Qual è la differenza tra erbe e spezie?

Questi ingredienti saporiti sono la chiave per una cucina eccezionale, ma come facciamo a sapere quando stiamo lavorando con un'erba o una spezia?

Mentre entrambi sono usati per aumentare il sapore degli alimenti o anche per aiutare con malattie e disturbi, la differenza tra i due è da quale parte della pianta provengono.

Le erbe sono le foglie della pianta, come rosmarino, salvia, timo, origano o coriandolo. Le spezie, d'altra parte, provengono dalle parti non frondose, tra cui radici, corteccia, bacche, fiori, semi e così via. Ciò include cannella, anice stellato, zenzero, curcuma e pepe.

"In sostanza, qualsiasi parte della pianta che non è una foglia e che può essere utilizzata per il condimento rientrerebbe nella categoria delle spezie", chiarisce The Kitchn.

A volte una pianta può produrre sia un'erba che una spezia. Le foglie di coriandolo sono un'erba mentre i semi, il coriandolo, sono una spezia. L'erba di aneto produce anche semi che vengono utilizzati come spezia mentre le foglie vengono utilizzate come erba.

Semplice vero? Bene, potrebbe esserci un piccolo intoppo in questa facile definizione. Fooducate specifica ", [A] secondo l'American Spice Trade Association, le spezie sono definite come" qualsiasi prodotto vegetale essiccato usato principalmente per scopi di stagionatura ". Questo amplia davvero la definizione di spezie, permettendole di includere erbe, verdure disidratate, miscele di spezie e semi di spezie ".

Naturalmente, un'associazione di categoria non dispiacerebbe ampliare una definizione per includere più prodotti! Sappi solo che se ti viene mai chiesta la differenza tra erbe e spezie, hai un modo semplice per spiegare la distinzione.

* * *

Vorresti che la tua foto fosse descritta come Foto del giorno? Unisciti al nostro gruppo Flickr e aggiungi le tue foto al pool!

Articoli Correlati