Non ti preoccupare amico! Va tutto bene

Senti l'espressione ovunque in questi giorni, dalla California a New York, da Londra a Christchurch, da Johannesburg alle Isole Cayman. "Nessun problema" è una frase inconfondibile che molti americani hanno ripreso da dove "Nessun problema" è stato interrotto, ma il suo significato (e le sue origini) sono diversi dalla vecchia espressione americana.

Una massima veramente australiana, "Nessuna preoccupazione", può essere fatta risalire al primo utilizzo nel 1966, che Richard D. Lewis documenta nel suo libro "When Cultures Collide: Leading Across Cultures".

Lewis cita la linguista Anna Weirzbicka che l'espressione esemplifica la cultura australiana, tra cui: "amabilità, cordialità, aspettativa di atteggiamenti condivisi (una propensione alla facile" compagna "), tenacia giocosa, buon umore e, soprattutto, ottimismo informale". Weirzbicka afferma che lo slogan è probabilmente il più australiano di tutte le insolite e specifiche frasi australiane, di cui ce ne sono molte.

Oppure, come scrive Annette Kobak sul New York Times, "L'incantesimo rituale 'no preoccupazioni' ha un fascino particolare quando si trova su uno sfondo di coccodrilli mangiatori di uomini ..." E forse fa parte di questo - gli australiani non sono propensi a preoccuparsi delle formiche quando ci sono crocs da affrontare, sia letteralmente che figurativamente.

Naturalmente subito dopo la sua adozione, "Nessun problema" si è diffuso nella vicina Nuova Zelanda, e poi, attraverso popolari soap opera australiane come "Neighbours", nel Regno Unito, dove ha rapidamente preso piede. E infine, qualche anno fa, è arrivato in America, partendo dalla costa occidentale e spostandosi verso est. Ne ho sentito parlare a New York negli ultimi quattro o cinque anni, soprattutto tra quelli che chiamerò il "set barista" dei viaggiatori più giovani.

Come doppia cittadinanza in Australia e negli Stati Uniti, "Nessuna preoccupazione" è stata a lungo la mia espressione preferita. Ogni volta che visitavo la famiglia Down Under, è stato un bel promemoria che mi trovavo in un paese in cui apprezzano i tempi di inattività e che lo stress non vale la pena.

"Nessun problema" viene utilizzato in ogni tipo di situazione: in risposta quando qualcuno ti aiuta con qualcosa (in un bar, riparazione di auto, ecc.) E in quel caso significa "Sto solo facendo il mio lavoro, ma grazie". Serve anche a calmare le persone che vanno fuori di testa - come in "Va bene, lo scopriremo". È anche una risposta quando ti scusi per qualcosa, come dire, calpestare qualcuno quando ci si sposta su una spiaggia affollata. Significa che non hai causato offesa.

Per me (decisamente preoccupante), la frase funziona assolutamente per calmare e rilassarmi e ricordarmi di non sudare le piccole cose.

"Nessuna preoccupazione" conferisce alla maggior parte delle interazioni in Australia un atteggiamento più rilassato (o l'atteggiamento è venuto prima?) Ed è un promemoria regolare che qualunque cosa abbia attirato la tua attenzione probabilmente non è poi così importante. Il che mi fa sperare che la sua introduzione negli Stati Uniti negli ultimi anni sia un segno che noi americani siamo pronti per una cultura più rilassata, meno incentrata sul lavoro. Sarebbe un'esportazione piuttosto fantastica da Down Under verso il resto del mondo, no?

Samela Harris, scrivendo nel giornale di Adelaide, The Advertiser, ha i suoi dubbi: "Gli americani non hanno idea dell'etimologia del" non preoccuparsi ". Quindi, mentre possono adottare allegramente il nostro mantra" niente preoccupazioni ", " nessuna preoccupazione "non potrà mai prendere come un atteggiamento ".

Cosa pensi? L'America può diventare più rilassata se cambiamo la nostra lingua?

Correlato sul sito:

  • 7 concetti culturali che non abbiamo negli Stati Uniti
  • 11 parole non traducibili
  • La lingua che parli influenza il modo in cui pensi?

Articoli Correlati