Potremmo sapere da dove proviene il bizzarro oggetto interstellare a forma di sigaro 'Oumuamua

Questa roccia interstellare confonde gli astronomi da anni. In primo luogo, hanno pensato che questa roccia interstellare fosse una cometa. Quindi, nel 2017, l'Osservatorio europeo meridionale (ESO) ha annunciato che si trattava di un asteroide basato sulle loro misurazioni e osservazioni, rendendolo il primo asteroide noto dallo spazio interstellare. Ma ora i ricercatori stanno dicendo che è una cometa. Con tutto questo avanti e indietro, cosa sappiamo veramente di questo strano oggetto?

Gli scienziati lo hanno chiamato 'Oumuamua. ("Ou" significa "raggiungere", "e" mua ", con l'accento sulla seconda" mua ", significa" prima, prima di "- riflettendo la natura dell'oggetto come" scout "o" messaggero " dal passato.)

E nel caso ti stavi chiedendo come pronunciare 'Oumuamua ...

Quando è stato scoperto?

La roccia unica è stata avvistata per la prima volta nell'ottobre 2017 quando il telescopio Pan-STARRS 1 alle Hawaii ha rilevato un debole punto di luce che si muoveva attraverso il cielo notturno. Le misurazioni della traiettoria dell'oggetto hanno rapidamente reso evidente che non poteva provenire dal nostro sistema solare; era un oggetto interstellare, un momentaneo visitatore del nostro quartiere che probabilmente vagava da solo nello spazio per miliardi di anni.

Un team di scienziati ha ristretto le possibilità di provenienza dell'oggetto a forma di sigaro a quattro stelle: la nana rossa HIP 3757, la stella simile al sole HD 292249 e altre due stelle senza nome. Hanno basato le loro scoperte sulle informazioni diffuse diversi mesi fa, dimostrando che 'Oumuamua si è comportato come una cometa e le ha combinate con i dati della missione Gaia dell'Agenzia spaziale europea che mostravano quali stelle avevano un incontro ravvicinato con la cometa.

C'è persino una teoria insolita secondo cui 'Oumuamua è un'astronave aliena inviata per indagare sulla Terra, secondo i ricercatori del Centro di astrofisica di Harvard Smithsonian. "Considerando un'origine artificiale, una possibilità è che 'Oumuamua è una vela leggera, che galleggia nello spazio interstellare come detriti da un'apparecchiatura tecnologica avanzata", hanno scritto gli autori dello studio. Ma vale la pena notare che la teoria insolita sta ottenendo un sacco di respingimenti, soprattutto perché l'articolo non ha ancora superato la revisione tra pari.

Che si tratti o meno di una cometa o di una navicella spaziale aliena, una cosa che sappiamo è che questo particolare oggetto ha sconcertato gli scienziati per anni.

Perché chiamarla cometa ora?

Un team di scienziati è giunto alla conclusione che 'Oumuamua deve essere una cometa perché il rock sta effettivamente accelerando - qualcosa che le comete fanno nello spazio. "C'era qualcos'altro che stava spingendo 'Oumuamua fuori dal sole, quindi si muoveva più velocemente di quanto non fosse dovuto solo alla gravità", ha detto l'astronomo Alan Fitzsimmons a The Verge.

Tuttavia, le comete in genere hanno una scia di gas proveniente dal sole che scioglie il ghiaccio sulla superficie che li spinge attraverso lo spazio e 'Oumuamua non sembra avere gas che lo circonda. "La polvere avrebbe potuto essere rimossa dalla cometa mentre volava nello spazio, o forse gli astronomi l'avevano appena persa. E il gas è in realtà difficile da rilevare", ha detto l'astronomo Karen Meech. "Hai bisogno di una cometa brillante o di un telescopio davvero grande. E questa era una cometa molto debole. Così la gente ci ha provato, ma i dati erano molto rumorosi." Meech nota anche che la cometa può contenere materiali diversi rispetto alle comete del nostro sistema solare, il che potrebbe spiegare perché non è presente gas.

Inoltre, uno studio del 2019 di un team di ricercatori di Yale e CalTech spiega che anche se gli scienziati non hanno osservato il gas o una coda emessa da 'Oumuamua, è ancora una cometa.

"Una struttura di sfiato di gas ricca di volatili per" Oumuamua fornisce la spiegazione più semplice per la sua strana traiettoria ", ha scritto il team nel loro articolo. Lo hanno determinato creando una versione modello di" Oumuamua che emetteva un getto di particelle di vapore, e il modello accelerato e spostato proprio come fa 'Oumuamua.

Perché prima era stato etichettato come un asteroide?

È a causa delle diverse proprietà fisiche di 'Oumuamua che gli astronomi fino a qualche mese fa credevano che fosse un asteroide.

Nel 2017, gli scienziati hanno osservato 'Oumuamua usando il Very Large Telescope dell'ESO e hanno notato che era di colore rossastro scuro e sembrava molto allungato come un sigaro.

