Le 7 meraviglie naturali del mondo

Seven Natural Wonders è un progetto creato con la missione di proteggere e promuovere le sette meraviglie naturali originali del mondo. L'elenco che è comunemente accettato come "Natural Wonders" è stato compilato dalla CNN; al momento, si è discusso di quanto fosse grande l'elenco e non è stato raggiunto un consenso ufficiale.

Una meraviglia naturale deve essere un sito naturale o un monumento naturale chiaramente definito che non è stato creato o alterato in modo significativo dall'uomo. Ognuna delle sette meraviglie naturali originali esiste oggi e tutte offrono ai visitatori stupore e meraviglia.

Immagine gentilmente concessa da Bob Ribokas

1. Grand Canyon (Nord America)

I fatti in breve:

  • Il canyon è lungo 277 miglia fluviali.
  • La larghezza varia da 4 a 18 miglia.
  • La profondità è di oltre un miglio.
  • La maggioranza si trova all'interno del Grand Canyon National Park.
  • Creato dall'erosione del fiume Colorado.
  • NON il canyon più ripido o più lungo del mondo.
  • Riconosciuto come una meraviglia naturale per la scala e le dimensioni complessive combinate con il paesaggio splendidamente colorato.
  • Offre una varietà di vedette.
  • Fornisce ai visitatori una vista che non può essere abbinata.

I turisti ammirano la vista lungo il sentiero Nankoweap nel Grand Canyon (Foto: Andy Blackledge / Flickr)

Modi di esplorare il canyon a piedi

  • Escursioni diurne / notturne
  • Escursioni con zaino e sacco a pelo durante la notte
  • Sul retro di un mulo
  • Rafting in acque bianche
  • Rampa dell'osservatorio
  • Facendo un'escursione i percorsi vicino ai bordi

Foto: Grand Canyon National Park / Flickr

Numerosi flussi di lava sono di età cenozoica e alcuni si riversano nel canyon. Le pareti del canyon sono per lo più tagliate in strati rocciosi orizzontali di età paleozoica. C'è una non conformità angolare nella parte inferiore degli strati paleozoici. Una non conformità angolare è il risultato dell'inclinazione e dell'erosione degli strati inferiori prima del deposito di quelli superiori. Questi strati inclinati ed erosi sono di età precambriana.

2. Grande barriera corallina (Oceania)

I fatti in breve:

  • È il più grande sistema di barriera corallina al mondo.
  • È composto da oltre 2.900 scogliere separate.
  • Si estende per oltre 1.600 miglia.
  • Può essere visto dallo spazio.
  • Le 133.000 miglia quadrate includono 900 isole.
  • Situato nel Mar dei Coralli, al largo della costa del Queensland, nel nord-est dell'Australia.
  • Struttura della barriera corallina composta e costruita da miliardi di piccoli organismi, noti come polipi di corallo.

Minacce alla barriera corallina:

  • Gran parte della barriera corallina è protetta dal Parco marino della Grande barriera corallina, che aiuta a limitare l'impatto dell'uso umano, come la pesca eccessiva e il turismo.
  • Altre pressioni ambientali sulla barriera corallina e sul suo ecosistema includono la qualità dell'acqua dal deflusso, i cambiamenti climatici accompagnati da sbiancamento dei coralli di massa e focolai ciclici delle stelle marine della corona di spine (che mangiano polipi di corallo).
  • Gli eventi di sbiancamento dei coralli di massa dovuti all'aumento delle temperature oceaniche si sono verificati nelle estati del 1998, 2002 e 2006 e lo sbiancamento dei coralli probabilmente diventerà un evento annuale.

Foto: Mads Bødker / Flickr

Biodiversità nella barriera corallina:

  • Supporta molte specie vulnerabili o in via di estinzione, alcune delle quali possono essere endemiche del sistema di barriera corallina.
  • Comprende: 30 specie di balene, delfini e focene; 6 specie di tartarughe marine; 15 specie di alghe; circa 125 specie di squalo, pastinaca, pattini; quasi 5.000 specie di molluschi; 9 specie di cavalluccio marino; 7 specie di rane; 17 specie di serpente di mare; più di 1.500 specie di pesci; 400 specie di coralli (duri / molli). (E questo è solo organismi acquatici.)
  • Le alghe marine o le alghe creano sulla loro superficie mini ecosistemi che sono stati paragonati a una copertura della foresta pluviale.

