Perché tutti sono così ossessionati dalla carta igienica?

Se potessimo riassumere i tempi virali in cui viviamo in poche parole, potrebbero essere: "Solo due per cliente".

Tutti diventano ansiosi quando il mondo prende una svolta incerta. E spesso trattiamo quell'ansia con un po 'di panico.

Uno studio pubblicato lo scorso anno sul Journal of Consumer Research ha scoperto che le persone acquistano cose in tempi difficili come mezzo per esercitare il controllo sulla propria vita. E non sono necessariamente nuovi vestiti o gadget. I ricercatori hanno notato che gli articoli di utilità - in particolare i prodotti per la pulizia - tendono a spostarsi più rapidamente dagli scaffali dei negozi.

L'accumulo di carta igienica, come forse il prodotto di pulizia più fondamentale, può rappresentare le nostre paure più fondamentali. Un nemico invisibile ci insegue. Sta chiudendo paesi come il domino, costringendo le persone a stare a casa, disconnesse dalla vita pubblica mentre arrivano sempre più cattive notizie sul coronavirus.

Forse le persone stanno stringendo il Charmin perché, in tempi incerti, dobbiamo aggrapparci a qualcosa. Forse una scorta di carta igienica porta assicurazioni.

C'è molto amore anche in un periodo di coronavirus. I rivenditori in Australia stanno dando agli anziani e alle persone con disabilità il proprio tempo per fare acquisti. Il miliardario cinese Jack Ma sta inviando all'America un regalo di 1 milione di maschere e 500.000 kit di test.

Ma soprattutto c'è paura. Ed è in nessun luogo più evidente che nel corridoio della carta igienica.

La verità sulla carta igienica

Il fatto è che in realtà non sta andando da nessuna parte. Nonostante tutte le parole taglienti e persino i gomiti più acuti lanciati dai predoni della carta igienica, sembrano mancare un fatto essenziale: non c'è carenza di carta igienica.

Come sottolinea il New York Times, i rivenditori che vedono svuotare i loro scaffali spesso li riforniscono in un giorno, spesso in poche ore. I produttori di carta igienica stanno aumentando con la domanda, ma stanno attenti a non aumentare la produzione in modo troppo drammatico.

Questo perché le persone con malattie respiratorie in realtà non hanno bisogno di più carta igienica.

Quindi perché i produttori dovrebbero aumentare drasticamente la produzione? Gli armadi si riempiono. Il mercato viene inghiottito. E poi, i prezzi scendono.

"Non ne stai usando più. Stai solo riempiendo il tuo armadio con esso", dice al Times Jeff Anderson, presidente del produttore di prodotti di carta Precision Paper Converters. "Cosa succede in estate quando la domanda si asciuga e le persone hanno tutto questo prodotto in più nelle loro case?"

Probabilmente la stessa cosa che succederà ai disinfettanti per le mani e alle salviette detergenti: le persone compreranno meno. Se una di queste industrie decide di incassare tutto quel panico che compra adesso, le fa male solo lungo la strada. Lento e costante sembra essere il ritornello dai produttori sia negli Stati Uniti che in Canada.

"Abbiamo tutta la materia prima, abbiamo tutte le risorse in esecuzione, abbiamo tutta la produzione, i nostri siti sono a piena capacità di recupero da questo picco", dice Dino Bianco, amministratore delegato di Kruger Products LP il Globe & Mail.

I produttori stanno aumentando la domanda, ma non stanno aumentando drasticamente la produzione. (Foto: Studio Dagdagaz / Shutterstock)

Il fatto è che le masse macchiate di carta igienica sono state infettate da qualcosa di molte volte più contagioso di qualsiasi coronavirus: la paura.

"Le persone, essendo creature sociali, ci guardiamo l'un l'altro in cerca di informazioni su ciò che è sicuro e ciò che è pericoloso", dice a Fox News Steven Taylor, psicologo clinico dell'Università della British Columbia. "E quando vedi qualcuno nel negozio che fa acquisti di panico, ciò può causare un effetto di contagio della paura."

"Le persone diventano ansiose prima della reale infezione", aggiunge. "Non hanno pensato al quadro generale, ad esempio quali sono le conseguenze della scorta di carta igienica."

O, naturalmente, la loro dignità che circonda la fogna.

E per quanto riguarda la corsa su asciugamani di carta? Non ci sono dati che suggeriscono che le persone infette tendano a versare le bevande più spesso. Ah . . apetta un minuto. Sappiamo cosa stai pensando di fare con quella roba. Sappi solo questo: gli asciugamani di carta non si rovinano facilmente all'impianto idraulico.

A differenza delle loro controparti igieniche, i tovaglioli di carta e i tovaglioli non sono progettati per rompersi quando entrano in contatto con l'acqua. Al contrario, in realtà. Lo tengono insieme, così possono assorbire il più possibile una fuoriuscita. Ma quella robustezza è ciò che impedisce loro di girare intorno allo scarico, intasando i tubi e creando un tipo di tempesta molto diverso in una tazza del water.

Se hai davvero bisogno del comfort di un armadio per il bagno ben fornito, ma non vuoi unirti ai barbari alle porte di Costco, c'è un'altra opzione: crea la tua carta igienica.

È un processo sorprendentemente semplice. Si inizia con alcuni fogli di giornale, che al giorno d'oggi potrebbero non essere facili da trovare. Ma le notizie di ieri, oltre ad essere un meraviglioso sostituto della carta igienica, possono anche ricordarci una verità potente anche nei momenti più bui: tutte le cose devono passare.

Articoli Correlati