Le città perdute sotto il lago Murray

Il bacino idrico del lago Murray nella Carolina del Sud è famoso per la nautica, la pesca e l'allevamento generale delle acque. Ma c'è una storia non raccontata che giace sotto la superficie del lago: un tempo c'erano città in cui ora si trova il serbatoio. In effetti, i resti di città abbandonate durante la costruzione del bacino si trovano ancora nelle profondità del lago Murray, tra cui un ponte, un cimitero e una casa di pietra.

Una balena di una diga

Estendendosi per circa 50.000 acri con 500 miglia di costa, la diga del lago Murray fu costruita tra il 1927 e il 1930 per creare una fonte di elettricità per la città della Columbia e il numero sempre crescente di mulini che richiedevano energia. Al suo completamento, fu considerata la più grande diga di terra del mondo. Per costruirlo, la compagnia elettrica acquistò più di 1.000 tratti di terra - in gran parte terreni forestali - da oltre 5.000 persone. Queste persone, discendenti di immigrati tedeschi, olandesi e svizzeri che si insediarono nella zona a metà del 1700, furono tutti trasferiti per far posto alla diga. Durante il loro periodo lì, i coloni avevano creato nove piccole comunità.

Gli equipaggi posarono i binari della ferrovia per spostare la terra e probabilmente gli edifici rasi al suolo, ma un sacco di marcatori delle città perdute rimangono nel lago Murray come puoi vedere nel video qui sotto (che sembra che potrebbe non funzionare funzionando, ma lo è.) Rimangono anche i binari della ferrovia.

Di conseguenza, il lago Murray offre attività che vanno più in profondità della semplice navigazione sulla superficie dell'acqua durante l'altezza delle giornate estive dei cani della Carolina del Sud. Se hai un po 'di addestramento subacqueo, puoi essenzialmente tornare indietro nel tempo immergendoti sotto il lago.

Cosa è stato lasciato alle spalle

Nel tempo libero John Baker, proprietario di un negozio di immersioni, e Steve Franklin, un pilota commerciale, hanno trascorso ore a esplorare le profondità del lago Murray. Parlando con l'affiliata locale della CBS WLTX 19, i due hanno condiviso i loro ricordi delle immersioni.

"Ci sono molte città in tutto il lago. Chiese, scuole, cimiteri", ha detto Franklin.

I cimiteri furono lasciati indietro a causa dei cittadini trasferiti che non volevano che la compagnia elettrica scavasse e spostasse i resti dei loro cari. Altre 2.300 tombe si trovano sul fondo del lago Murray.

"La maggior parte dei cimiteri sono del 1800", ha detto Franklin. "Esistono tre diversi tipi di cimiteri: vecchi cimiteri di schiavi - a causa della schiavitù a quel tempo; trame familiari più piccole, 4 o 5 membri della famiglia sepolti lì con piccoli lapidi e pennarelli; poi hai le grandi trame plurifamiliari."

Un residuo delle città è una casa in pietra costruita nel 1800 che si può vedere a destra. Anche se la maggior parte della struttura è ancora in piedi, le acque torbide del Lago Murray lo rendono difficile da trovare, anche per subacquei esperti come Baker e Franklin.

"Quando l'abbiamo trovato, abbiamo nuotato attraverso la porta d'ingresso e abbiamo sbattuto la testa sulle pareti posteriori. Ma è stato bello trovarlo e vedere come è ancora conservato", ha detto Baker. "Hai quattro pareti e il tetto è ancora lì."

Una delle cose più impressionanti nel lago Murray è il Wyse Ferry Bridge. Costruito nel 1911, la durata della vita del ponte non ammontava molto a terra, ma come attrazione sottomarina, il ponte dei traghetti di Wyse è uno spettacolo da vedere; è qualcosa che i subacquei come Baker e Franklin cercano regolarmente.

"Quello che è stato davvero bello di recente è stato un timbro sul lato della struttura che dice il 1911, quando fu costruito il ponte. Stavamo spolverando un po 'del vecchio cemento e abbiamo trovato un sacco di nomi di operai edili che sono stati disegnati lì" Baker ha detto. Puoi guardare l'immersione durante la quale hanno fatto la scoperta della data del 1911 nel video qui sotto.

Lago Bomber

Tuttavia, non tutto ciò che è stato trovato nel serbatoio era lì quando è stato costruito.

Durante la seconda guerra mondiale i militari condussero esercizi di addestramento in aereo B-25 Mitchell vicino al lago Murray. Nell'aprile del 1943, uno di questi aerei si schiantò sul lago Murray e, dopo circa sette minuti in acqua, l'imbarcazione iniziò la sua discesa nel lago. Si stabilì a una profondità di 150 piedi, troppo profonda per essere recuperata dall'Aeronautica.

Nuovi sforzi per recuperare il B-25 sono iniziati negli anni '80 con il progetto di salvataggio Lake Murray B-25. Le informazioni sul sonar combinate con i resoconti dei testimoni dell'incidente del 1943 trovarono finalmente l'aereo. Era una lunga strada per raccogliere i fondi necessari per salvare l'aereo, ma ne valeva la pena. Il B-25 fu usato sia nei teatri europei che in quelli del Pacifico per la seconda guerra mondiale, e ce ne furono 10.000 ad un certo punto; tuttavia, è difficile trovare il B-25 in questi giorni, con solo circa 130 rimanenti al 2007.

La sezione anteriore dell'aereo è ora esposta al Southern Museum of Flight di Birmingham, in Alabama.

I manufatti dalla cabina di pilotaggio dell'aereo sono sopravvissuti allo schianto e ai molti decenni trascorsi sott'acqua. Le carte di navigazione e un giornale locale erano ancora leggibili. Anche le armi da fuoco, tra cui quattro mitragliatrici, furono recuperate. Forse la ripresa più significativa fu l'orologio del copilota dell'aereo, Robert Davison. La moglie di Davison, Ruth, gli aveva dato l'orologio e lo stava ancora pagando quando si è verificato l'incidente.

Complessivamente, Lake Murray ha dimostrato di essere un patrimonio di interesse storico per i subacquei, ma non tutte le località sono destinate ai subacquei del fine settimana, come ha spiegato Baker a WLTX 19.

"Alcuni di questi siti di immersione sono davvero difficili da raggiungere", ha detto. "Alcune di queste immersioni hanno superato i limiti delle immersioni ricreative. Abbiamo dovuto allenarci in modo specifico per poter prolungare il tempo a queste profondità. Quindi hai l'esplorazione che continua a spingerci a tornare e abbiamo anche la sfida delle immersioni. Fa freddo. È buio. È profondo. "

Foto incassate della casa di insediamento in pietra e del ponte dei traghetti di Wyse / Wikimedia Commons

Articoli Correlati