Le spiagge deserte sono un vantaggio per le tartarughe marine durante la stagione dei nidi

Le immagini di spiagge vuote in tutto il mondo possono sembrarci strane, ma alle nidificazioni delle tartarughe marine, la vista non è mai stata così bella.

I funzionari della conservazione incaricati della gestione dei siti di nidificazione stanno segnalando un aumento del numero di tartarughe femmine che ritornano nei siti di spiaggia per deporre le loro uova. A seconda di chi chiedi, i motivi sono parzialmente dovuti alla mancanza di turismo o sono completamente casuali.

Nello stato indiano orientale di Odisha, lungo le spiagge di Rushikulya e Gahirmatha, quasi 475.000 tartarughe marine ricche di ulivi hanno creato nidi in pieno giorno per la prima volta in sette anni. Poiché i funzionari prendono già provvedimenti per limitare le pressioni del turismo durante la stagione dei nidi, i funzionari non credono che il blocco della pandemia sia responsabile dell'aumento del numero.

"Se le tartarughe stavano davvero rispondendo al blocco, avrebbero dovuto nidificare a Gahirmatha per tutto il tempo in cui la spiaggia è bloccata in modo permanente, a causa dell'inaccessibilità e della presenza di un istituto di difesa", ha detto il ricercatore del Wildlife Institute of India Bivash Pandav a Mongabay- India. "Questo è totalmente assurdo e troppa immaginazione da parte di alcune persone. Le tartarughe rispondono rigorosamente a determinate variabili ambientali come le condizioni delle maree, la direzione del vento, la fase lunare e il nido in massa di conseguenza."

Le tartarughe marine ridley verde oliva fanno i nidi per deporre le loro uova a Ixtapilla Beach nello stato di Michoacan, in Messico, a luglio 2018. (Foto: ENRIQUE CASTRO / AFP / Getty Images)

Altri ancora dicono che la mancanza di umani sta avendo un impatto positivo sulla decisione di una tartaruga di scendere a terra. Nel sud della Florida, dove la stagione dei nidi è appena iniziata, i funzionari affermano che le spiagge meno affollate creeranno probabilmente le migliori condizioni a lungo per le tartarughe che arrivano a terra.

"Ciò che troviamo è che un minor numero di umani porta a nidificare con successo le tartarughe, al contrario di [le tartarughe] che si voltano e vanno in acqua", ha detto a Sun Sentinel Justin Perrault, direttore della ricerca presso il Loggerhead Marinelife Center. Ciò è particolarmente vero durante le ore del fine settimana, aggiunge Perrault, quando le spiagge sono generalmente piene di persone e le condizioni sono sfavorevoli per le tartarughe a riva.

Una cosa su cui tutti possono essere d'accordo: la presenza di COVID-19 ha permesso agli ambientalisti di concentrarsi meno sul tenere le persone lontane e di più sul benessere delle tartarughe marine.

"Non permettiamo alle persone di avvicinarsi troppo ai focolai nidificanti", ha detto a Mongabay-India Amlan Nayak, ufficiale forestale distrettuale di Odisha. "Ma il vantaggio del blocco era che potevamo deviare maggiormente la nostra forza lavoro verso la pulizia dei detriti sulle spiagge e il conteggio delle attività di nidificazione. Quando arrivano i turisti, parte della nostra forza lavoro viene deviata per regolarli e gestirli".

Articoli Correlati