. Il ginseng di queste aree può vendere per qualche centinaio di dollari in estate, ma in autunno quando la stagione di crescita volge al termine, quei prezzi tendono a salire sopra i $ 1.000.

Secondo il US Fish and Wildlife Service, il valore all'ingrosso annuo del commercio americano di ginseng è di $ 26, 9 milioni.

Ginseng per la vendita in un mercato a Seoul, in Corea. (Foto: Wikimedia Commons)

Bracconaggio della pianta

C'è una lunga storia di caccia al ginseng negli Stati Uniti. In effetti, Daniel Boone ha fatto fortuna con il ginseng e le radici della pianta sono state una fonte di reddito per gli scavatori tradizionali - che vengono spesso definiti "cantanti" - per generazioni.

Ma quando il prezzo di una libbra di ginseng selvaggio ha raggiunto $ 1.200 nel 1998, ha scatenato un'eruzione di bracconaggio. La popolarità dei programmi televisivi che presentano bracconieri al ginseng, come "Appalachian Outlaws" e "Smoky Mountain Money", ha solo aggravato il problema.

Diciannove stati consentono la raccolta di ginseng su proprietà privata se gli scavatori hanno il permesso scritto del proprietario terriero o se hanno ottenuto un permesso in determinate aree. Ad esempio, il servizio forestale degli Stati Uniti rilascia annualmente 136 permessi per raccogliere ginseng dalle foreste nazionali di Nantahala e Pisgah della Carolina del Nord per un periodo di due settimane.

Ma gli scavatori devono attenersi a determinate regole. Sono autorizzati a prendere solo piante mature e sono tenuti a ripiantare i semi di bacche mature nella stessa posizione. Devono anche scavare l'intera radice della pianta per dimostrare la sua età, una pratica che è stata criticata perché gli scavatori tradizionali lasciano parte della radice, consentendo al ginseng di ricrescere più rapidamente.

I bracconieri prendono piante troppo giovani per essere vendute legalmente e scavano piante da aree protette. Il bracconaggio del ginseng e il trasgredire sono in genere reati, ma i bracconieri possono affrontare accuse di reato se trasportano il ginseng ottenuto illegalmente oltre i confini statali o lo prendono dalla proprietà privata senza autorizzazione in alcuni stati.

Tuttavia, i funzionari del parco e delle forze dell'ordine sostengono che spesso le sanzioni non sono sufficienti a scoraggiare le persone che cercano di trarre profitto dal ginseng, e semplicemente non c'è abbastanza forza lavoro per sorvegliare i milioni di acri in cui cresce il ginseng.

Foto: Forest Farming / flickr

Proteggere il ginseng in un parco nazionale

Con le condizioni ideali per la coltivazione del ginseng, il Parco Nazionale delle Grandi Montagne Fumose di 522, 427 acri è la più grande riserva protetta di ginseng selvatica del paese. Tuttavia, le dimensioni del parco rendono difficile la polizia e la sua popolazione di ginseng ha sofferto di bracconaggio.

I biologi temono che la popolazione della pianta non possa mai riprendersi in alcune aree del parco.

"Il bracconaggio ha colpito profondamente le popolazioni eliminando popolazioni vitali", ha affermato James Corbin, uno specialista in protezione delle piante presso il Dipartimento dell'agricoltura della Carolina del Nord. "Il bracconaggio è guidato dal prezzo e dalla penalità. Quando la ricompensa è maggiore della penalità, si verifica il bracconaggio o quando la paura della pena non esiste più, il bracconaggio diventa pazzo."

Con l'aiuto di volontari, i funzionari del parco hanno ripiantato più di 15.000 radici nel parco, ma dicono che meno della metà sopravviverà.

Nonostante la sua vasta gamma di crescita, la pianta può essere difficile da coltivare. Il ginseng non germina fino a quando non ha almeno 5 anni e richiede la biodiversità per prosperare, il che significa in genere un minimo di 50 piante in un'area.

Per proteggere queste piante dai bracconieri, i ranger usano telecamere a infrarossi e attivate dal movimento e occasionalmente vanno sotto copertura per trovare bracconieri al ginseng. Ma uno dei modi più efficaci per catturare i bracconieri che hanno raccolto il ginseng dal Great Smoky Mountains National Park è con una tintura.

Nel 1996, Corbin progettò un programma di prevenzione del bracconaggio del ginseng che è stato descritto come "scienza delle parti uguali, conservazione e indagine sulla scena del crimine".

Ogni estate, Corbin e altri funzionari etichettano da 2.000 a 4.000 radici di ginseng con un colorante che può essere visto solo sotto una luce nera e poi ripiantato.

"Il marcatore è un materiale organico a base ambientale che è codificato nel parco per fornire ai ranger e agli ispettori statali un mezzo immediato per identificare le piante raccolte illegalmente", ha detto Corbin.

Se qualcuno tenta di vendere una radice di ginseng che è stata contrassegnata, la tintura si illuminerà sotto una luce nera, indicando che è una pianta in camicia. L'anno scorso, NPR ha riferito che la tintura ha contribuito a condannare più di 40 bracconieri al ginseng negli ultimi quattro anni.

Scopri di più sul bracconaggio del ginseng e su come i ranger del parco del Great Smoky Mountains National li stanno catturando nel video qui sotto.

//www.youtube.com/watch?v=QbYxT57XMp8

Foto inserto della radice: Bat Cave Botanicals

Articoli Correlati