Perché i nostri piedi si "addormentano"?

Questo succede a me ogni notte quando do una bottiglia a mio figlio appena nato. Inevitabilmente, si addormenta mentre si mangia, mi addormento mentre si nutre, e non sapresti, anche il braccio su cui giace la testa si addormenta. Pensavo che fosse perché quando facevi pressione sugli arti (come il braccio o il piede), impedisci al sangue di fluire verso quell'arto, creando una sensazione di formicolio e l'incapacità di muovere quella parte del tuo corpo per un minuto o due.

A quanto pare, i tuoi nervi sono più responsabili. Vedi, quando fai pressione su una certa parte del tuo corpo, stai comprimendo i percorsi nervosi nel processo. Quando questi percorsi nervosi non sono in grado di trasmettere messaggi dal tuo cervello a parti del tuo corpo, quella parte del tuo corpo “si addormenta” perché non è in grado di comunicare con il cervello.

Quando rilasci quella pressione (come quando il mio bambino si sveglia piangendo perché ho puntato la bottiglia sul suo dormiente ormai inzuppato invece che in bocca), allora il tuo arto inizia a "svegliarsi". Questo processo di solito è accompagnato da una sensazione di formicolio, che è i nervi degli arti che riattivano la loro comunicazione con il cervello. Una volta che la normale comunicazione tra il cervello e la parte del corpo riprende, la sensazione di formicolio scompare.

Questa sensazione non è solo fastidiosa; serve in realtà uno scopo molto importante: avvisarti che qualcosa non va. Se il tuo piede si addormenta per 10 minuti, niente di grosso. Ma se dovessi interrompere la comunicazione con il cervello da un arto (e anche dalla circolazione sanguigna) per un periodo di tempo prolungato, potresti causare danni ai nervi permanenti a quell'arto.

Il termine clinico per questa sensazione? Parestesia. Viene spesso descritta come la sensazione di "formicolio" che provi quando l'arto si addormenta. Sebbene il più delle volte una condizione transitoria, anche la parestesia può essere una condizione cronica - a causa di una malattia demielinizzante (come la sclerosi multipla, in cui la guaina mielinica attorno alle fibre nervose nel sistema nervoso centrale si deteriora) o della neuropatia, dove i neuroni sono danneggiato in modo permanente a seguito di una lesione o un'infezione. Questo tipo di parestesia non si verifica a seguito di un posizionamento scomodo degli arti, ma a causa del problema di fondo.

Di solito, però, l'intorpidimento e il formicolio che senti sono solo il risultato di una posizione scomoda di seduta o di sonno e si risolvono non appena ti organizzi in modo diverso. Tutto quello che devi fare è provare a spostare un po 'il tuo peso - poi dagli un minuto. E ricorda: la sensazione di "formicolio" che senti, anche se a volte irritante, è in realtà una cosa molto buona.

Altre forme di parestesia

Mentre il modo più comune di provare temporaneamente la sensazione di "formicolio" è incrociare le gambe o le braccia per troppo tempo, ci sono altre forme di parestesia che possono avere effetti a lungo termine e alcune che sono istantaneamente.

A volte, è possibile che i tessuti applichino pressione ai nostri nervi, come nella sindrome del tunnel carpale. Molte persone che usano frequentemente i computer soffrono di questa sindrome, che si verifica quando i tendini infiammati esercitano una pressione sul polso e provoca il formicolio alle mani.

Mentre il tunnel carpale può durare per mesi o addirittura anni, una certa parestesia dura solo pochi secondi. Uno comune è quando colpisci il tuo "osso divertente" (aka il nervo ulnare nel gomito). Il nervo scorre dalla spalla fino al mignolo e all'anulare, ma è particolarmente sensibile intorno al gomito perché non è protetto dalla carne. Quindi quando colpisci quella particolare parte del gomito, il tuo nervo ulnare invia un segnale rapido attraverso il nervo.

Anche avere un amore per il cibo piccante può causare la stessa sensazione di formicolio in bocca. La sensazione che provi quando mordi un peperone è causata da un recettore del dolore che reagisce alla capsaicina, la sostanza chimica attiva nel peperoncino. Quando è attivato, dice al tuo cervello che la tua bocca è troppo calda.

Nota del redattore: questo articolo è stato aggiornato da quando è stato pubblicato originariamente nel gennaio 2012.

Articoli Correlati