Quali articoli per la casa contengono mercurio?

Il mercurio come inquinante ambientale è una minaccia più grande per la maggior parte delle persone rispetto alle goccioline di metallo familiari nei termometri. Non solo l'esposizione è più comune, ma alcuni microrganismi nell'ambiente la convertono in una forma ancora più tossica chiamata metilmercurio, che si sposta poi lungo la catena alimentare, accumulandosi lungo la strada. Sfortunatamente per noi - in uno dei pochi aspetti negativi della posizione - siamo in cima a praticamente ogni catena alimentare sulla Terra.

Ma anche quelle goccioline argentate nei termometri sono ancora tossiche e il fatto che il mercurio elementare sia un liquido a temperatura ambiente lo rende così insolito e così utile che si trova in una varietà di prodotti comuni. La gente è stata affascinata dal mercurio per millenni e mentre a volte sopravvalutano i suoi benefici - un imperatore cinese è morto dopo aver bevuto una pozione tinta di mercurio che avrebbe dovuto renderlo immortale - ha scopi pratici.

Il mercurio elementare è stato recentemente comune negli interruttori della luce, nelle batterie e negli apparecchi elettronici come riscaldatori di spazio, asciugatrici e lavatrici, ma i regolamenti e gli sforzi volontari hanno contribuito a rimuovere quei prodotti dagli scaffali. Molte persone li possiedono ancora, tuttavia, così come oggetti antichi che contengono mercurio e potrebbero potenzialmente disperderlo come vapore.

Il mercurio è ancora una parte fondamentale di alcune tecnologie moderne, tra cui schermi LCD e luci fluorescenti. I computer portatili, i televisori LCD e le lampadine fluorescenti compatte sono tutti sicuri finché sono intatti, ma se si rompono o si frantumano, possono rilasciare vapori di mercurio tossici. Vedi il grafico sopra per altri articoli domestici contenenti mercurio; controlla questo elenco EPA o questo database per ancora di più.

Luci fluorescenti

L'EPA incoraggia l'uso di lampadine CFL poiché sono più efficienti dal punto di vista energetico rispetto alle tradizionali lampade a incandescenza, consumano circa il 75% in meno di elettricità e durano fino a 10 volte di più. Loro e altre luci fluorescenti funzionano sparando elettricità in un tubo di vetro riempito di vapore di mercurio, che presto si illumina di luce fosforescente. Anche quel vapore, tuttavia, li rende potenziali rischi per la salute se si rompono o quando infine si bruciano.

Non aspirare o spazzare le lampadine fluorescenti rotte con una scopa - ciò provoca il vapore di mercurio, che può quindi essere respirato. L'EPA consiglia di svuotare la stanza, aprire le finestre e lasciarla fuoriuscire per almeno 15 minuti. Fai clic qui per le istruzioni complete sulla pulizia dell'EPA.

Se una lampadina fluorescente si rompe o muore, avrai un inquinante tossico da eliminare. Più di 670 milioni di lampadine fluorescenti vengono scartate ogni anno, secondo l'EPA, la maggior parte delle quali viene gettata via dai rifiuti urbani. Quando inevitabilmente si rompono, rilasciano mercurio che può finire nella catena alimentare.

I requisiti di riciclaggio e smaltimento variano a seconda dei governi locali, ma l'EPA ti consente di cercare per regione e stato i luoghi vicino a te per scartare in sicurezza le luci fluorescenti rotte o morte. Per ulteriori informazioni, consultare la guida generale sul riciclaggio delle lampadine contenenti mercurio o questa guida PDF del programma federale Energy Star. Un sito non governativo consigliato dall'EPA è Earth911, che consente di cercare per prodotto che si desidera riciclare e per città o codice postale.

Nonostante la seccatura e i pericoli di una pulizia, tuttavia, l'EPA sottolinea anche che i CFL risparmiano più mercurio di quello che contengono, grazie agli effetti della loro efficienza energetica sul consumo di elettricità e sulle emissioni delle centrali elettriche.

Schermi LCD

Come le luci fluorescenti, gli schermi a cristalli liquidi eccitano elettricamente il vapore di mercurio per generare luce visibile. Ciò significa che TV LCD, schermi di laptop e altri display retroilluminati contengono metalli pesanti e devono essere trattati con cura quando si rompono o si bruciano.

