Presto vedrai Baader-Meinhof ovunque

In psicologia, per cooptare un vecchio bavaglio di Steve Martin sui francesi, c'è un termine diverso per tutto.

Pensi di averlo visto prima? Già visto.

Deve essere vero, perché mio padre / insegnante / predicatore dice che è vero? Bias di conferma.

Il viaggio di ritorno da qualche parte sembra più veloce di un viaggio lì? L'effetto viaggio di ritorno.

Con tutta la terminologia che fluttua intorno, è sempre meglio fare attenzione quando si tratta di psicologia. La formulazione, per non parlare dei concetti, può confondere un po 'la tua mente.

Prendiamo ad esempio il fenomeno Baader-Meinhof.

Baader-Meinhof è il nome colloquiale attribuito a un concetto psicologico eccentrico, sebbene semplice, che probabilmente abbiamo sperimentato tutti in un momento o nell'altro. È la percezione di scoprire qualcosa di nuovo - un'auto, un nome, una parola che non hai mai visto o sentito prima - e poi, sorprendentemente, vederlo dappertutto subito dopo averlo scoperto.

Non sapevi che esistesse. E poi, a quanto pare, è ovunque ti giri.

Tuttavia, come il termine "Baader-Meinhof" si sia associato a questo fenomeno è tutt'altro che semplice o scientifico.

Il gruppo Baader-Meinhof, o banda Baader-Meinhof, era un gruppo militante di sinistra della Germania occidentale degli anni '70, noto anche come Fazione dell'Armata Rossa. La RAF era un'organizzazione terroristica, secondo il governo tedesco, che effettuò bombardamenti in tutta la nazione.

Un rapporto afferma che il nome del gruppo terroristico era inizialmente collegato al concetto psicologico, in tutti i luoghi, nella sezione commenti di un articolo online.

Se questo è vero, il nome comune per questo particolare episodio sconvolgente - un nome che è diventato così ben accettato da apparire nel Dizionario urbano - probabilmente è nato perché qualcuno, da qualche parte non aveva idea di cosa fosse Baader-Meinhof.

Un giorno, questa persona ha sentito parlare per la prima volta del gruppo radicale di sinistra. Quindi è stato ovunque. La persona l'ha soprannominata un'esperienza "Baader-Meinhof". In qualche modo, è bloccato. Quindi, in teoria, ciò che ora è noto come Baader-Meinhof avrebbe potuto essere chiamato The Steve Martin Phenomenon (era anche grande negli anni '70) o ABBA Experience - se questo qualcuno non avesse mai sentito parlare dell'attore comico o degli svedesi degli anni '70 band pop.

Tronchetti cognitivi

Scientificamente, il fenomeno Baader-Meinhof fa parte di un gruppo di "pregiudizi cognitivi". Un pregiudizio cognitivo è una punta del piede nel pensare che i nostri cervelli fanno durante l'elaborazione delle informazioni.

Esempio: il pregiudizio per il senno di poi (noto anche come il pregiudizio "lo sapevo da sempre") è la tendenza a pensare che, guardando indietro a un evento, avremmo dovuto vederlo arrivare, anche se potrebbe non esserci alcuna ragione razionale che dovremmo effettivamente ho saputo cosa sarebbe successo.

Ai tempi di Steve Martin, ABBA e la banda Baader-Meinhof - quei selvaggi anni '70 - due studiosi, Amos Tversky e Daniel Kahneman, introdussero il termine pregiudizio cognitivo “per descrivere modelli sistematici ma presumibilmente errati di risposte a giudizio e decisione i problemi."

Un intero elenco di pregiudizi cognitivi è ora riconosciuto e uno, in particolare, è in gioco con quello che ora chiamiamo (nel mondo non scientifico) il fenomeno Baader-Meinhof. Questo pregiudizio cognitivo è chiamato "illusione di frequenza".

Arnold Zwicky, un linguista di Stanford, ha il merito di aver coniato quel termine, scrivendo che "le persone che riflettono sulla lingua - linguisti professionisti, persone che si sono impostate come autorità sulla lingua e persone comuni che sono semplicemente interessate alla lingua - sono particolarmente incline all'Illusione di frequenza ".

Zwicky sottolinea un paio di pregiudizi cognitivi sottostanti che formano l'illusione della frequenza. (O, se insisti, Baader-Meinhof.)

"L'illusione di frequenza è il risultato di due noti processi psicologici, l'attenzione selettiva (notare le cose che ci interessano, trascurando il resto) e il pregiudizio di conferma (cercare cose che supportano le nostre ipotesi, ignorando la potenziale controevidenza) ..."

Quindi vedere qualcosa di nuovo, quindi apparentemente vederlo ancora e ancora poco dopo averlo notato per la prima volta - illusione di frequenza, Baader-Meinhof, qualunque cosa tu voglia chiamarlo - è un vero e proprio fenomeno psicologico riconosciuto dagli studiosi.

Anche se, in realtà, è solo la tua mente a scherzare con te.

Correlato sul sito:

  • Cos'è la sinestesia e com'è averla?
  • La scienza del gusto: perché tutto, dal suono alle forme, può influenzare le tue papille gustative
  • Quando si tratta di influenza, la lingua che parli è importante

Articoli Correlati