Perché i fiumi hanno bisogno di guardiani del fiume?

Quanto conosci il tuo fiume più vicino? Anche se non sei sicuro di dove si trovi o come sia, probabilmente hai una relazione molto più stretta di quanto pensi.

La maggior parte delle persone si affida ai fiumi per una varietà di preziosi servizi ecosistemici e non solo per quelli ovvi come l'acqua e i pesci. Le pianure alluvionali dei fiumi spesso rendono eccellenti terreni agricoli, ad esempio, mentre i fiumi stessi tendono a creare posti di lavoro e attività economiche. I fiumi possono trasportare persone e merci, regolare l'erosione e le inondazioni, fornire habitat faunistico e paesaggi rilassanti e sostenere foreste rivierasche che offrono vantaggi propri. Eppure, dopo generazioni di maltrattamenti, molti fiumi ora si affidano anche a noi.

Questo è stato il punto del National River Cleanup Day di questo mese, un evento annuale che riunisce migliaia di americani per trascorrere una giornata godendo e assistendo i fiumi locali. Fa parte del programma National River Cleanup, lanciato nel 1991 da American Rivers senza scopo di lucro, che consente agli organizzatori locali di registrare le pulizie dei fiumi in cambio di sacchi della spazzatura gratuiti, assistenza con copertura mediatica, promozione volontaria e supporto tecnico. Da allora oltre 1, 3 milioni di volontari hanno aderito a migliaia di pulizie, coprendo 253.000 miglia fluviali e rimuovendo 25 milioni di libbre di detriti.

I kayakisti emergono dalla nebbia sul fiume Chattahoochee a nord di Atlanta. (Foto: Russell McLendon)

Potrebbe essere solo una goccia nel secchio, ma cosa succede se simili pulizie di massa si verificano ogni mese o ogni settimana? Questo è il motivo per cui abbiamo vacanze come questa; che si tratti della Giornata della Terra, della Giornata della specie in via di estinzione, della Festa della mamma o della Festa dell'indipendenza, l'idea è quella di suscitare apprezzamento - e azione - che sopravvive alla giornata stessa. Incoraggiando migliaia di persone a essere orgogliose dei propri fiumi, National River Cleanup fa parte di un ampio sforzo per aiutare un numero maggiore di americani a rimuovere i loro paraocchi ecologici e sentirsi protettivi nei confronti dei loro unici ambienti naturali.

Sarebbe utile in quasi ogni momento, ma può essere particolarmente importante quando i venti politici cambiano. Questo è in mostra ora, dicono alcuni ambientalisti, poiché l'amministrazione Trump fa galleggiare politiche che potrebbero minacciare decenni di progressi per i fiumi statunitensi. Quando un governo trascura una risorsa pubblica come un fiume - che non ha quasi precedenti nella storia degli Stati Uniti - le nostre speranze spesso cadono in una coalizione libera di ambientalisti cittadini, sia per proteggere il fiume sia per sostituire i politici che non lo faranno.

I volontari rimuovono la spazzatura dal fiume Clearwater dell'Idaho durante una pulizia per la Giornata delle terre pubbliche a settembre 2017. (Foto: US Bureau of Land Management, Idaho / Flickr)

Come dimostrano eventi volontari come le pulizie dei fiumi, quella coalizione è aperta a chiunque. Ma mentre la maggior parte di noi può permettersi di essere solo un conservatore part-time, la coalizione è sostenuta in gran parte da una rete centrale di guardiani a tempo pieno, compresi molti con un titolo di lavoro dal suono arcano come "guardiano del fiume", "guardiano della baia" o "guardiano dell'acqua ".

Potresti aver sentito quei termini prima, ma cosa significano? I guardiani del fiume pattugliano davvero i loro fiumi? Possono far rispettare le leggi ambientali? Per chi lavorano? In onore di questi misteriosi guardiani dell'acqua, ecco uno sguardo più approfondito al movimento del guardiano d'acqua e alle sue lezioni per il futuro della conservazione guidata dai cittadini.