Foto: gjhamley / Flickr

3. Porto di Rio de Janeiro (Sud America)

I fatti in breve:

  • Situato intorno a Rio de Janeiro, in Brasile.
  • Circondato da montagne sporgenti che includono Sugar Loaf a 1.296 piedi, Corcovado Peak a 2.310 piedi e le colline di Tijuca a 3.350 piedi.
  • Rio de Janeiro traduce "Fiume di gennaio" in portoghese.
  • Creato dall'erosione dall'Oceano Atlantico.
  • Harbour offre diverse prospettive ai visitatori / turisti a varie altezze.
  • I locali sono così orgogliosi della loro casa geologicamente definita che dicono "Dio ha fatto il mondo in sei giorni e il settimo si è concentrato su Rio".
  • Una volta era una foresta pluviale tropicale piena di vita fiorente, ma ora è usata da supercisterne e yacht come porto.
  • La vastità della baia si è ridotta. Con la terra utilizzabile a un premio, la massa di terra è stata modificata due volte. Negli anni '20 e di nuovo negli anni '60, le piccole colline avevano delle tubature posizionate attraverso e su di esse per creare terreni più vivibili. La terra "aggiornata" ora ospita un aeroporto, un'autostrada a sei corsie, un parco e spiagge, il museo di arte moderna della città e altri monumenti del XX secolo mentre Rio guarda alla sua grande baia per la stanza del gomito.

Il monte Sugarloaf è una parte iconica dello skyline di Rio de Janeiro. (Foto: Halley Pacheco de Oliveira / Wikimedia Commons)

4. Monte Everest

I fatti in breve:

  • La montagna più alta del mondo, rappresenta il punto più alto sulla superficie terrestre.
  • Il vertice raggiunge un picco di 29.029 piedi.
  • Situato tra le montagne dell'Himalaya al confine tra Nepal e Tibet, Cina.
  • Conosciuto anche come Chomolungma.

Foto: Jody McIntyre / Flickr

  • Le placche tettoniche mobili continuano a spingere l'Everest verso l'alto, insieme all'intera catena montuosa dell'Himalaya, da 1, 6 a 3, 9 pollici all'anno.
  • Il modo migliore per vivere l'Everest è fare un'escursione alla base della montagna. Per gli individui più esperti, una scalata al campo base superiore. Ma questa esperienza è costosa; il governo nepalese ora richiede ai potenziali scalatori di acquistare un permesso di arrampicata da $ 25.000 USD.
  • La stagione migliore per esplorarla è l'autunno, nei mesi di ottobre e novembre, che sono l'inizio della stagione secca (e ovviamente quando non nevica).
  • L'esperienza precedente nel portare un sacco pesante per più giorni serve come preparazione eccellente per questa salita. Gli scalatori devono essere in grado di trasportare una media di 30 libbre o più ed essere preparati fisicamente e mentalmente per affrontare situazioni faticose ad alta quota. Gli scalatori devono essere in eccellenti condizioni fisiche sia per il divertimento personale sia per essere membri importanti del team.

5.Aurora

I fatti in breve:

  • Conosciute anche come aurore polari
  • L'aurora boreale (aurora boreale) è la più notevole, ma nell'emisfero australe si verifica un'aurora meridionale (aurora australis)
  • Nessuna misura specifica o coerente (design, dimensioni, modello, colore)
  • Appare come fogli luminosi o onde danzanti

Foto: Fredrik Bølstad / Flickr

  • Le probabilità di sperimentare l'aurora boreale aumenteranno quando ci si avvicina al polo magnetico. Il polo magnetico si trova nelle isole artiche del Canada.
  • Sfortunatamente, non può prevedere quando appariranno le luci, ma le migliori possibilità di assistere all'aurora boreale si verificano tra i mesi da marzo ad aprile e da settembre a ottobre (equinozi).
  • Prende il nome dalla dea romana dell'alba, Aurora, e il nome greco per il vento del nord, borea.
  • Le aurore viste vicino al polo magnetico possono essere molto alte, ma da più lontano illuminano l'orizzonte settentrionale come un bagliore verdastro o talvolta un debole rosso, come se il sole stesse sorgendo da una direzione insolita.

