Le uova di Olm alla fine si schiudono nella rara nascita del 'drago'

L'olmo è quasi troppo bizzarro per crederci. Soprannominato "baby dragon" e "pesce umano", l'abitante della caverna deve il suo aspetto strano agli adattamenti sotterranei come branchie esterne, occhi coperti di pelle e un corpo lungo e pallido. Se questo non è abbastanza alieno, può anche vivere per 100 anni, passare un decennio senza cibo e usare l'elettricità per "vedere" nell'oscurità totale.

Gli olmi si sono nascosti in profondità in alcune parti d'Europa per 200 milioni di anni, o circa 1.000 volte più a lungo di quanto la nostra specie sia esistita finora. Le salamandre spettrali delle caverne furono riportate per la prima volta nel 1689, quando il naturalista sloveno Janez Vajkard Valvasor le comprese in modo comprensibile per la progenie dei draghi.

Da allora la scienza l'ha chiarito, eppure le olme rimangono avvolte nel mistero secoli dopo. E nonostante la loro lunga storia di evasione e confusione, ora rappresentiamo una delle maggiori minacce della specie - e forse uno dei suoi migliori alleati.

Date le loro lunghe durate di vita, gli olmi adottano un approccio senza fretta al romanticismo. Si riproducono solo una o due volte ogni dieci anni, rendendo le uova di olmo uno spettacolo estremamente raro. Ecco perché gli scienziati erano così entusiasti di un gruppo di 64 uova deposte in una grotta in Slovenia all'inizio di quest'anno. E ora, quattro mesi dopo che quelle guide sono state scoperte da una guida turistica, i piccoli draghi hanno finalmente iniziato a schiudersi:

Questa piccola olmo è nata il 30 maggio, seguita da un altro dei suoi fratelli il giorno dopo. (Foto: Grotte di Postumia)

"Il nostro primo drago si è letteralmente sparato dall'uovo in un solo tentativo", secondo un comunicato stampa della Grotta di Postumia, dove si trovano le uova. Il primo uovo covato il 30 maggio, seguito da un secondo il 1 ° giugno, riporta la BBC.

Una donna olmo ha deposto 64 uova per diverse settimane in gennaio e febbraio, 23 delle quali sono state ritenute vitali dagli scienziati. Persino quelle uova hanno avuto forti ripercussioni, sottolinea l'agenzia di stampa slovena, citando una stima secondo cui, in condizioni naturali, solo una delle uova su 250 olm cova mai. Ma poiché queste uova sono protette dai predatori, gli operatori delle caverne dicono di sperare che tutti e 23 si schiudano.

La grotta di Postumia si tuffa per almeno 24 chilometri (15 miglia) sotto la Slovenia, scavata nel calcare per milioni di anni dal fiume Pivka. È una destinazione turistica popolare, grazie a scenari drammatici, olmi autoctoni e un acquario costruito all'interno della grotta, che contiene anche olmi per una più facile visione pubblica. Quell'acquario è dove si trovano le nuove uova di olmo, offrendo un insolito livello di visibilità per le timide salamandre. Fino ad ora, sono stati visti emergere dalle uova solo in un ambiente di laboratorio.

Questa foto mostra una delle uova di olmo del 2016 poco dopo la sua deposizione. (Foto: Iztok Medja / Postojnska Jama)

Gli olmi sono interamente acquatici, a differenza della maggior parte degli anfibi, e il loro stile di vita sotterraneo ha permesso alla loro pelle di abbandonare il pigmento e crescere sugli occhi. Riescono ancora a percepire un po 'di luce, ma non è nulla in confronto agli altri sensi più strani.

"Al posto della vista, l'olm ha sviluppato un acuto sistema sensoriale per la caccia al buio", spiega la Zoological Society di Londra. "La parte anteriore della testa dell'olmo trasporta sensibili chemio, meccano ed elettrorecettori. Gli olmi hanno uno dei migliori sensi olfattivi di qualsiasi anfibio e sono in grado di rilevare concentrazioni molto basse di composti organici nell'acqua attraverso l'olfatto e il gusto ".

Insieme alle orecchie specializzate nell'udire sott'acqua, la capacità delle olive di percepire i campi elettrici e magnetici - e di rilevare sottili segnali chimici nell'acqua - più che compensare i loro occhi non sviluppati. E anche se tutte quelle abilità non riescono ad aiutarli a trovare cibo, possono sopravvivere 10 anni senza un pasto. Eppure, nonostante tali adattamenti impressionanti, 200 milioni di anni di evoluzione potrebbero non aver ancora preparato olmi per noi.

Gli olmi sono i soli veri vertebrati delle caverne in Europa e le uniche specie del genere Proteus . (Foto: Jure Makovec / Getty Images)

Gli scienziati non dispongono di dati sufficienti per stimare l'abbondanza complessiva di olmi, ma a causa del declino della popolazione osservato negli ultimi decenni, le salamandre sono elencate come vulnerabili nella Lista rossa delle specie minacciate di estinzione della IUCN.

La principale minaccia per le olmi è la trasformazione delle foreste e dei campi sopra le loro grotte, secondo l'IUCN, "in gran parte attraverso il turismo, i cambiamenti economici e l'aumento dell'inquinamento delle acque". Tale sconvolgimento ha un effetto diretto sulla qualità dell'habitat disponibile per gli olmi, che dipendono da acqua pulita e sono suscettibili all'inquinamento che filtra dalla superficie. Anche il bracconaggio per il commercio di animali da compagnia è stato un pericolo persistente, anche dopo che la Slovenia ha protetto legalmente le olive nel 1922, ma secondo quanto riferito i meccanismi di protezione del paese sono migliorati da quando è entrata nell'Unione europea nel 2004.

Postumia è conosciuta come "la regina delle grotte slovene": elogi in un paese con 11000 grotte. (Foto: Shutterstock)

Per quanto rare siano le uova di olmo, Postumia ha una recente esperienza. Nel 2013 un'altra femmina olm ha abbellito la grotta con le uova, ma alcune sono state mangiate dai predatori (compresi altri olmi) e gli altri non si sono schiusi. Gli scienziati hanno imparato da quel fallimento, e stanno prendendo ulteriori precauzioni con il raccolto 2016. Tutte le olive tranne la madre sono state rimosse dal serbatoio, mentre il personale della caverna ha aggiunto ulteriore ossigeno all'acqua e ha usato delle ombre per proteggere le uova dalla luce. Ogni neonato viene messo nella propria vasca per sicurezza, dove riceve cibo e cambi d'acqua giornalieri per combattere le infezioni.

"Ci siamo presi cura delle uova senza sosta, osservandole, collegando i risultati scientifici con la nostra esperienza", spiega la direzione della caverna nel comunicato stampa. "Abbiamo dovuto prendere decisioni che nessuno aveva preso prima. Tutto era nuovo."

Nota del redattore: questo articolo è stato aggiornato da quando è stato pubblicato per la prima volta il 3 marzo 2016.

Articoli Correlati