"Migrare con le gru Sandhill": segui il viaggio

Per molti di noi, la primavera è un evento che arriva tranquillamente. L'emergere di lampadine, il sottile spostamento verso giorni più lunghi, il gradito ritorno delle calde brezze mattutine. Per altri, tuttavia, la primavera è annunciata in un fragoroso coro di centinaia di migliaia di trombe di trombe, portate sulle ali di maestose gru sandhill.

A partire da metà febbraio e concludendo ad aprile, tra le 450.000 e le 700.000 gru sandhill migrano dai loro terreni di svernamento nelle regioni meridionali come il Texas e il New Mexico verso i siti di riproduzione estiva nell'Artico e nel subartico. È una delle grandi meraviglie naturali del mondo, alla pari delle enormi migrazioni stagionali di gnu, caribù e farfalle monarca.

La maggior parte delle gru sandhill viaggiano attraverso la Central Flyway del Nord America, un percorso utilizzato da diverse specie migratorie che si estende dalla costa occidentale del Golfo alle Grandi Pianure e alle Montagne Rocciose. Nel corso del loro viaggio di sei settimane, gli uccelli si riuniscono in gran numero per riposare e fare rifornimento, attirando l'attenzione di naturalisti, ornitologi e spettatori meravigliati.

"Vivo nel sud dell'Arizona, parte della gamma in cui le gru sandhill trascorrono i loro inverni", ha detto a Site il cineasta e giornalista Bryan Nelson. "Questi grandi uccelli carismatici offrono sempre uno spettacolo mentre volano in massa da un posto appollaiato o nutrendosi ad un altro attraverso la campagna, e folle di uccelli si radunano per ammirarli. È impossibile non notarlo!"

Per il suo ultimo cortometraggio, Nelson ha voluto documentare la migrazione delle gru sandhill e si è ispirato alla storia di due persone che si sono ritrovate anche attraverso un amore condiviso per le specie.

"Uno dei centri di birdwatching ogni gennaio è il Wings Over Willcox Birding and Nature Festival, a Willcox, in Arizona. Ho partecipato quest'anno, dove ho incontrato Erv Nichols e Sandra Noll", ha detto. "Stavano ospitando una serie di tour e conferenze sulle gru e la loro passione era contagiosa. Ho avuto modo di conoscere meglio la loro storia, il modo in cui le gru le hanno messe insieme e il modo in cui sono emigrate con le gru - fino in fondo dai terreni di svernamento delle gru quaggiù nel sud-ovest degli Stati Uniti e in Messico, ai terreni estivi in ​​Alaska. Ero invidioso della loro avventura e ho trovato il loro viaggio personale così avvincente. "

Durante le riprese delle gru, Nelson dice che gli è stato dato un posto in prima fila per le personalità di grandi dimensioni degli uccelli alti 4 piedi.

"Penso che la cosa più sorprendente delle gru sia la complessità del loro comportamento", ha condiviso. "Sono uccelli sociali in modo divertente, hanno una vasta gamma di vocalizzazioni e alcuni esperti credono addirittura di essere utenti di strumenti - usando bastoni e altri oggetti come parte della loro comunicazione e display. Sono uccelli straordinariamente intelligenti e adattabili. Davvero trascorri ore alla volta a osservarli e ti faranno divertire ".

Mentre molte sottopopolazioni di gru sandhill sono rimbalzate grazie agli sforzi aggressivi di conservazione, le minacce provenienti da fonti artificiali continuano a incombere.

"La distruzione dell'habitat è probabilmente la più grande minaccia che questi uccelli devono affrontare", ha detto Nelson. "Richiedono vaste zone umide tentacolari per posare e nutrire, e queste terre stanno scomparendo a causa di una combinazione di fattori che includono lo sviluppo umano e il cambiamento climatico. Ad esempio, qui negli Stati Uniti del sud-ovest, gli inverni si sono gradualmente asciugati e il Le zone umide invernali si sono significativamente ridotte e in alcune aree l'acqua deve essere pompata in aree protette designate solo per aiutare a mantenere e preservare questi habitat in diminuzione.

"Anche la costante invasione dello sviluppo umano si profila sempre. Durante le riprese ho assistito a grandi posate di uccelli a portata di occhio di centrali elettriche a carbone e zone di produzione".

Se hai l'opportunità di vedere una fermata in questa maestosa migrazione, Nelson ti consiglia di cancellare il tuo programma all'alba e al tramonto.

"Questi sono i tempi in cui tutti gli uccelli decollano, partono o arrivano nelle loro aree preferite per il posatoio. Gli stormi sono ipnotizzanti e i suoni sono ipnotici, e l'illuminazione non potrebbe essere più maestosa: si tratta di uccelli con un film bagliore, di sicuro! "

Articoli Correlati