Perché dovresti parlare con le tue piante

Non è mai stato un momento migliore per diventare un genitore della pianta.

Ci sono maniglie di Instagram dedicate alle tendenze delle piante d'appartamento, annaffiatoi di design, servizi di consegna di impianti personalizzati, kit di rilevamento dell'umidità e storie della buona notte per le piante.

Questo nuovo libro per i nostri amici a foglia è un'intelligente idea di marketing di SpareRoom, un sito Web del Regno Unito dedicato ad aiutare le persone a trovare coinquilini e alloggi. "Bedtime Stories for Plants", scritto dall'autore per bambini Alice Hemming e illustrato da Livi Gosling, include una raccolta di tre racconti intitolati "The Three Ferns", "Longing" e "What Goes Around".

Le storie sono progettate per essere lette ad alta voce alle piante e possono essere scaricate gratuitamente da SpareRoom come eBook o audiolibro.

Matt Hutchinson, direttore di SpareRoom, afferma in un comunicato stampa: "Possedere una proprietà sembra un sogno lontano per molti giovani affittuari, ma vivere in un posto che sembra casa non dovrebbe essere. Con così pochi affitti che permettono agli animali domestici o che gli inquilini si ristrutturano, noi stai vedendo sempre più persone che si rivolgono alle piante d'appartamento come il modo ideale per personalizzare il loro spazio ".

Questo strumento promozionale esperto è anche basato sulla verità. In un'economia in costante mutamento e in un mondo immobiliare turbolento, i giovani stanno lottando per permettersi la loro prima casa o stanno tornando con i genitori. Quindi ha senso che le piante siano un modo accessibile e accogliente per rendere uno spazio altrimenti generico solo un po 'più accogliente.

I vantaggi di essere un genitore della pianta

SpareRoom ha lanciato il libro "Storie della buona notte per piante" per dare un tocco in più al fattore accogliente di casa tua. (Foto: SpareRoom)

"Ha perfettamente senso", aggiunge Hutchinson. "Le piante possono cambiare totalmente la sensazione anche dello spazio più funzionale, inoltre sono relativamente convenienti e, a differenza di mobili ingombranti o combinazioni di colori, puoi portarle con te quando ti muovi."

Prima di alzare gli occhi e incolpare i millennial di un altro accessorio frivolo, ricorda che chattare con le piante non è esattamente nuovo. Nel 1848, un professore tedesco di nome Gustav Fechner pubblicò un libro intitolato "Nanna (Soul-life of Plants)", prendendo in considerazione l'idea che parlare con le piante promuovesse la loro salute e crescita.

Un individuo noto che lo prese a cuore era un uomo di nome Principe Carlo. In un documentario della BBC del 2010 sulla sua casa, Highgrove House, dice: "Parlo felicemente con le piante e gli alberi e li ascolto. Penso che sia assolutamente cruciale. Tutto ciò che ho fatto qui, è come quasi con i tuoi figli. Ogni albero ha un significato per me ".

Nel 2009, la Royal Horticultural Society ha condotto uno studio di un mese su 10 giardinieri, sia uomini che donne. I giardinieri sono stati registrati leggendo opere letterarie e scientifiche, che sono state poi riprodotte attraverso un set di cuffie collegate a una pianta di pomodoro. Dopo un mese, tutte le piante erano diventate più alte delle due piante di controllo, ma quelle che ricevevano voci femminili andavano meglio di un pollice intero.

Per rendere lo studio ancora più meta, considera che una delle lettrici non era altro che la pronipote di Charles Darwin, Sarah Darwin. E cosa ha portato a leggere alla sua studentessa di piante? Nient'altro che l'opera fondamentale di Darwin, "Sull'origine delle specie".

Parlare di piante

Se hai finito le cose da dire, considera di leggere una storia della buonanotte alle tue piante. (Foto: SpareRoom)

Rich Marini, capo del dipartimento di orticoltura di Penn State, non trascura neanche l'idea di ninne nanne vegetali. "Non ci sono molte ricerche in questo settore", afferma. "Ma ci sono prove che le piante rispondono al suono".

I ricercatori hanno studiato il modo in cui le piante comunicano tra loro da un po 'di tempo, quindi ha senso che l'aggiunta di un elemento umano non possa certo far male. "Il vento o le vibrazioni indurranno cambiamenti nella crescita delle piante", aggiunge Marini. "Poiché il suono è essenzialmente vibrazione, la mia ipotesi è che la vibrazione stia causando una risposta."

Naturalmente, tutta la lettura del mondo non aiuterà la tua pianta se non ricordi di annaffiarla. Se vuoi essere un genitore Plant di successo, segui le basi. "La cosa migliore che le persone possono fare per aiutare le loro piante a crescere è fornire loro luce, acqua e minerali", afferma Marini.

Ma se ti ritrovi a gridare ninne nanne di notte alle tue felci o a sussurrare dolci cose ai tuoi succulenti, non essere imbarazzato. Certamente non ostacolerà la crescita della tua pianta, e chi lo sa? Potrebbe solo aiutare la tua crescita interiore.

Articoli Correlati