Perché i galli non diventano sordi dal loro canto

C'è una ragione per cui un corvo gallo sveglia la fattoria dal sonno di una notte: può essere un rumore molto, molto forte. È così rumoroso, infatti, che devi chiederti come i galli non perdano l'udito.

Questo è esattamente ciò che i ricercatori dell'Università di Anversa e dell'Università di Gand in Belgio si stavano chiedendo quando hanno intrapreso questo studio sulla rivista Zoology. Il segreto? I galli non riescono davvero a sentirsi da soli.

Un corvo solo per le tue orecchie

Le nostre orecchie sono delicate. Un suono più forte di 120 decibel - che è all'incirca il suono di una motosega - può causare la perdita permanente dell'udito. Le onde di pressione dell'aria provenienti dal rumore possono, a causa di un'esposizione prolungata, danneggiare o addirittura uccidere le cellule che convertono le onde sonore nei rumori che il nostro cervello può elaborare. A 130 decibel, tutto ciò che serve è mezzo secondo per causare un po 'di danno all'udito.

Dato che i galli possono cantare almeno fino a 100 decibel, o il livello di decibel di un martello pneumatico, ti aspetteresti che sperimentino un po 'di sordità nel corso della loro vita. Invece, continuano a sentire bene e a salutare il nuovo giorno con uno spasso eclatante.

Per capire quanto fossero forti i galli e come fossero in grado di mantenere l'udito, i ricercatori hanno legato i microfoni alle teste di tre galli, con l'estremità di ricezione puntata verso le loro orecchie. Questo è stato fatto per misurare i livelli sonori che i galli stessi avrebbero sentito quando cantavano. Anche i corvi sono stati misurati a distanza. E un'altra misurazione è stata presa: i ricercatori hanno eseguito scansioni micro-CT su galli e galline in modo da poter distinguere la geometria di come i suoni rimbalzano nei rispettivi canali auricolari.

I livelli di decibel erano tutti oltre 100 decibel, il che significa abbastanza forte da causare potenzialmente danni. Un gallo ha persino colpito 140 decibel, o il livello sonoro sul ponte di una portaerei, e facilmente abbastanza forte da causare qualche danno.

Si scopre che i galli si tengono al sicuro dai loro corvi con un adattamento anatomico. Quando aprono i becchi al massimo, un quarto del condotto uditivo si chiude e i tessuti molli coprono il 50 percento del timpano. Fondamentalmente, hanno tappi per le orecchie integrati che li proteggono dai loro stessi rumori. Anche le galline sono protette. Come i galli, anche i canali auricolari delle galline si chiudono, ma non tanto quanto i loro colleghi maschi.

Questa capacità protettiva integrata ha senso da una prospettiva evolutiva. Il canto è anche un avvertimento per altri galli per cui si parla di questo particolare gruppo di galline, quindi regola i superlativi. Il gallo più rumoroso sarebbe finito per essere visto come il più adatto per accoppiarsi con le galline.

Articoli Correlati