Questa antica reliquia potrebbe essere ancora il modo migliore per riscaldare la tua casa?

In giorni come questi, il rassicurante ka-thunk di un tubo del radiatore che entra in azione può essere musica per le tue orecchie.

O è il ronzio della presa d'aria forzata che respira calore nella camera da letto in modo da non voler mai davvero andartene?

Cosa importa? Il calore è calore, giusto?

Bene, non esattamente. Se così fosse, probabilmente accenderemmo fuochi aperti nel soggiorno.

Quando si tratta di casa tua, in realtà ci sono due tonalità di calore molto diverse: il tipo che emana da un radiatore e l'aria tosta che viene spinta attraverso una serie di condotti nella tua casa.

La domanda, dal punto di vista dell'efficienza, è: qual è la migliore?

Cominciamo con i radiatori perché, sebbene spesso abbiano un brutto colpo, riscaldano i corpi da più di un secolo. Certo, possono essere sgradevoli, gelosie punk a vapore che scricchiolano e gemono ogni volta che vengono chiamate a tenerci al caldo. Ma quelle vecchie ossa si sono guadagnate il diritto di essere un po 'meschine.

I radiatori erano di gran moda nelle case dei ricchi vittoriani o addirittura, come in questo caso, nel penitenziario dello stato dell'Idaho. (Foto: stellamc / Shutterstock)

Dopotutto, quel mucchio di acciaio scolpito (o ferro o ottone) nell'angolo è in circolazione dal 1855, quando un imprenditore tedesco di nome Franz San Galli ha preso un brivido, tra tutti i luoghi, San Pietroburgo.

Sebbene da allora i radiatori abbiano assunto diverse forme e materiali, il concetto di Galli, che ha soprannominato "hot box", rimane più o meno lo stesso: l'acqua o il vapore scorre attraverso i tubi di uno scaldabagno, raggruppandosi in fantasiosi recipienti metallici in realtà necessariamente increspato per garantire la massima superficie possibile sentire il calore.

E da quelle superfici, il calore irradia (capito?) Verso l'esterno, con grande gratitudine di coloro che si trovano nelle vicinanze.

Ma qui sta il problema. La prossimità gioca un ruolo chiave sia che ti crogioli al caldo sia che resti in piedi al freddo. Le persone che hanno i termosifoni nella camera da letto, ma non nel bagno, possono attestare le montagne russe delle sensazioni che si provano quando si va in punta di piedi verso il bagno nel cuore della notte.

Caldo-freddo-FREDDO FREDDO caldo-freddo-!

E poi c'è il compito di rendere felici queste grandi dame nel corso degli anni. Un radiatore ben mantenuto può essere un modello di efficienza. In effetti, si sa che i radiatori stessi continuano a trasportare i camion a lungo anche dopo che il resto della casa è sceso intorno a loro. (Puoi trovarne montagne nei cantieri di salvataggio.)

Dovrai "sanguinarli" ogni anno - un semplice processo di rilascio di aria in eccesso da ogni singola unità - ma per il resto, oltre a verificare eventuali perdite rare, raramente hanno bisogno di essere sostituiti.

"Quasi sempre, i radiatori vanno bene", dice l'esperto di riscaldamento Dan Holohan a HGTV. "Le caldaie di solito devono essere sostituite, perché presentano perdite o sono completamente inefficienti rispetto agli standard odierni".

In effetti, quella faticosa caldaia a seminterrato - il cuore gorgogliante del riscaldamento radiante - può essere temperante. Spesso sono antiquati, pieni di gas nefasti di un'epoca passata che rendono la loro sostituzione un'operazione delicata. Inoltre, i tubi di alimentazione e di ritorno che conducono in tutta la casa possono corrodersi nel corso degli anni e soffocare la calda linfa vitale che li attraversa.

Ma con milioni di radiatori nelle case degli Stati Uniti oggi, queste installazioni mantengono ancora un certo fascino. In effetti, c'è persino un National Radiator Day, completo dell'hashtag #LoveYourRadiator.

E non devono essere doloranti. Ci sono, infatti, alcuni splendidi radiatori vintage che sono tanto elementi di conversazione quanto scaldapiedi. I ricchi vittoriani, in particolare, trasformavano i termosifoni in opere d'arte e calore.

Inoltre, alcune persone pensano che il calore sia il migliore. Non visto . Il che ci porta al sistema molto più moderno che è il riscaldamento ad aria forzata.

L'idea qui è che un hub centrale - quella muggace fornace sotterranea - arrosti l'aria piacevole e calda, mentre un ventilatore elettrico introduce quel calore vitale lungo condotti e prese d'aria ben posizionati.

Il cuore di un sistema di riscaldamento ad aria forzata è la burrascosa fornace del seminterrato. (Foto: Christian Delbe / Shutterstock)

Quella rete arteriosa presenta alcuni chiari vantaggi. Per prima cosa, raggiunge ogni angolo di una casa. Per un altro - e questa è la chiave - non c'è tempo di riscaldamento. Nessuna pausa eterna mentre l'acqua calda trasferisce il calore ai radiatori.