Prendi precauzioni simili nel pulire uno schermo LCD rotto come faresti con una luce fluorescente. Cerca di non toccare nulla direttamente o di respirare i fumi e di smaltire il mercurio nel modo più sicuro possibile. Molti produttori di computer, produttori di TV e rivenditori di elettronica offrono programmi di ritiro o sponsorizzano eventi di riciclaggio. Dai un'occhiata a questa guida dall'EPA per il riciclaggio o la donazione di computer e altri dispositivi elettronici, nonché Earth911.

Vecchi elettrodomestici

Il mercurio elementare rappresenta un pericolo molto minore rispetto al passato grazie agli sforzi compiuti negli anni '80 e '90 per ridurre la sua presenza negli apparecchi elettronici. È stato spesso utilizzato in "interruttori di inclinazione" in TV, termostati, riscaldatori di spazio e coperchi di lavatrici - inclinando un tubo si fa scorrere il mercurio su entrambi i lati, interrompendo il circuito da un lato e aprendolo dall'altro. Sebbene questi apparecchi non vengano più venduti, molte persone potrebbero ancora averli e dovrebbero consultare la pagina E-cycling o EPA911 dell'EPA per informazioni sullo smaltimento sicuro.

Batterie

Le batterie erano la più grande fonte unica di domanda interna di mercurio negli anni '80, ma dal 1993 i produttori statunitensi avevano iniziato a vendere batterie alcaline prive di mercurio e nel 1996 divenne lo standard nazionale. Alcuni tipi di batterie, tuttavia - come batterie a "bottone" utilizzate in orologi, apparecchi acustici, pacemaker, giocattoli e altri piccoli dispositivi - contengono ancora mercurio come rivestimento protettivo attorno alla cella della batteria. È raro che questo mercurio fuoriesca durante il normale utilizzo, ma potrebbe fuoriuscire nel tempo se scartato in modo improprio. Prova a consultare questo elenco di programmi di riciclaggio statale dell'EPA per trovare informazioni locali.

Termometri e barometri

La fonte per antonomasia di quelle perle metalliche, dei termometri al mercurio e dei barometri ingannevolmente seducenti sfrutta la tendenza del metallo liquido ad espandersi e condensarsi insieme alle condizioni atmosferiche. Gli strumenti di vetro possono rompersi facilmente e rilasciare goccioline scivolose di mercurio elementare, che richiedono un difficile sforzo di pulizia. Mentre il mercurio liquido stesso è tossico, il pericolo principale è il vapore che rilascia durante l'evaporazione. Fare clic qui per la guida dell'EPA per la bonifica di una fuoriuscita di mercurio liquido. Come per qualsiasi rifiuto pericoloso, è sempre una buona idea verificare con il proprio dipartimento sanitario locale, l'autorità per i rifiuti della città o i vigili del fuoco su come smaltire il mercurio.

Maggiori informazioni

  • Per un elenco completo degli articoli contenenti mercurio - compresi i prodotti di consumo, medici, farmaceutici, elettrici, chimici, di produzione e costruzione - consultare la "Tabella dei prodotti dell'EPA che può contenere mercurio e opzioni di gestione raccomandate".
  • Per leggere cosa può fare l'avvelenamento da mercurio, consultare le pagine dell'EPA sull'esposizione umana e gli effetti sulla salute o la pagina del CDC sull'avvelenamento da mercurio elementare
  • Dai un'occhiata alla pagina relativa alle fuoriuscite, allo smaltimento e alla pulizia del sito dell'EPA per aiutarti a contrastare una fuoriuscita di mercurio o eliminare in sicurezza un vecchio prodotto.
  • Scopri come l'inquinamento da mercurio influisce sulla salute degli ecosistemi nella pagina degli effetti ambientali dell'EPA e la sua panoramica delle emissioni delle centrali elettriche.
  • Consulta le leggi e le normative statunitensi relative al mercurio o gli ultimi sviluppi della ricerca dell'EPA. Per uno sguardo ai piani futuri dell'EPA, consultare la sua "tabella di marcia per il mercurio".

Articoli Correlati