Lo strano, adorabile mistero dei piedi pelosi del ragno

C'è qualcosa di affascinante nei piccoli piedini di ragno pelosi. Sembrano appartenere ai cani. O forse anche i gatti.

Recentemente, sui social media sono circolate immagini di "zampe" di ragno peloso con persone che trasudano e si lamentano di quanto siano carine e di quanto assomiglino alle appendici di animali da pelliccia.

La foto macro del fotografo Michael Pankratz del piede peloso di un ragno - in realtà Avicularia geroldi, una specie di tarantola - sta facendo il giro online, paragonandosi a una zampa di cane o gatto.

Foto del fotografo Michael Pankratz di "Avicularia geroldi maschio adulto, pinktoe". (Foto: usato con il permesso di Michael Pankratz / flickr)

Ma quei piedi sfocati - tecnicamente ciuffi di artigli di ragno - hanno tutti i tipi di scopi interessanti.

L'aracnologo Norman Platnick, curatore emerito dell'American Museum of Natural History, dice a Site "la somiglianza con cani o gatti è solo nella mente di chi guarda".

Tutti i ragni hanno alcune strutture simili a capelli, chiamate setae, sulle loro gambe. Ma non tutti hanno ciuffi di artigli, che sono aree pelose che circondano gli artigli all'estremità delle gambe.

"Circa la metà delle famiglie di ragni ha ciuffi di artigli. Questi animali di solito hanno solo due artigli sulla punta delle gambe e di solito cacciano ragni, che inseguono la loro preda", dice Platnick. "I ragni per la costruzione di siti Web in genere hanno tre artigli; i due artigli accoppiati, come quelli trovati nei ragni da caccia, oltre a un terzo artiglio più piccolo, non accoppiato che li aiuta a manovrare sui loro fili di seta."

Cani e gatti non devono usare i piedi per tutti i compiti dei ragni. Ecco un paio di esempi interessanti:

I ragni usano i piedi per attaccare

I ragni usano i capelli sui loro piedi per arrampicarsi facilmente su quasi tutte le superfici. (Foto: Eliane Haykal / Shutterstock)

"I ciuffi di artigli di questi ragni forniscono ulteriori proprietà adesive, facilitando la salita degli animali", afferma Platnick. "Ad esempio, molte tarantole possono persino arrampicarsi sul vetro, nonostante il loro peso relativamente pesante."

Poiché i piccoli peli sui loro piedi sono sia piccoli che flessibili, sono in grado di entrare in contatto con molte parti di una superficie, aderendo più facilmente, anche quando sono capovolti. Il loro attaccamento è dinamico, il che significa che è solo temporaneo. A causa di questa malleabilità, National Geographic paragona l'adesione a quella di un post-it, rispetto alla super colla di un cirripedi.

“I sistemi di attacco permanenti, come la colla, sono spesso molto più forti e non riutilizzabili, mentre i sistemi di attacco temporanei, come i cuscinetti adesivi pelosi, possono essere usati più volte [e] aderiscono abbastanza forte da trattenere l'animale, ma il contatto può essere allentato molto rapidamente e senza sforzo ", ha detto a NatGeo Jonas Wolff, un biologo dell'Università di Kiel in Germania.

I ragni usano i capelli per "sentire" e "annusare"

Molti ragni hanno modificato i setae sull'ultimo segmento delle loro gambe che usano per scopi sensoriali, dice Platnick. "Ad esempio, molti ragni hanno tricobotri [peli verticali] che sono estremamente sensibili sia alle vibrazioni disperse nell'aria che al substrato (cioè, " sentono "con i loro piedi). Molti ragni hanno anche setole modificate che sono sensibili (cioè, anche "con i piedi)."

Secondo il Museo australiano, questi peli sono così altamente sensibili alle vibrazioni disperse nell'aria che il ragno può percepire i battiti delle ali di una falena o volare mentre si avvicina o essere avvisato della presenza di una vespa predatrice.

In uno studio i ricercatori hanno incollato minuscoli trasmettitori alle spalle di 30 ragni di frusta catturati dalla foresta pluviale costaricana. In un gruppo, si dipinsero sugli occhi con lo smalto; in un altro hanno dipinto o rifilato le punte delle loro zampe anteriori a forma di antenna. Hanno quindi preso ogni ragno a circa 11 metri da casa sua e lo hanno rilasciato. La maggior parte dei ragni di controllo e quelli accecati dallo smalto sono tornati a casa. Tuttavia, quelli che hanno perso la punta delle gambe hanno perso la capacità di navigare.

I ricercatori pensano che i ragni abbiano usato i sensori dell'olfatto sulle gambe per trovare la strada di casa, ma probabilmente non erano sicuri di quali odori stessero seguendo. "Qui sta il mistero", dice il ricercatore capo Verner Bingman a Discover.

Guarda l'esperimento del ragno frusta in questo video:

Articoli Correlati