La più grande foresta di sequoia gigante di proprietà privata più grande del mondo è ora protetta

Un gruppo ambientalista ha concluso un affare da 15, 65 milioni di dollari per acquistare il più grande boschetto di sequoie giganti di proprietà privata rimasto sulla Terra, un'antica foresta con centinaia di alberi in via di estinzione che possono vivere per 3000 anni e salire quasi alti come la Statua della Libertà. Per le sue dimensioni, la salute e la diversità di età - con sequoie che vanno dalle piantine ai Matusalemme - questo boschetto rappresenta "il progetto di conservazione delle sequoie giganti più consequenziale della nostra vita", secondo il presidente del gruppo.

Conosciuto come Alder Creek, il bosco si estende su 530 acri (2 chilometri quadrati) apparentemente modesti, ma questo è un grosso problema per le sequoie giganti. Gli alberi iconici un tempo vivevano in tutto l'emisfero settentrionale, ma ora esistono solo in 73 boschi isolati, tutti situati sui pendii occidentali delle montagne della Sierra Nevada in California. Questo particolare boschetto di Sequoiadendron giganteum racchiude molto nei suoi 530 acri, tra cui 483 sequoie con tronchi di almeno 6 piedi (1, 8 metri) di diametro, insieme a poche centinaia di sequoie più piccole di età variabile.

Quella fascia di età è un grande motivo per cui questo boschetto è così prezioso, secondo Sam Hodder, presidente e CEO di Save the Redwoods League (SRL), una non-profit californiana che lavora da anni per acquisire Alder Creek da oltre 20 anni.

"Molti giganteschi boschetti di sequoia sono solo una singola classe di età, di solito a migliaia", ha detto Hodder a Site quando l'accordo è stato annunciato nel settembre 2019. "In questo, una vera indicazione della sua salute e resistenza è che ci sono sequoia giganti di tutte le fasce di età ". Mentre ogni rimanente sequoia gigante è una rarità, aggiunge, "è ancora più raro avere più classi di età e un ecosistema forestale così sano".

SRL ha firmato un accordo di acquisto con la famiglia Rouch, proprietaria del bosco dagli anni '40. È stato un grande passo dopo due decenni, ma la vendita non era ufficiale - fino ad ora. C'era la piccola questione di $ 15, 65 milioni, che SRL ha dovuto raccogliere entro il 31 dicembre prima di poter assumere la proprietà. Il gruppo lo ha fatto con una raccolta di fondi pubblici sul proprio sito Web che ha richiesto aiuto fino alla scadenza. Le donazioni sono arrivate da oltre 8.500 donatori provenienti da tutti i 50 stati e in tutto il mondo.

"Un processo ponderato"

Lo Stagg Tree, situato ad Alder Creek, è il quinto albero più grande del mondo. (Foto: Max Forster / Save the Redwoods League)

Alder Creek è un'isola di proprietà privata circondata dal Giant Sequoia National Monument, che si estende per circa 328.000 acri (1.327 km quadrati) e si collega alla ancora più grande Sequoia National Forest. La famiglia Rouch ha usato a lungo il bosco per il disboscamento commerciale, dice Hodder, e ha persino ridotto le sequoie giganti nei primi giorni, anche se dagli anni '60 hanno riferito di aver registrato solo specie non sequoia come il pino candito e l'abete bianco. SRL prevede di trasferire eventualmente la proprietà al Servizio forestale degli Stati Uniti, in modo che le sequoie possano unirsi al deserto protetto federalmente intorno a loro.

Ciò non accadrà per un po ', tuttavia, dal momento che SRL prevede di detenere la proprietà per 5-10 anni. Questo in parte perché questo tipo di processo di acquisizione pubblica si muove lentamente, dice Hodder, ma anche perché SRL vuole tempo per studiare il bosco e attuare un piano per una buona gestione, assicurandosi che gli alberi siano sani e pronti prima di consegnarli al pubblico.