Perché tanti colori?

  • Le aurore sono il risultato delle emissioni di fotoni nell'atmosfera superiore della Terra (50 miglia), dagli atomi di azoto ionizzato che riguadagnano un elettrone e dagli atomi di ossigeno e azoto che ritornano da uno stato eccitato a uno stato fondamentale. Sono ionizzati o eccitati dalla collisione di particelle di vento solare che vengono incanalate e accelerate lungo le linee del campo magnetico terrestre.
  • Le emissioni di ossigeno sono di colore verde o rosso-brunastro, a seconda della quantità di energia assorbita.
  • Le emissioni di azoto sono blu o rosse; blu se l'atomo riacquista un elettrone dopo che è stato ionizzato, rosso se ritorna allo stato fondamentale da uno stato eccitato.

6. Vulcano Parícutin

I fatti in breve:

  • È un vulcano a cono di cenere.
  • Situato nello stato messicano di Michoacán.
  • L'altezza ufficiale varia da 9.101 a 10.397 piedi.
  • Scoppiato l'ultima volta nel 1952.
  • Conosciuto come il vulcano più giovane in America.

Questa foto scattata nel 1943 mostra una vista spettacolare di un'eruzione del Paricutin di notte. (Foto: RE Wilcox / US Geological Survey / Wikipedia)

  • Stabilito come meraviglia naturale perché l'umanità ha assistito alla sua nascita. Anche Volcano stava crescendo rapidamente, raggiungendo i 3/4 delle sue dimensioni entro il primo anno.
  • Il vulcanismo è una parte comune del paesaggio messicano. Parícutin è la più giovane delle oltre 1.400 prese d'aria vulcaniche esistenti nella Cintura vulcanica trans messicana e nel Nord America. Il vulcano è unico nel fatto che la sua formazione è stata testimoniata sin dal suo inizio.
  • Tre persone sono morte a causa dei fulmini causati dalle eruzioni, ma nessuna morte è stata attribuita alla lava o all'asfissia.

Immagine: USGS.gov

7. Victoria Falls (Africa)

I fatti in breve:

  • Si chiama anche Mosi-oa-Tunya che significa "nebbia che tuona".
  • È la cascata più grande in base a larghezza e altezza.
  • È largo un miglio e alto 360 piedi.
  • Due parchi nazionali (Zambia) e (Zimbabwe) proteggono le cascate.

Foto: Carnie06 / Flickr

  • Le cascate Vittoria si trovano nell'Africa meridionale ai confini tra Zambia e Zimbabwe. Il fiume Zambezi funge da fonte d'acqua per le cascate.
  • Ci sono due stagioni nella zona delle Cascate Vittoria. La stagione delle piogge va da fine novembre a inizio aprile e i restanti mesi rappresentano la stagione secca. Si potrebbe immaginare che la stagione delle piogge con più acqua renderebbe le cascate più spettacolari, ma l'acqua aggiuntiva rende impossibile vedere la base delle cascate.
  • L'arcobaleno può essere visto in qualsiasi parte della giornata, ma sembra essere più luminoso durante la prima parte della giornata. Alla luna piena, si può vedere una "luna" nello spray invece del solito arcobaleno alla luce del giorno.
  • Lo spruzzo dalle cascate sale a oltre 1.300 piedi, a volte anche il doppio, ed è visibile da 30 miglia di distanza.
  • Le cascate Victoria sono circa tre volte l'altezza delle cascate del Niagara e ben oltre il doppio della larghezza delle sue cascate a ferro di cavallo. In altezza e larghezza, Victoria Falls compete solo con le cascate dell'Iguazu del Sud America.

Correlato sul sito:

  • Le 14 cascate più belle del mondo
  • 10 dei canyon di slot più belli

Maria Boland lo aveva originariamente scritto per le relazioni sullo stato del sito.

Articoli Correlati