Le terre non riscosse sono ancora lì per la presa

Fino a quando un uomo della Virginia non rivendicò il territorio non governato e disabitato di Bir Tawil, una striscia di deserto di 800 miglia quadrate tra Egitto e Sudan, la maggior parte delle persone probabilmente ebbe l'impressione che tutte le terre sulla Terra fossero controllate da un paese o da un altro. È un po 'una sorpresa che uno degli ultimi luoghi non rivendicati rimasti non sia un'isola remota e selvaggia in un angolo lontano degli oceani del mondo, ma un territorio nel mezzo di un continente tra due dei più grandi paesi del Nord Africa.

"Terra nullius", l'espressione latina usata nel diritto internazionale per riferirsi a terre non rivendicate, è ancora un concetto praticabile. Guardando indietro alla storia, ci sono molti casi di persone che rivendicano il territorio semplicemente occupandolo. Sebbene l'occupazione della terra possa darti un argomento legale per possederla, senza riconoscimento da parte dei paesi circostanti e delle organizzazioni internazionali come le Nazioni Unite, la tua richiesta non significherà molto.

Jeremiah Heaton, l'americano diventato autoproclamato "re" di Bir Tawil nel 2014, ha affermato che sta pianificando di avvicinarsi all'Egitto, che ha di fatto il controllo dell'area, per riconoscere la sua sovranità e aiutarlo a usare la terra per alcuni una sorta di progetto agricolo di beneficenza, anche se sta anche intrattenendo offerte di società private per creare una zona libera dai regolamenti ai confini di Bir Tawil.

Nel 2015, Vít Jedlička, un politico e attivista ceco, rivendicò un appezzamento di terra tra la Serbia e la Croazia lungo il Danubio e lo dichiarò Liberland. Liberland vuole essere una specie di paradiso libertario, da cui il nome. Le tasse sono pagate volontariamente e ci saranno solo una manciata di leggi per governare il paese di 2, 7 miglia quadrate. Non è stato riconosciuto dalle Nazioni Unite.

Non sono le ricchezze che cercano

La verità su Bir Tawil e Liberland e su molti altri luoghi simili sulla Terra è che sono rimasti non reclamati perché semplicemente non c'è motivo di rivendicarli. Senza terreni agricoli, petrolio o altre risorse naturali, nessun paese o individuo ha alcun motivo pratico per prendere il controllo.

Tuttavia, ciò non diminuisce il fascino romantico di rivendicare e presiedere un regno moderno. Ispirato da racconti come "La famiglia svizzera Robinson" e la vera storia di "L'ammutinamento del Bounty", le persone sono cresciute fantasticare sull'avventura di stabilire una nuova civiltà.

Per lo meno, storie come quella di Bir Tawil alimentano quel tipo di sogni ad occhi aperti e spingono la gente a porre la domanda: ci sono altre terre che non sono state rivendicate?

Marie Byrd Land in Antartide prende il nome dalla moglie dell'esploratore Richard E. Byrd (Foto: NASA / Wikimedia Commons)

Il più grande territorio non reclamato sulla Terra si trova in Antartide. Marie Byrd Land, una collezione di 620.000 miglia quadrate di ghiacciai e formazioni rocciose, si trova nella parte occidentale del continente più meridionale. A causa della sua lontananza, nessuna nazione l'ha mai rivendicato. Con temperature che non si avvicinano nemmeno al superamento del congelamento, questo non è certo il luogo perfetto per il lancio di un regno paradisiaco.

Gli Stati Uniti avrebbero potuto presentare un reclamo a Byrd Land prima del Trattato antartico del 1959; tuttavia, questa affermazione non è mai stata resa ufficiale. Oggi, Marie Byrd Land rientra nel trattato, e poiché il documento vieta qualsiasi nuova espansione o rivendicazione, prendere praticamente qualsiasi tipo di controllo legale su questo territorio sarebbe quasi impossibile.

Questo lascia gli oceani.

A causa delle immagini satellitari e dell'esplorazione esaustiva delle acque del mondo, è molto improbabile trovare isole sconosciute che non sono state ancora rivendicate da nessuna nazione.

Il magnate inglese degli affari Richard Branson possiede Necker Island nelle Isole Vergini britanniche. (Foto: kansasphoto / flickr)

Detto questo, le persone benestanti hanno acquistato molte isole private. In tutti questi casi, tuttavia, l'isola fa parte di un più ampio paese sovrano e le persone che vivono lì o visitano sono soggette alle leggi del paese. Famosi imprenditori come Richard Branson, che possiede una piccola massa terrestre nelle Isole Vergini britanniche, e il miliardario Red Bull Dietrich Mateschitz, che ha recentemente acquistato l'isola Fijiana di Laucala, sono esempi di questo fenomeno.

Forse un'isola recentemente formata dall'attività vulcanica sarebbe la migliore possibilità per qualcuno di invocare la terra nulli e diventare un sovrano della propria utopia. Tuttavia, la quantità di tempo, denaro e abilità diplomatiche necessarie per stabilire una nazione ufficialmente riconosciuta sono sufficienti a rendere l'idea di governare un regno reale nient'altro che una fantasia per la maggior parte delle persone.

Questa storia è stata originariamente pubblicata a settembre 2014 ed è stata aggiornata con nuove informazioni .

Articoli Correlati