Che cos'è un guardacaccia?

Il fiume Cuyahoga a Cleveland ha preso fuoco nel 1969 a causa delle acque reflue e dei rifiuti industriali. (Foto: US National Ocean Service)

Per quanto malsane siano oggi molte vie navigabili statunitensi, 50 anni fa erano addirittura peggiori. Non solo i fiumi erano spesso ammalati o alterati in modo miope nel 20 ° secolo, ma l'inquinamento incontrollato stava avvelenando gli ecosistemi acquatici su tutta la mappa. Gli incendi fluviali erano diventati sorprendentemente comuni: il famigerato incendio del 1969 sulla Cuyahoga dell'Ohio, per esempio, fu il decimo incendio del fiume in 100 anni.

Le cose erano altrettanto desolate per il fiume Hudson di New York, che a metà degli anni '60 era pieno di rifiuti industriali tossici e fognature. Ciò ha iniziato a ispirare vari interventi guidati dai cittadini, tra cui gruppi di difesa come Hudson River Sloop Clearwater, fondato dal cantante folk Pete Seeger nel 1966. Gli effetti sui pesci hanno anche fatto arrabbiare i pescatori locali, che si sono uniti nel 1966 per fare ciò che le autorità non avrebbero fatto, usando una legge federale del 1888 per affrontare direttamente gli inquinatori. Ha funzionato.

I detriti galleggiano sul fiume Hudson a New York City nel maggio 1973. (Foto: Wil Blance / EPA / US National Archives)

Questa fu l'origine dell'Associazione dei pescatori del fiume Hudson, che nel 1986 si ribattezzò Riverkeeper. Fu il primo a usare quel termine, anche se altri gruppi di conservazione in tutto il paese presero presto in prestito il suo nome insieme alle sue tattiche di successo. Nel 1999, la Waterkeeper Alliance è stata fondata come organizzazione ombrello per unire e supportare tutti i vari gruppi "custodi" negli Stati Uniti e all'estero.

Quasi 20 anni dopo, l'alleanza include ora oltre 330 organizzazioni e consociate in tutto il mondo, che pattugliano e proteggono collettivamente più di 2, 5 milioni di miglia quadrate (6, 5 milioni di chilometri quadrati) di corsi d'acqua in sei continenti.

I gruppi locali devono soddisfare determinati standard di qualità per aderire a Waterkeeper Alliance, ad esempio impiegando "un avvocato pubblico a tempo pieno, retribuito e non governativo per il corpo idrico identificato", che indossa il marchio Waterkeeper e funge da portavoce principale del corpo idrico. Questa persona ha il titolo di riverkeeper (o baykeeper, coastkeeper, ecc.), Così come l'organizzazione stessa. I membri dell'alleanza sono inoltre tenuti a mantenere una nave chiaramente identificata "che sia prontamente disponibile e utilizzata attivamente per le pattuglie", stabilire un numero di telefono per aiutare i cittadini a denunciare l'inquinamento e sostenere e far rispettare il rispetto delle leggi ambientali, tra le altre cose.

"Il modello di business funziona davvero", afferma Gordon Rogers, direttore esecutivo e guardiano del fiume per il Flint Riverkeeper della Georgia, che quest'anno festeggia il suo decimo anniversario. "È un modello di business dal naso alla mola, alzati e fallo tutti i giorni che funziona davvero. È basato sui cittadini, alimentato dalla cultura che si trova in un particolare spartiacque. Funziona in modo liberale area, funziona in un'area conservatrice - io lo chiamo transpartisan. Non è una cosa politica; è una cosa dell'acqua ".

Cosa fa un guardacaccia?

Il fiume Hudson di New York era afflitto da una vasta gamma di inquinanti tossici prima degli anni '70, tra cui bifenili policlorurati (PCB) di questo impianto di General Electric. (Foto: William Waldron / Newsmakers / Getty Images)

Il Riverkeeper originale trovò presto il successo con due oscure leggi federali: il Rivers and Harbors Act del 1888 e il Refuse Act del 1899. Le leggi ambientali moderne come la Clean Water Act non esistevano ancora, ma questi statuti vietavano l'inquinamento delle acque statunitensi - e ha offerto una taglia per chiunque abbia segnalato una violazione. Riverkeeper ha presto vinto il primo premio in assoluto in base alle leggi del 19 ° secolo, $ 2.000 da Penn Central Pipe, seguito da premi ancora più grandi per aver esposto altri inquinamenti illegali.

