Puoi davvero nominare una stella o comprare un terreno sulla luna?

Chiamare una stella come una persona cara potrebbe sembrare il regalo romantico perfetto. L'acquisto di beni immobili sulla luna potrebbe sembrare un investimento utile.

Ma puoi davvero nominare una stella o possedere una parte della luna? Sì e no.

Cosa c'è in un nome?

I nomi degli oggetti astronomici sono concordati dall'Unione Astronomica Internazionale (IAU). L'organizzazione è l'autorità riconosciuta per nominare i corpi celesti e non vende diritti di denominazione per stelle, galassie, pianeti o qualsiasi altra caratteristica astronomica.

Mentre alcune stelle hanno nomi, come Betelgeuse e Sirius, alla maggior parte delle stelle vengono semplicemente assegnate coordinate e un numero di catalogo.

Con centinaia di milioni di stelle conosciute, questo è il modo più pratico per identificare facilmente ogni singola stella.

Quindi quali sono esattamente quelle aziende che vendono i diritti di denominazione alle stelle che ti offrono?

Secondo la IAU, tali società possono fornirti "un costoso pezzo di carta e un temporaneo sentimento di felicità".

Ognuna di queste società di nomi di stelle mantiene il proprio database privato di stelle e i loro nomi. Ti invieranno un certificato e le istruzioni per trovare la tua stella nel cielo notturno, ma la IAU non avrà alcuna registrazione del nome che hai conferito alla tua stella, né l'organizzazione la riconoscerà.

Poiché esistono più società di denominazione delle stelle, è probabile che alla tua stella venga assegnato un nome diverso da un'altra società.

Immobili fuori dal mondo

Fai una rapida ricerca sul Web e troverai numerose aziende che ti offrono l'opportunità di acquistare terreni sulla Luna, Marte, Venere e altri pianeti, ma puoi davvero possedere un acro di luna?

Dennis Hope dice che puoi.

Nel 1980, l'imprenditore con sede in Nevada rivendicò la proprietà della luna dopo aver trovato una "scappatoia" nel Trattato delle Nazioni Unite sullo spazio cosmico del 1967.

Mentre il trattato proibisce alle nazioni della Terra di avanzare rivendicazioni territoriali su corpi celesti, non si occupa di ciò che un'impresa individuale o privata può legalmente fare.

Quindi Hope rivendicò la proprietà della luna nel 1968 - così come Marte, Mercurio e Venere - e iniziò a vendere immobili spaziali attraverso la sua compagnia, l'Ambasciata Lunare.

Ora ha venduto milioni di acri di terra extraterrestre e afferma che finora nessun governo ha messo in discussione il suo diritto di vendere i beni immobili cosmici.

Mentre i singoli acri vendono bene, ha anche venduto pacchi di dimensioni nazionali e afferma che i suoi più grandi acquirenti hanno incluso 1.800 società, tra cui due catene alberghiere statunitensi.

Al momento dell'acquisto di qualsiasi immobile spaziale di Hope, ti invierà un atto, una mappa della tua terra, la costituzione del tuo pianeta e la carta dei diritti.

Naturalmente, la luna - o il pianeta di tua scelta - arriva anche con la sua valuta, e Hope è persino arrivata al punto di fare delle aperture alla luna per aderire al Fondo monetario internazionale.

Ma ci sono alcune aree che Hope non venderà a nessun prezzo, come i siti di atterraggio dell'Apollo e "Face on Mars".

"Sarebbe irresponsabile per l'ambasciata lunare vendere queste aree storiche di interesse generale", secondo il sito web.

Tuttavia, la IAU afferma che l'acquisto di immobili extraterrestri legalmente non ti dà alcun diritto alla terra.

"Come il vero amore e molte altre cose migliori della vita umana, la bellezza del cielo notturno non è in vendita, ma è gratuita per tutti, " si legge nel suo sito web.

Articoli Correlati