"Queste proprietà suggeriscono che 'Oumuamua è denso, possibilmente roccioso o con un alto contenuto di metallo, manca di quantità significative di acqua o ghiaccio e che la sua superficie è ora scura e arrossata a causa degli effetti dell'irradiazione dai raggi cosmici per milioni di anni. è stimato essere lungo almeno 400 metri ", ha detto l'ESO in un comunicato. I ricercatori hanno ipotizzato che "Il colore rosso scuro di Oumuamua sia indicativo di un alto contenuto di metallo che è stato irradiato dai raggi cosmici nel corso di milioni di anni.

Gli asteroidi sono composti da metalli e materiale roccioso, mentre le comete sono costituite da gas, polvere e acqua. Spiegando così perché gli scienziati in precedenza credevano che 'Oumuamua fosse un asteroide.

Uno studio del marzo 2018 ha anche rivelato che 'Oumuamua era più che probabile da un sistema binario di stelle, quando due stelle orbitano attorno a un centro comune. I ricercatori sono arrivati ​​a questa ipotesi determinando che i sistemi binari possono espellere oggetti rocciosi come 'Oumuamua nello spazio. "Hanno anche concluso che probabilmente proveniva da un sistema con una stella relativamente calda e di massa elevata poiché un tale sistema avrebbe un numero maggiore di oggetti rocciosi più vicini", ha dichiarato la Royal Astronomical Society nel suo comunicato stampa. I ricercatori credono anche che l'asteroide probabilmente sia stato espulso qualche volta attorno alla formazione dei pianeti quando è passato attraverso il nostro sistema solare.

Per fortuna, questo oggetto non è così loquace e ostile, e sembra già che stia rapidamente lasciando il sistema solare.

"Abbiamo dovuto agire rapidamente", ha spiegato il membro del team Olivier Hainaut sulla scoperta della traiettoria di fuga rapida dell'oggetto. "'Oumuamua aveva già superato il suo punto più vicino al Sole e stava tornando nello spazio interstellare."

Perché originariamente si chiamava una cometa?

Nel 2017, i ricercatori della Queen's University di Belfast (QUB), in Irlanda, hanno notato che 'Oumuamua rifletteva la luce solare ed è simile agli oggetti ghiacciati nello spazio che hanno una crosta secca, il che significa che potrebbe esserci la presenza di acqua.

"Questo perché 'Oumuamua è stata esposta ai raggi cosmici per milioni, o addirittura miliardi, di anni, creando uno strato isolante ricco di organici sulla sua superficie", ha detto Fitzsimmons in una dichiarazione del dicembre 2017. "Abbiamo anche scoperto che un rivestimento spesso mezzo metro di materiale ricco di organici avrebbe potuto proteggere un interno simile a una cometa ricco di acqua e ghiaccio dalla vaporizzazione quando l'oggetto veniva riscaldato dal sole, anche se veniva riscaldato a oltre 300 gradi centigrado."

Cos'altro lo rende unico?

"Anche il movimento rotatorio di Oumuamua è insolito, come riportato da un team di ricercatori del QUB nel febbraio 2018. I suoi movimenti caotici indicano un" passato violento ", hanno osservato, probabilmente a causa di un'antica collisione con un altro asteroide prima che venisse espulso dal suo proprio sistema solare.

"La nostra modellistica di questo corpo suggerisce che il crollo durerà per molti miliardi di anni fino a centinaia di miliardi di anni prima che le sollecitazioni interne lo facciano ruotare di nuovo normalmente", ha detto l'astrofisico di QUB Wes Fraser in una nota. "Anche se non conosciamo la causa del crollo, prevediamo che molto probabilmente è stato mandato in frantumi da un impatto con un altro planetesimale nel suo sistema, prima che venisse espulso nello spazio interstellare."

Gli scienziati stanno correndo per imparare il più possibile su 'Oumuamua prima che ci lasci per sempre. Dovrebbe passare sopra l'orbita di Giove a maggio 2018, seguita da Saturno a gennaio 2019 e poi da Nettuno nel 2022. Tuttavia, la sua breve visita potrebbe lasciarci con più domande che risposte.

Sebbene sia la prima roccia spaziale interstellare mai osservata, gli astronomi stimano che abbiamo almeno un tale visitatore alieno all'anno. Quindi dopo che 'Oumuamua ci ha lasciato, dovremo solo continuare a cercare altro.

"Stiamo continuando a osservare questo oggetto unico", ha detto Hainaut, "e speriamo di individuare più accuratamente da dove proviene e dove sta andando il suo giro successivo nella galassia. E ora che abbiamo trovato la prima roccia interstellare, ci stiamo preparando per i prossimi! "

Nota del redattore: questo file è stato aggiornato con nuove informazioni da quando è stato originariamente pubblicato a novembre 2017.

Articoli Correlati