Bounties ha fornito a Riverkeeper le risorse necessarie per salvare l'Hudson, afferma l'avvocato ambientale e il presidente dell'Alleanza Waterkeeper Robert F. Kennedy Jr., che ha trascorso 33 anni con Riverkeeper come procuratore e membro del consiglio di amministrazione.

"Hanno usato quei soldi per costruire una barca e hanno assunto un guardacaccia a tempo pieno, un ex pescatore commerciale di nome John Cronin", dice Kennedy. "Ha usato i soldi delle taglie per assumermi nel 1984 come avvocato, e da allora abbiamo portato oltre 500 azioni legali di successo contro gli inquinanti del fiume Hudson. E oggi l'Hudson è un modello internazionale per la protezione degli ecosistemi".

Una vista del fiume Hudson a New York City al tramonto. (Foto: Ryan Lewandowsk / Shutterstock)

Mentre altri gruppi svolgono importanti lavori per promuovere la legislazione, afferma Kennedy, il modello di guardacaccia si concentra sull'applicazione da parte dei cittadini delle leggi esistenti.

"Abbiamo leggi ambientali davvero buone in questo paese, ma raramente vengono applicate perché le agenzie di regolamentazione vengono catturate dalle industrie che dovrebbero regolare", dice. "Fortunatamente, in ognuna delle 28 leggi che abbiamo approvato dopo la Giornata della Terra, abbiamo inserito la supervisione di un cittadino che dice - perché sapevamo che sarebbe successo - quando il governo non riuscirà a far rispettare la legge e c'è un violatore della violazione della legge ogni cittadino può mettersi nei panni dell'avvocato degli Stati Uniti e perseguire chi inquina, per sanzioni con il governo federale e per provvedimenti ingiuntivi. Ed è quello che facciamo ".

"Quando le persone si connettono, proteggono"

L'Airalachicola River Wildlife and Environmental Area Paddling Trail System vanta quasi 100 miglia di percorsi selvaggi selvaggi. (Foto: Peter Kleinhenz / Florida Fish and Wildlife Conservation Commission / Flickr)

I gruppi dell'Alleanza Waterkeeper devono soddisfare determinati standard, ma date tutte le differenze ambientali da uno spartiacque all'altro - e le differenze giuridiche tra i paesi - è inevitabilmente una coalizione libera, "dal basso verso l'alto", afferma Kennedy. Le mansioni lavorative variano ampiamente, con molti custodi che pongono una forte enfasi sull'impegno della comunità, che può proteggere proattivamente un fiume alimentandone la popolarità locale.

"Posso sicuramente dirti che se trascorri una giornata sul nostro fiume, ti innamorerai", afferma Georgia Ackerman, guardacaccia e direttore esecutivo dell'Apalachicola Riverkeeper della Florida, che compie 20 anni nel 2018. "Vivere il fiume aiuta a capirne complessità e magnificenza. Sappiamo che quando "le persone si connettono, proteggono". "

Allo stesso tempo, aggiunge, i guardiani del fiume sono "forze dell'ordine e vigili del fuoco di sorta", pattugliano i loro bacini idrografici in modo che possano rispondere rapidamente alle minacce. Ackerman pattuglia regolarmente l'Apalachicola in barca a motore, kayak e piedi, anche se tende a trovare più alleati che nemici. "Tutte queste attività mi offrono ampie opportunità di incontrare e interagire con le persone che vivono nello spartiacque di Apalachicola e ascoltare le loro storie", afferma. "Molti di loro fanno affidamento sul fiume e sulla baia per il loro sostentamento."

