Perché ai cani piace guidare in auto?

Il tintinnio delle chiavi della macchina o il semplice suono della parola "cavalcare" può mandare alcuni cani in parossismi di felicità. Danza frenetica e rimbalzi gioiosi fino all'apertura della portiera della macchina, poi un salto estatico dentro per un giro di quella che deve sembrare pura euforia.

Non sembrano esserci molte ricerche sul perché a così tanti cani piacciano i viaggi in auto, ma molti proprietari di cani hanno assistito in prima persona alla gioia. Gli esperti ipotizzano che potrebbe avere a che fare con cose come il buffet degli odori o semplicemente chi è in macchina con loro.

Stanley Coren, comportamentista per cani e professore di psicologia all'Università della British Columbia, sottolinea che i cani hanno 225 milioni di recipienti olfattivi nel loro naso, rispetto ai soli 50 milioni che abbiamo.

"Se rompi la finestra", dice Coren a Globe and Mail, "un cane ottiene una visione caleidoscopica del mondo attraverso il naso, mentre i profumi cambiano continuamente. Noi [umani] siamo animali visivi ... Un cane vive attraverso Il suo naso."

Immagina gli odori che sta raccogliendo mentre ti allontani dal tuo quartiere, dai parchi e dai ristoranti, dalle scuole e dalle attività commerciali e dai luoghi in cui sono stati moltissimi altri cani.

"Non sono sicuro che stiano diventando alti, di per sé", afferma la dott.ssa Melissa Bain, veterinaria dell'Università della California, Davis, a Car and Driver. "Ma stanno ricevendo molti input a velocità più elevata."

Inoltre, potrebbe solo sentirsi bene.

Ad alcuni cani potrebbe piacere solo il vento tra i capelli. (Foto: Robert Couse-Baker / flickr)

Ma potrebbero non essere solo gli odori che piacciono ai cani quando sono in macchina.

L'addestratore di cani del Vermont Kevin Behan crede che ai cani piaccia stare in macchina perché suscita sentimenti di caccia.

Quando il tuo cane è in macchina con il suo "branco" - le persone con cui è legato - e tutti voi ondeggiate e vi muovete insieme e affrontando la stessa direzione, questo movimento sincronizzato può dare al vostro cane la sensazione di far parte di un gruppo che è a caccia, dice Behan.

Behan spiega che alcuni cani sono così sorpassati da questo bisogno che pensano che gli animali e gli oggetti che vedono fuori dalla finestra siano prede. Una volta usciti dall'auto, devono liberarsi di tutta quell'energia:

"Per alcuni cani la sensazione può diventare così forte che quando la loro capacità emotiva o di trasporto viene superata, colpiscono le cose che passano. Questo è quando l'istinto della preda, un riflesso automatico e cablato, prende il sopravvento per uccidere. ( Dobbiamo ricordare che è solo nella nostra mente che un cane su un marciapiede è immobile rispetto al cane nell'auto in movimento. Per il cane nell'auto, il cane sul marciapiede si muove di 30, 40 o 50 mph e questo è un animale da preda abbastanza veloce.) Alcuni cani hanno una maggiore capacità di carico e possono conservare una sensazione di eccitazione per il potenziale momento futuro in cui saranno lasciati fuori dall'auto in modo da esprimere l'energia interiorizzata in modo concreto, come correre, rotolarsi per terra, giocare a frisbee o fare un'escursione con il loro proprietario ".

Anche se potrebbero esserci gravi istinti ereditari che entrano in gioco quando il tuo cucciolo entra nel sedile posteriore, la spiegazione potrebbe essere più semplice, afferma il dottor Brian Hare, professore associato di antropologia evolutiva della Duke University e fondatore del Duke Canine Cognition Center. Il tuo cucciolo probabilmente ha capito che un giro in auto di solito significa che finirai in un posto interessante.

Per lo meno, dice a Car and Driver, "i cani associano la macchina a un buon risultato:" Quando arrivo a questa cosa, succedono cose buone ". Al massimo capiscono che stanno andando da qualche parte. ”

Ma l'altra parte buona? Sono felici di venire da qualche parte con te, dice Hare.

"Se dai ai cani una scelta tra stare con una persona o con altri cani, i cani preferiscono stare con le persone."

Articoli Correlati