Perché usiamo "baby talk" con i cuccioli?

Non puoi farci niente. Vedi quella dolce faccina e inizi subito a borbottare con una voce da cantante, "Ciao dolcezza! Chi è un bravo ragazzo ?!"

Tendiamo a parlare con i cuccioli come facciamo con i bambini, parlando lentamente con una voce acuta. Un team internazionale di ricercatori ha recentemente esaminato la scienza dietro ciò che chiamano "discorso diretto dai cani" per scoprire perché lo facciamo e se i nostri amici canini rispondono veramente ad esso.

Quando parliamo con i bambini, parliamo più lentamente, usando un tono più alto e più variabile, dicono i ricercatori. Tendiamo anche ad articolare le nostre vocali in modo più chiaro rispetto a quando parliamo con gli adulti. Questo "discorso diretto dai bambini" coinvolge e mantiene l'attenzione dei bambini di 7 settimane, che lo preferiscono al normale linguaggio degli adulti. I ricercatori hanno deciso di applicare le stesse regole ai cani.

L'esperimento della "torta dolce"

Per la prima parte dell'esperimento, alla gente è stato chiesto di dire la frase: "Ciao! Ciao tesoro! Chi è un bravo ragazzo? Vieni qui! Bravo ragazzo! Sì! Vieni qui, dolcezza! Che bravo ragazzo!" mentre guardo le foto di cuccioli, cani adulti, cani più grandi e poi non guardano foto. I ricercatori hanno quindi analizzato le registrazioni per vedere come sono cambiati gli schemi del linguaggio mentre le persone parlavano con cani di età diversa.

Hanno scoperto che i volontari hanno usato un discorso più acuto e più lento con un tono che variava quando parlavano con i cani. Il cambiamento più evidente è stato con i cuccioli, quando i volontari hanno aumentato il loro tono del 21 percento in media rispetto al linguaggio normale. (Il loro tono è aumentato in media dell'11 percento quando hanno parlato con cani adulti e del 13 percento con cani anziani.)

I risultati, che hanno coinvolto ricercatori degli Stati Uniti, del Regno Unito e della Francia, sono stati pubblicati sulla rivista Proceedings of the Royal Society B.

Cuccioli come 'cucciolo parlano'

I cuccioli sono più reattivi al linguaggio diretto dai cani e la loro risposta al tono più alto è un motivo chiave per cui. (Foto: Golden Pixels LLC / Shutterstock)

Per la seconda parte dell'esperimento, le registrazioni sono state riprodotte per cuccioli e cani adulti. I ricercatori hanno scoperto che i cuccioli hanno risposto più fortemente alle registrazioni dirette dai cani rispetto ai cani adulti. Ad esempio, hanno reagito più rapidamente a quelle registrazioni, osservando più frequentemente l'oratore e avvicinandosi più da vicino e per periodi di tempo più lunghi. I cani adulti nell'esperimento non sembravano preferire il modo in cui le persone parlavano loro.

"Una delle ipotesi era che noi umani usiamo questo discorso diretto dal cane perché siamo sensibili ai segnali del bambino che provengono dalla faccia di un bambino piccolo [animale] in quanto siamo sensibili alle facce dei nostri bambini", studia co autore, professore di psicologia Nicolas Mathevon dell'Università di Lione / Saint-Etienne, ha detto a BBC News.

"Ma in realtà il nostro studio dimostra che usiamo il discorso diretto da animale domestico o il discorso diretto dall'infanzia non solo per questo, ma forse usiamo questo tipo di modello di discorso quando vogliamo impegnarci e interagire con un ascoltatore che non parla. Forse questo parlare la strategia viene utilizzata in qualsiasi contesto quando riteniamo che l'ascoltatore potrebbe non padroneggiare completamente la lingua o avere difficoltà a capirci ".

Un'altra interpretazione dei cuccioli contro i cani adulti

I cani in particolare preferiscono ascoltare le persone che usano il linguaggio diretto e contenuti relativi al cane. (Foto: SG SHOT / Shutterstock)

Uno studio più recente ha replicato gran parte di quello precedente, ma ha avuto risultati leggermente diversi. I ricercatori hanno registrato diverse registrazioni di donne "Andiamo a fare una passeggiata?" quando parla direttamente con un cane, un cucciolo e un bambino. Quindi hanno suonato quelle registrazioni per 44 cani adulti e 19 cuccioli. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Scientific Reports a luglio 2017.

I ricercatori hanno scoperto che i cani adulti hanno risposto più attentamente al discorso diretto agli animali domestici, rispetto al discorso diretto agli adulti. I cuccioli hanno risposto lo stesso a qualsiasi tipo di discorso.

L'autrice principale dello studio Sarah Jeannin ha detto a Seeker che c'erano differenze tra i due esperimenti. Nel primo, la dimensione del campione era inferiore e le donne sono state registrate mentre parlavano con immagini di cani, rispetto ai cani reali.

I risultati non l'hanno sorpresa, ha detto Jeannin.

"Ho deciso di organizzare questo esperimento proprio perché ho notato che i cani erano più attenti alle persone quando parlavano usando questa voce acuta".

I ricercatori hanno pubblicato uno studio simile nel marzo 2018, scoprendo che i cani adulti preferivano un "discorso diretto dai cani" acuto.

Avevano persone che parlavano direttamente ai cani sia in "dog speak" sia nel modo in cui le persone parlano tra loro. Inoltre usavano discorsi diretti ai cani, come "sei un buon cane", così come parole che avrebbero avuto poco significato per i cani, come "Sono andato al cinema ieri sera".

"Volevamo esaminare questa domanda e vedere se il legame sociale tra animali e umani era influenzato dal tipo e dal contenuto della comunicazione", ha dichiarato la coautrice dottoressa Katie Slocombe del Dipartimento di Psicologia dell'Università di York.

I ricercatori hanno scoperto che era più probabile che i cani desiderassero interagire e trascorrere del tempo con le persone che usavano il discorso diretto dal cane e il contenuto relativo al cane. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Animal Cognition.

Nota del redattore: questo file è stato aggiornato da quando è stato pubblicato nel gennaio 2017.

Articoli Correlati