Barche ormeggiate attendono il giorno alla foce del fiume Apalachicola in Florida. (Foto: patchattack / Flickr)

E anche quando un custode cattura un inquinatore, potrebbe esserci ancora un ruolo di sensibilizzazione e istruzione prima di ricorrere ad azioni legali. "La maggior parte degli inquinatori con cui interagiamo potrebbero non aver saputo la cosa giusta da fare o che stessero effettivamente causando un impatto sul sistema fluviale", afferma Jason Ulseth, guardacaccia di Chattahoochee Riverkeeper in Georgia. "Quindi è sempre meglio se possiamo lavorare in modo cooperativo e proattivo con un inquinatore e farli fare la cosa giusta senza contenzioso."

Molte vie navigabili affrontano anche minacce meno ovvie rispetto a decenni fa, tra cui problemi complessi e di origine collettiva come acque piovane urbane tossiche, deflusso agricolo ricco di fertilizzanti, eccessivo utilizzo di acqua pubblica e cambiamenti climatici. Ciò non significa che l'inquinamento industriale della vecchia scuola sia un ricordo del passato; mostra solo quanto i guardiani delle acque di oggi devono evolversi con i bacini idrici che hanno giurato di proteggere.

"A un bivio"

Il John Day River, il fiume non arginato più lungo dell'Oregon, è uno degli oltre 200 fiumi selvaggi e panoramici attraverso gli Stati Uniti (Foto: Bob Wick / US Bureau of Land Management / Flickr)

Dato che il Riverkeeper originale era ancora ai suoi inizi, anche il pubblico americano si stava svegliando alla difficile situazione dei corsi d'acqua a livello nazionale. La pressione pubblica ha presto costretto il Congresso e la Casa Bianca a compiere passi più grandi verso la protezione degli ecosistemi.

Uno di questi passi è stato il Wild and Scenic Rivers Act del 1968, una legge che segna il suo 50 ° anniversario quest'anno. È stato progettato per preservare il flusso naturale di alcuni fiumi da dighe o altri sviluppi, un servizio che ora fornisce oltre 12.000 miglia di 200 fiumi in 40 stati e Puerto Rico. (Anche molte dighe statunitensi obsolete vengono ora rimosse - 86 sono state demolite nel 2017, secondo American Rivers, battendo il precedente massimo di 78 dighe nel 2014.) Altri passi si sono concentrati maggiormente sull'attenuazione dell'inquinamento, come la nascita del 1970 US Environmental Protection Agency (EPA) e il passaggio del 1972 del Federal Clean Water Act.

Il Clean Water Act ha avuto un notevole successo nei suoi primi 40 anni, nonostante non abbia raggiunto l'obiettivo di rendere tutte le acque degli Stati Uniti "fisabili e nuotabili" entro il 1985. Insieme ad altre protezioni federali - e agli innumerevoli sforzi dei conservazionisti dei cittadini - è uno dei motivi per lo stato relativamente non orribile di molti fiumi statunitensi oggi.

Il fiume Snake selvaggio e scenico scorre sotto un chiaro cielo notturno nell'Idaho. (Foto: Bob Wick / BLM / Flickr)

"Abbiamo fatto progressi. Cinquant'anni fa i nostri fiumi erano afflitti da un sacco di inquinamento. Non si poteva nuotare nella Willamette di Portland o nel Charles di Boston. Oggi molti fiumi sono più puliti e la gente li abbraccia come il battito del cuore di vita di città ", afferma Amy Kober, direttore nazionale delle comunicazioni di American Rivers, fondata nel 1973." Ma siamo a un bivio. L'amministrazione Trump sta svelando molte delle salvaguardie sulle quali siamo cresciuti per affidarci, acqua pulita e fiumi sani ".

"La più grande minaccia alla qualità delle acque della nostra nazione è alla Casa Bianca", aggiunge Jon Devine, direttore della politica federale delle risorse idriche presso il Natural Resources Defense Council (NRDC). "L'attuale amministrazione sta cercando di indebolire le protezioni per l'acqua pulita che proteggono le zone umide e la salute dei nostri fiumi, laghi e altri corsi d'acqua".

