Perché odiare il coriandolo (e altri aromi) può essere genetico

Non sono una di quelle persone che sono geneticamente disposte a odiare il coriandolo (in effetti, lo adoro), ma ho un serio problema con un'altra verdura: il sedano. Lo odio così tanto che non riesco nemmeno a tenerlo nel mio frigorifero perché non riesco nemmeno a stare in piedi aprendo la porta del frigorifero e annusando il suo odore orribile. Ho un tale disgusto per questo che posso completamente relazionarmi con quei ben documentati philli coriandoli, come Julia Child, che dicono cose del tipo: "Lo sceglierei se lo vedessi e lo gettassi a terra", se l'hanno trovato nei loro piatti.

Secondo il New York Times, ha senso l'avversione al coriandolo e i suoi ricordi di sapore (le persone lamentano che l'erba ha il sapore di sapone o ricorda loro l'odore delle cimici) ha senso, dal momento che chimicamente sono simili a insetti e saponi. "I chimici del gusto hanno scoperto che l'aroma di coriandolo è creato da una mezza dozzina di sostanze e la maggior parte di questi sono frammenti modificati di molecole di grasso chiamate aldeidi. Le aldeidi uguali o simili si trovano anche in saponi e lozioni e nella famiglia di insetti ".

Ulteriori ricerche hanno dimostrato che non è il sapore, ma il profumo del coriandolo che è offensivo per alcune persone, e sembra essere perché coloro che hanno un'avversione in realtà odorano meno di altri. Non sentono l'odore della parte "buona" del coriandolo mentre quelli di noi che amano il coriandolo odorano quella parte. (Immagino che qualcosa di simile sia dietro la mia avversione per il sedano; è l'odore che è così terribile per me. Quando viene cotto in una zuppa, non mi dispiace affatto il sapore.)

Sembra che la cilantrofobia sia una cosa genetica, come Charles J. Wysocki del Monell Chemical Senses Center di Filadelfia ha preliminarmente determinato testando i gemelli per l'antipatia del coriandolo. È probabile che gemelli identici trovino entrambi il coriandolo meraviglioso o orrendo, suggerendo - ma non dimostrando - un vero legame basato sui geni.

Gli studi hanno scoperto che tra il 4% e il 14% delle persone che assaggiano il coriandolo pensano che abbia un sapore marcio o simile al sapone. La percentuale varia a seconda dell'etnia ed è più bassa nelle culture in cui l'erba è una caratteristica comune nella cucina locale.

E gli altri alimenti?

Si scopre che stiamo tutti assaggiando il mondo in modo leggermente diverso, a seconda dei nostri geni, secondo uno studio del 2013 in Current Biology chiamato "Olfaction: It Make a World of Scents". Riesci a sentire l'odore delle mele? Molte persone non possono. I pomodori sono un altro frutto che persone diverse percepiscono in modo diverso. Un altro studio del 2013 ha esaminato meccanismi specifici alla base del perché le persone percepivano gli alimenti in modo diverso.

"Siamo rimasti sorpresi da quanti odori fossero associati a geni", ha dichiarato l'autore dello studio Dr. Jeremy McRae in un comunicato stampa. "Se questo si estende ad altri odori, allora potremmo aspettarci che ognuno abbia il proprio insieme unico di odori a cui è sensibile. Questi odori si trovano in cibi e bevande che le persone incontrano ogni giorno, come pomodori e mele. Ciò potrebbe significare che quando le persone si siedono per mangiare un pasto, ognuna lo sperimenta nel proprio modo personalizzato. "

Quindi eccoti: probabilmente tutti sentiremo l'odore (e il gusto) degli alimenti in modo leggermente diverso, quindi non sentirti troppo male la prossima volta che il tuo compagno di cena indica le note di ciliegia o cuoio nel tuo vino e non hai idea di cosa siano parlare di. E forse il tuo odio quasi irrazionale di un certo cibo ha effettivamente una base nelle tue percezioni uniche.

Ehi, questa è la scusa che userò per evitare il sedano come la peste d'ora in poi.

Nota del redattore: questa storia è stata originariamente scritta nel giugno 2014 ed è stata aggiornata con nuove informazioni.

Articoli Correlati