Parco nazionale degli Arches: una guida per l'utente

Arches National Park vicino a Moab, nello Utah, potrebbe essere il più grande giardino di sculture del mondo - un luogo dove Madre Natura ha usato il vento e l'acqua per scolpire più di 2000 archi di dimensioni che vanno da un'apertura di tre piedi a Landscape Arch, che misura 306 piedi da da base a base. E gli archi non sono le uniche opere esposte. Ci sono guglie e rocce equilibrate, pinne e monoliti erosi e lastre di slickrock punteggiate di buche.

Chi sapeva che l'erosione potesse essere così bella?

Storia

Il mosto dell'attuale parco nazionale fu posto sotto protezione federale quando il presidente Herbert Hoover proclamò Arches National Monument il 12 aprile 1929. Il presidente Franklin D. Roosevelt firmò un proclama che espande il monumento nazionale nel novembre 1938. Il presidente Lyndon B. Johnson fece il stessa cosa nel gennaio 1969. Il Congresso approvò la legislazione che conferiva lo status di parco nazionale dell'area nel 1971.

Cose da fare

Molti visitatori del Parco Nazionale degli Arches entrano in un parcheggio con vista, scatta qualche fotografia e scappano. Una serie di brevi e delicati sentieri escursionistici rende facile ottenere uno sguardo migliore degli archi che disegnano così tanti qui. Il percorso ad anello attorno alla base di Balanced Rock è a meno di mezzo miglio. L'escursione a Double Arch - due campate unite ad un'estremità - è piuttosto piatta e solo mezzo miglio avanti e indietro. È meno di mezzo miglio e mezzo per esplorare Sand Dune Arch e Skyline Arch, dove nel novembre del 1940 cadde una grossa fetta, raddoppiando le dimensioni dell'apertura dell'arco.

Gli escursionisti più avventurosi vorranno effettuare una prenotazione per un'escursione guidata dai ranger attraverso la fornace ardente, un labirinto di stretti canyon di arenaria. L'escursione dura circa tre ore e richiede un po 'di arrampicata su e giù per arenaria liscia.

A poco più di sette miglia, Devils Garden Primitive Loop è il sentiero più lungo stabilito nel parco. Il percorso - che, ancora una volta, comporta un po 'di arrampicata su slickrock - ti porta a otto degli oltre 2.000 archi nel parco.

Perché vorrai tornare

Il cielo notturno sopra il Parco Nazionale degli Arches si illumina praticamente, la Via Lattea nella sua piena gloria. L'isolamento del parco significa che le stelle non sono slavate dall'inquinamento luminoso delle aree più sviluppate del paese.

flora e fauna

Il paesaggio di arenaria del Parco nazionale degli Arches è popolato da più fauna selvatica di quanto ci si possa aspettare. Ci sono più di 50 specie di mammiferi trovati nell'alto deserto del parco, tra cui cervi muli, silvilago del deserto, topi canguro, coyote e pecore bighorn del deserto. Le pecore Bighorn, un tempo cacciate all'estinzione dalla zona, furono reintrodotte negli anni '80. Ci sono circa 75 pecore nel Parco nazionale degli Arches.

Ci sono anche più di 180 specie di uccelli nel Parco nazionale degli Arches. Sei quasi certo di individuare ghiandaie, uccelli blu e corvi di montagna. I visitatori fortunati vedranno un condor della California che si libra in alto sopra gli archi.

Dai numeri

Sito Web: www.nps.gov/arch

Dimensione del parco: 76.519 acri o 119 miglia quadrate

Visita del 2010: 1, 01 milioni

Fatto curioso: lo scrittore e attivista ambientalista Edward Abbey ha lavorato come guardia forestale stagionale presso il Parco nazionale degli Arches negli anni '50, e questa esperienza è narrata nel suo libro di memorie "Desert Solitaire".

Questo fa parte di Explore America's Parks , una serie di guide per l'utente ai sistemi di parchi nazionali, statali e locali negli Stati Uniti.

Articoli Correlati