Svuotare la palude

L'amministratore dell'EPA Scott Pruitt testimonia davanti a una sottocommissione del Senato a maggio 2018. (Foto: Mark Wilson / Getty Images)

Preoccupazioni come queste sono in parte dovute all'amministratore dell'EPA Scott Pruitt, le cui politiche sono spesso oscurate dall'ondata di indagini etiche che affronta. Ma Pruitt - ex procuratore generale dell'Oklahoma e antagonista di vecchia data dell'agenzia che ora guida - ha anche fatto alcune mosse controverse legate alla politica ambientale, inclusa la qualità delle acque. Ad aprile, ad esempio, un promemoria trapelato ha rivelato che Pruitt aveva ordinato agli uffici regionali dell'EPA di "cedere le loro decisioni sulla legge sull'acqua pulita", il che significa che le decisioni chiave sulla conservazione delle vie navigabili sarebbero interamente a carico di Pruitt, eliminando dipendenti e scienziati dell'EPA che lavorano le regioni.

E a maggio, Union of Concerned Scientists ha rilasciato e-mail, ottenute ai sensi del Freedom of Information Act, che suggeriscono che l'EPA di Pruitt ha soppresso la pubblicazione di uno studio sugli effetti sulla salute di alcuni prodotti chimici tossici trovati nell'acqua potabile degli Stati Uniti. Lo studio mostrerebbe che queste sostanze chimiche minacciano la salute umana a un livello molto più basso di quanto l'EPA abbia ritenuto sicuro, secondo le e-mail. Eppure la sua uscita sarebbe "un incubo di pubbliche relazioni", ha scritto un assistente dell'amministrazione Trump in una e-mail.

"L'EPA era un'agenzia che proteggeva l'ambiente, ma ora è diventata questa marionetta da calza per le industrie che dovrebbe regolare", afferma Kennedy.

La protezione dei corsi d'acqua e dei loro ecosistemi "dovrebbe essere una questione non di parte", aggiunge. "Tutti vogliono aria pulita e acqua pulita e luoghi di arricchimento per portare i propri figli. E le opportunità per i loro figli di andare a pescare e di mangiare il pesce con la sicurezza di non avvelenarsi. Tutti vogliono quelle cose, ma l'industria cattura la politica sistema a causa del denaro ".

Una grande zona morta si forma ogni anno nel Golfo del Messico, alimentata dal deflusso della fattoria portato lì dal fiume Mississippi. Nel 2017, la zona morta è cresciuta fino a raggiungere un record di 8.776 miglia quadrate. (Immagine: N. Rabalais, LSU / LUMCON / NOAA)

I fiumi negli Stati Uniti raramente possono prendere fuoco in questi giorni, ma le fiamme non sono quasi l'unico segno di inquinamento delle acque. Le "zone morte" a basso contenuto di ossigeno si formano spesso nelle acque gravate dal deflusso delle fattorie ricche di nutrienti, ad esempio, mentre i pesci selvatici sono sempre più contaminati da sostanze chimiche e farmaceutiche che alterano il sistema endocrino (anche nel fiume Hudson). Nelle aree urbane, l'acqua piovana trasporta spesso sostanze inquinanti come benzina, olio per motori, fertilizzanti da prato e sale stradale nei corsi d'acqua e nelle zone umide.

E mentre queste fonti diffuse di inquinamento possono essere particolarmente difficili da controllare, anche molti corsi d'acqua sono ancora assediati dal tradizionale inquinamento "puntiforme". Ciò include non solo le emissioni provenienti da fabbriche e centrali elettriche, ma anche forme di inquinamento meno iconiche - un flusso inquinato da sterili tossici provenienti da una miniera vicina, ad esempio, o dal petrolio proveniente da una delle frequenti fuoriuscite di gasdotti del paese.

