Lo spostamento del nord magnetico di 30 miglia all'anno potrebbe segnalare l'inversione dei poli

Ogni volta che si tiene in mano una bussola, l'ago punta verso il nord magnetico vicino al Polo Nord. Per secoli, il nord magnetico ha guidato navigatori ed esploratori in tutto il mondo.

Ma il polo nord magnetico si sta attualmente spostando a una velocità maggiore rispetto a qualsiasi momento della storia umana.

"Si sta muovendo a circa 50 km (30 miglia) all'anno. Non si è spostato molto tra il 1900 e il 1980, ma è davvero accelerato negli ultimi 40 anni", ha detto a Reuters Ciaran Beggan, del British Geological Survey di Edimburgo.

Nel 2020 era previsto un aggiornamento quinquennale del World Magnetic Model (WMM), che è stato spostato dopo che l'esercito americano ha richiesto una revisione anticipata. Un nuovo aggiornamento del MMM è stato rilasciato il 10 dicembre, dopo un anno di modifiche.

Il nuovo modello prevede che il polo magnetico nordico continuerà a spostarsi verso la Russia, anche se a una velocità che diminuisce lentamente, fino a circa 40 chilometri all'anno rispetto alla velocità media di 55 chilometri (circa 34 miglia) negli ultimi 20 anni. Il modello è opera del National Centers for Environmental Information (NCEI), che fa parte del NOAA, e del British Geological Survey.

Perchè importa

Questa è una mappa globale della declinazione e delle posizioni dei dip pole per il 2020. (Foto: NOAA NCEI / CIRES)

I cambiamenti in corso stanno causando gravi problemi agli animali dell'aviazione, della navigazione e della migrazione che utilizzano il campo magnetico terrestre per orientarsi. Alcuni aeroporti hanno persino cambiato i nomi delle loro piste per corrispondere meglio alla loro direzione attuale rispetto al nord magnetico.

Sin dalla scoperta del polo nord magnetico nel 1831, i geologi hanno seguito i suoi progressi. A differenza del vero nord (che è contrassegnato dall'asse terrestre), il nord magnetico è costantemente in movimento a causa di cambiamenti nel nucleo fuso del pianeta, che contiene ferro. Nel corso della maggior parte della storia registrata, il polo è stato posizionato nella gelida isola canadese di Ellesmere, o intorno a essa, ma se continua a muoversi al suo ritmo attuale, non passerà molto tempo prima che si trovi sopra la Russia.

La cosa che rende davvero così insolito il movimento attuale del palo, tuttavia, è la velocità con cui si sta spostando. Solo nell'ultimo decennio, il movimento è aumentato di un terzo, eliminando le bussole di circa 1 grado ogni cinque anni.

I cambiamenti così rapidi hanno già causato grossi mal di testa alla Federal Aviation Administration degli Stati Uniti. Nel 2011, l'aeroporto internazionale di Tampa in Florida ha ribattezzato tutte le sue piste, che prendono il nome dal grado in cui indicano una bussola. Modifiche simili sono state apportate alle passerelle di Fort Lauderdale e Palm Beach.

Il polo mobile può anche diventare una grave preoccupazione per la fauna selvatica migratoria, come uccelli, tartarughe e altre creature marine che usano il campo magnetico terrestre per navigare su grandi distanze. Non è chiaro se questi animali siano in grado di ricalibrare i loro istinti di navigazione per compensare i cambiamenti.

Tuttavia, l'asta mobile non influirà davvero sulla nostra vita quotidiana, come l'uso dei nostri smartphone o dispositivi GPS. "Non influisce davvero sulle medie o basse latitudini", ha detto Beggan. "Non interesserebbe davvero nessuno alla guida di un'auto."

Il polo nord alla fine si ribalterà?

Ma alcuni esperti ritengono che potrebbe essere l'inizio di una completa inversione dei poli, secondo l'Independent.

Il rapido spostamento della posizione del polo ha spinto alcuni esperti a ipotizzare che l'intero campo magnetico terrestre si stia preparando a "capovolgere", per cui tutte le bussole si invertono e puntano a sud anziché a nord. Può sembrare radicale, ma nel tempo geologico le inversioni polari sono relativamente comuni. Sebbene in genere si verifichino una volta ogni 400.000 anni circa, sono passati 780.000 anni dall'ultimo capovolgimento.

Gli scienziati non sono d'accordo su come un'inversione polare avrebbe effetti sugli ecosistemi in tutto il mondo, ma alcuni allarmisti avvertono di una catastrofe che altera il pianeta, per cui terremoti e tsunami monumentali minacciano la Terra per decenni. Sebbene tali profezie radicali del giorno del giudizio universale non possano essere completamente escluse, la grande maggioranza degli scienziati offre previsioni più temperate, afferma la NASA.

"Le inversioni richiedono in genere circa 10.000 anni", ha dichiarato Jeffrey Love della US Geological Survey. "E 10.000 anni fa la civiltà non esisteva. Questi processi sono lenti e quindi non abbiamo nulla di cui preoccuparci".

Nota del redattore: questo articolo è stato aggiornato da quando è stato pubblicato originariamente nel marzo 2011.

Articoli Correlati