Petunie e patate aggiunte all'elenco delle piante carnivore

"Potremmo essere circondati da molte più piante omicide di quanto pensiamo", ha detto il botanico Mark Chase, Custode del Jodrell Laboratory presso i Royal Botanic Gardens di Kew in Inghilterra.

Questo è secondo una nuova recensione sulle piante carnivore che suggerisce che un certo numero di piante ordinarie di varietà da giardino come petunie e patate meritano di essere classificate come mangiatori di carne proprio come il acchiappamosche di Venere e le piante di brocca.

La revisione ha esaminato tutte le ricerche finora condotte sulle piante carnivore e ha scoperto che ciò che costituisce il carnevale nelle piante è stato storicamente vago e vagamente definito. Mentre solo una manciata di flora digerisce direttamente gli insetti che catturano, un'ampia varietà di altre piante possiede meccanismi che consentono loro di svolgere le loro attività omicide in modo più sottile rispetto ai loro cugini più cospicui.

Ad esempio, le petunie e le patate hanno peli appiccicosi che intrappolano gli insetti e alcune specie di campion hanno il nome comune di "catchfly" per lo stesso motivo. Non digeriscono immediatamente la loro preda, ma gli animali che irretiscono alla fine si rompono nel terreno circostante, fornendo sostanze nutritive che possono essere assorbite attraverso le radici.

"Molte piante comunemente coltivate possono rivelarsi carnivori criptici, almeno assorbendo attraverso le loro radici i prodotti di decomposizione degli animali che irretiscono", ha detto Chase.

Attualmente gli scienziati riconoscono ampiamente almeno sei diversi tipi di piante killer, che in genere uccidono per integrare la loro fame di azoto e fosforo in habitat poveri di nutrienti. Le piante come le petunie e le patate stanno essenzialmente facendo la stessa cosa, solo in un modo più sinistro. Piuttosto che divorare immediatamente la loro preda, stanno usando i corpi delle loro vittime come fertilizzante.

"Quello che stanno facendo le piante è molto più sofisticato di quanto avessimo mai immaginato", ha detto Chase a Livescience. "Sebbene gli animali mangino piante, anche le piante mangiano animali. Non è solo una strada a senso unico."

Articoli Correlati