La fuoriuscita del gasdotto Enbridge del 2010, che ha scaricato circa 1 milione di galloni di petrolio nel fiume Kalamazoo nel Michigan, è una delle numerose fuoriuscite di gasdotti negli ultimi dieci anni. (Foto: Bill Pugliano / Getty Images)

"Più della metà dei nostri fiumi e torrenti non riescono a soddisfare uno o più standard di qualità dell'acqua", afferma Jon Devine della NRDC. E anche nei luoghi in cui l'inquinamento non è un grosso problema, la quantità di acqua soffre spesso a causa dello sviluppo o della diversione dell'acqua. "Il paese continua a subire una perdita netta di zone umide", aggiunge Devine, "e per la prima volta in 50 anni, tali perdite stanno accelerando".

C'è anche il cambiamento climatico, una minaccia crescente per le vie navigabili statunitensi che raramente sembra interessare l'amministrazione Trump. "Sia che tu viva in una città, in montagna, in una pianura alluvionale, in un deserto, ovunque - i cambiamenti climatici stanno avendo un impatto sulla tua acqua", afferma Amy Kober di American Rivers. "Possiamo aspettarci inondazioni più intense, siccità più lunghe e riserve idriche che potrebbero non essere più affidabili.

"La buona notizia è che i fiumi sani sono la prima difesa della comunità contro questi problemi", aggiunge. "Le comunità che stanno proteggendo i loro fiumi e le loro terre e che usano saggiamente l'acqua, saranno quelle che prospereranno".

La speranza è l'ultima a morire

Questi acquedotti primaverili della Panther Run della Pennsylvania sfociano infine nel fiume Susquehanna, che contribuisce per circa il 50 percento di tutta l'acqua dolce che entra nella baia di Chesapeake. (Foto: Nicholas A. Tonelli / Flickr)

Nonostante l'attuale stato della politica americana, ci sono ragioni per essere ottimisti sui corsi d'acqua americani. La speranza non è solo una necessità pratica, sostiene Kennedy, ma è supportata dal fatto che sappiamo già come risolvere gran parte di ciò che è rotto.

"Sono realistico, ma non credo che nessuno di noi abbia altra scelta che essere fiducioso", afferma Kennedy. "E c'è qualche motivo di speranza, perché ora abbiamo la tecnologia per risolvere la maggior parte dei nostri problemi ambientali. La domanda è davvero se abbiamo la volontà politica di adottare quella tecnologia. E quanto velocemente."

E mentre le soluzioni rapide sono improbabili, soprattutto per i cambiamenti climatici, queste non sono acque inesplorate. Le minacce potrebbero evolversi, ma gli Stati Uniti si sono già radunati in risposta a una crisi della qualità dell'acqua. Anche se non abbiamo ancora risolto molti problemi del secolo scorso, abbiamo dimostrato che, con le giuste tattiche e l'organizzazione, i comuni cittadini non sono impotenti a proteggere le loro risorse naturali.

Questo potrebbe non essere lo stesso della protezione del governo, ma come sottolinea Gordon Rogers del Flint Riverkeeper, la conservazione guidata dai cittadini è meglio di niente. "Non dovremmo esistere", dice. "Il governo dovrebbe fare le cose che stiamo facendo, ma noi siamo nella breccia perché i governi non stanno difendendo acqua pulita per tutti i cittadini. È vero in America e vero in ogni altro paese."

E in una democrazia, il crescente sentimento del pubblico su questioni come questa dovrebbe eventualmente arrivare al governo. In linea con lo spirito del guardiano del fiume, tuttavia, Kennedy sostiene che l'unico modo per assicurarsi che succeda qualcosa è farlo da soli.

"Le persone devono considerare che è molto più importante cambiare il tuo politico che cambiare la tua lampadina, perché l'unica cosa che può salvare il pianeta è il funzionamento della democrazia", ​​afferma. "E se non partecipiamo, se non possediamo la nostra democrazia, qualcun altro la possederà per noi".

Naturalmente, quando non sei impegnato a votare o contattare i tuoi legislatori, potresti sempre passare da un fiume all'altro per vedere il tuo fiume locale. Potrebbe essere buono per entrambi.

Articoli Correlati