Non sei soddisfatto del tuo Patronus? Può cambiare

Il sito Web di Pottermore di JK Rowling consente ai fan della sua serie di libri più venduti di imparare le risposte a diverse domande su cui i semplici Babbani potevano solo una volta speculare, come in quale casa di Hogwarts sarebbero stati ordinati e in quale tipo di bacchetta li avrebbero scelti nel negozio di Ollivander.

E oggi, il sito è attrezzato per rispondere a un'altra domanda su cui i fan di Potter hanno riflettuto a lungo: quale forma avrebbe preso il loro Patronus.

Come Remus Lupin racconta ad Harry in "Prigioniero di Azkaban", un Patronus è "un guardiano che funge da scudo tra te e il Dissennatore", una creatura oscura che si nutre della felicità umana.

Un Patronus assume la forma di un animale che riflette l'incantatore. Harry è un cervo come quello di suo padre, mentre Severus Snape era notoriamente una daina, lo stesso Patronus scelto dalla donna che amava, la madre di Harry.

Per scoprire il tuo Patronus, visita Pottermore.com/Patronus per un'esperienza 3D che presenta domande e suggerimenti scritti dalla stessa Rowling. Il quiz è a scelta multipla ma sensibile al tempo, incoraggiando gli utenti a fidarsi del loro istinto e rispondere immediatamente. Non rispondere abbastanza velocemente e la domanda svanirà.

Mentre la maggior parte dei Patronus assume la forma di creature esistenti nel regno animale Babbano - tra cui delfini, aquile, conigli e aardvarks - pochi fortunati impareranno che i loro Patronus assumono la forma di creature magiche come unicorni e ippogrifi, che Rowling ha notato Twitter è "raro".

Non pensi che il tuo Patronus sia adatto? Tieni presente che può cambiare. Nei "Doni della Morte", abbiamo appreso che il Patronus di Nymphadora Tonks è diventato un lupo dopo essersi innamorata di Lupin, un lupo mannaro.

“Basato sul fatto che i Patronus sono evocati richiamando ricordi felici, è ovvio che un Patronus potrebbe cambiare forma dopo che uno si innamora, e i ricordi usati per evocare il Patronus ruotano in gran parte intorno alla persona di cui l'incantatore è innamorato. ", Legge il Harry Potter Wiki.

In effetti, la stessa Rowling ha twittato oggi che il suo Patronus è cambiato nel tempo.

Come molti di voi hanno capito, il test Patronus di @pottermore è finalmente online!

- JK Rowling (@jk_rowling) 22 settembre 2016

Ho fatto il test @pottermore (che ho scritto) anni fa quando era un lavoro in corso e ho ottenuto un Patronus di martora. Ero felice, perché ...

- JK Rowling (@jk_rowling) 22 settembre 2016

... la mia passione per le creature magre è ben documentata. Tuttavia, quando abbiamo completato il test @pottermore la scorsa settimana, l'ho ripreso ...

- JK Rowling (@jk_rowling) 22 settembre 2016

... e ho scoperto che era cambiato (il che, come sappiamo, può succedere). Il mio nuovo Patronus ha associazioni personali e mi piace ancora di più ...

- JK Rowling (@jk_rowling) 22 settembre 2016

... per quanto mi riguarda, il test @pottermore funziona! Ecco il mio Patronus ... pic.twitter.com/xnjKfjGMx4

- JK Rowling (@jk_rowling) 22 settembre 2016

È un airone :) //t.co/MUZUYmRgZS

- JK Rowling (@jk_rowling) 22 settembre 2016

Se vuoi fare il quiz una seconda volta, dovrai creare un secondo account Pottermore, ma la scrittrice Melissa Veres, con sede a Houston - che ha ottenuto uno scoiattolo rosso la prima volta che ha fatto il test - dice che vale la pena trova il Patronus perfetto.

"Uno scoiattolo rosso non si sentiva in forma", ha detto. “Cosa fanno gli scoiattoli? Accumulano i dadi e fanno sterzare le macchine. Forse puoi obiettare che è un'opzione utilitaristica, qualcuno che si prepara e lavora sodo, ma non mi è sembrato collegato a me. E, come un serio fan di Harry Potter, queste cose chiaramente contano. Inoltre, durante il primo quiz, mi mancava di rispondere ad alcune domande a causa del buffering e delle distrazioni dei bambini. Volevo avere la possibilità di ripetere completamente il quiz e di provarlo davvero. "

Il nuovo Patronus di Veres? Un cigno nero - un Patronus di cui è molto contenta.

Condividi il tuo Patronus sui social media con #ExpectoPatronum.

Articoli Correlati