Come parte di tale preparazione, il gruppo prevede di aprire Alder Creek per l'accesso del pubblico anche prima di consegnarlo al Servizio Forestale, nella speranza di aiutare l'ecosistema ad assumere un ruolo sconosciuto come ospite per i visitatori umani. "Questa proprietà è stata di proprietà privata e non ha mai avuto accesso al pubblico", afferma Hodder. "Vogliamo passare attraverso un processo ponderato per pianificare l'accesso del pubblico, quindi quando viene convogliato nel monumento nazionale, è pronto per il suo scopo pubblico".

Prova del fuoco

"La nostra attenzione sarà rivolta alla protezione della magnifica foresta già esistente ad Alder Creek", afferma Hodder, insieme alla pianificazione dell'accesso del pubblico. (Foto: Max Forster / Save the Redwoods League)

Sebbene la gente abbia registrato alcuni giganteschi boschetti di sequoia alla fine del 1800 e all'inizio del 1900, il moderno declino della specie è in gran parte dovuto agli sforzi sbagliati del secolo scorso per reprimere gli incendi boschivi naturali. Le sequoie giganti sono adattate a fuochi regolari a bassa combustione, che aiutano le loro piantine generando terreno ricco di nutrienti, assottigliando il baldacchino per consentire a più luce solare di raggiungere il suolo della foresta e creando aree aperte con meno concorrenza da parte delle piante a crescita più rapida. Da allora gli scienziati si sono resi conto della follia di reprimere gli incendi naturali, ma nonostante l'eliminazione graduale di tale pratica, l'eredità della soppressione del fuoco perseguita ancora la sequoia gigante.

"Poiché abbiamo soppresso gli incendi boschivi che si verificavano regolarmente in questo paesaggio, a tutte le specie che sarebbero state abbattute da un fuoco naturale a bassa combustione è stato permesso di raggiungere la maturità in modo innaturale, "Dice Hodder. "Quindi una delle sfide nella gestione della sequoia gigante è trovare un modo per affrontare quell'accumulo innaturale di combustibili".

Il disboscamento di altre specie a Alder Creek avrebbe potuto inavvertitamente aiutare la sequoia gigante, aggiunge Hodder, replicando l'effetto che gli incendi naturali avrebbero avuto se non fossero stati repressi. "Hanno eliminato parte della concorrenza della sequoia e, di conseguenza, le sequoia stesse sono notevolmente salutari e la proprietà ha un carico di carburante inferiore rispetto al paesaggio circostante."

Questo potrebbe essere un vantaggio significativo per le sequoie di Alder Creek, poiché anche questa specie adattata al fuoco sembra essere sempre più a rischio di incendi. Mentre i cambiamenti climatici aumentano le temperature e peggiorano la siccità in California, incluso il declino del manto nevoso della Sierra Nevada, gli effetti persistenti della soppressione del fuoco del passato hanno lasciato innescare molte foreste.

Mentre l'acquisto assicura che Alder Creek non sarà venduto a uno sviluppatore, sarà molto più difficile proteggere queste o eventuali sequoie dagli effetti dei cambiamenti climatici. Tuttavia, oltre a ridurre altri rischi e nutrire in generale la salute della foresta, Hodder spera che il boschetto possa servire come una specie di laboratorio vivente, aiutandoci a imparare tutto ciò che possiamo per aiutare questi antichi alberi a sopravvivere.

"Questo ci dà l'opportunità di capire cosa sta succedendo con queste nuove minacce ed esposizioni e di fare la gestione forestale che deve essere fatta", dice. "Gestione forestale guidata dalla scienza per ridurre il carico di carburante in modo da ristabilire l'equilibrio naturale per la sequoia gigante. Per aiutare a preparare questi boschetti per gli incendi più caldi e asciutti che stanno arrivando."

Nota del redattore: questa storia è stata aggiornata da quando è stata pubblicata per la prima volta a settembre 2019.

Articoli Correlati