Premi un interruttore e i caldi risultati sono praticamente istantanei. E il calore scorre uniformemente in tutta la casa. Con le prese d'aria praticamente ovunque, il tuo viaggio notturno in bagno non è un esercizio appassionato di paraurti d'oca.

C'è un altro vantaggio dei sistemi ad aria forzata che probabilmente non vorresti sapere in questo momento. Ma quando l'inverno finalmente emette il suo ultimo sospiro e il sole estivo torna a fare ciò che fa meglio, potresti voler effettivamente climatizzare la tua casa. Mentre i radiatori sono piuttosto risoluti nella loro ricerca di accendere la tua casa, i sistemi ad aria forzata facilmente raddoppiano rispetto agli impianti di condizionamento dell'aria centralizzati. Questo è un serio aggiornamento rispetto al riempimento delle finestre con scatole AC rumorose, ingombranti e costose.

Ciò non significa che i sistemi ad aria forzata siano l'opzione di manutenzione zero. In effetti, ci sono molte parti mobili che richiedono una manutenzione regolare. Quel soffiatore che spinge l'aria verso l'esterno e verso l'alto deve essere pulito almeno una volta all'anno. E anche tutti quei condotti richiedono una pulizia regolare. La fornace stessa ha una tendenza quasi magica a raccogliere polvere e fuliggine nella sua camera di combustione.

E, a differenza del riscaldamento radiante, dove è possibile "spurgare" i tubi da soli, è spesso necessaria una mano professionale.

Ma proprio come i radiatori, i sistemi ad aria forzata sono integrati così profondamente nelle ossa di una casa - i condotti in genere scorrono dietro pareti e sotto pavimenti e soffitti - praticamente arrivano con la casa.

A meno che tu non stia costruendo una nuova casa da zero, il costo del cambio dei sistemi di riscaldamento può essere proibitivo.

Le prese d'aria ad aria forzata mantengono sicuramente un profilo inferiore rispetto ai radiatori. Ma hanno ancora bisogno di un'attenzione regolare. (Foto: tab62 / Shutterstock)

Sebbene i metodi possano essere molto diversi, ci si potrebbe aspettare che il prodotto finale - il calore reale - sia lo stesso. Ma il calore arriva anche in sapori molto diversi.

Molte persone preferiscono l'atmosfera del calore irradiato all'effetto phon dei sistemi ad aria forzata. Come puoi immaginare che l'aria calda che soffia attraverso la tua casa regolarmente può creare un ambiente decisamente arido. A meno che tu non stia aggiungendo un umidificatore alla configurazione domestica, l'aria forzata può causare pelle secca e labbra screpolate.

I radiatori, d'altra parte, usano la convezione per riscaldare l'aria circostante. Invece di soffiare calore, è letteralmente irradiato, risultando in un calore più morbido e sottile.

Il riscaldamento radiante può essere lento per iniziare, ma fornisce il tipo di calore che molti preferiscono raffreddare. (Foto: Koldunov Alexey / Shutterstock)

Ma quale intimità costa?

Questa è la domanda più grande per la maggior parte dei proprietari di case. Gli inverni possono essere lunghi, crudeli e costosi .

Quindi quale sistema è più economico per funzionare a lungo termine? Sia una caldaia che una fornace utilizzeranno elettricità o gas o entrambi per svolgere il lavoro.

Ma poiché le caldaie hanno una storia così lunga e leggendaria, di solito sono i sistemi che non hanno beneficiato tanto delle efficienze moderne. Naturalmente, le caldaie installate decenni fa non saranno così efficienti come una moderna fornace ad aria calda.

I radiatori, tuttavia, beneficiano di un concetto ingegnoso e duraturo, che è stato benedetto con un design semplice ed efficiente sin dall'inizio.

Alla fine, i costi di gestione di entrambe le configurazioni dipendono probabilmente dalla loro buona manutenzione, con i radiatori, a causa della loro età, che hanno maggiori probabilità di rimanere indietro.

Ma come osserva Terry Harris in DenGarden.com, "supponendo che entrambi i sistemi vengano utilizzati in modo efficiente - è corretto affermare che la differenza di costo è minima".

Il Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti dà persino un vantaggio al riscaldamento radiante, specialmente quando si tratta di pavimenti - per quelli abbastanza fortunati da averli - osservando che "di solito è più efficiente del riscaldamento ad aria forzata perché elimina le perdite di condotto".

La vera differenza di costo non è tanto nell'esecuzione di entrambi i sistemi, ma piuttosto nel passaggio dall'uno all'altro, che può costare da $ 6.000 a $ 15.000.

Quindi, se ti capita già di possedere una casa con riscaldamento radiante, potresti pensare due volte a quanto verde cresce davvero l'erba sul lato riscaldato ad aria forzata.

E forse sii gentile con quella vecchia e grande signora che riscalda i corpi da molto prima che tu nascessi - con lamentele dovute, a parte il gemito occasionale.

Articoli Correlati