Scienziati per progettare un essere umano con una pelle a prova di proiettile

Inizialmente Peter Parker ottenne i suoi poteri sovrumani dopo essere stato morso da un ragno radioattivo. Ora, come ispirati a un fumetto, gli scienziati che lavorano con il Consorzio di genomica forense nei Paesi Bassi vogliono mescolare i genomi di ragni e umani per creare - anche se non un vero e proprio spiderman nella vita reale - un sovrumano con pelle simile alla seta e antiproiettile, secondo il Daily Mail.

Sembra incredibile, ma la ricerca è già ben avviata. Il progetto è stato chiamato "2, 6 g 329 m / s" dopo il peso e la velocità di un proiettile lungo calibro 22, dal quale la pelle umana geneticamente modificata potrebbe presumibilmente resistere a un'esplosione.

Quindi, perché i ragni? La chiave della tecnologia sta nella proteina che produce la seta del ragno. Si scopre che la seta del ragno, se filata e tessuta correttamente, può essere trasformata in un materiale che non è solo a prova di proiettile, ma 10 volte più resistente dell'acciaio. L'idea è di sostituire la nostra cheratina, la proteina che compone la pelle umana, con una versione modificata della proteina nella seta del ragno.

"Immagina di sostituire la cheratina, la proteina responsabile della resistenza della pelle umana, con questa proteina di seta di ragno", ha dichiarato Jalila Essaidi, uno dei ricercatori olandesi dietro il progetto. "Questo è possibile aggiungendo i geni che producono la seta di un ragno al genoma di un essere umano: creare un essere umano a prova di proiettile. Fantascienza? Forse, ma possiamo avere un'idea di come sarebbe questa idea transumanistica lasciando una matrice a prova di proiettile di seta di ragno si fondono con una pelle umana in vitro. "

La tecnologia diventa solo più strana. Per testarlo, i ricercatori hanno ingegnerizzato geneticamente una capra per produrre latte ricco di proteine ​​della seta del ragno. Il materiale è stato quindi munto dalla capra e tessuto insieme, creando una sostanza antiproiettile. I ricercatori hanno quindi sviluppato uno strato di vera pelle attorno a un campione della sostanza antiproiettile prodotta dalla capra, in modo che i proiettili possano essere sparati al suo interno.

Il seguente video, pubblicato dai ricercatori su YouTube, descrive questi esperimenti (Nota: il video è tutto in olandese):

Anche sul sito: 20 impressionanti progetti fieristici delle scuole superiori

Articoli Correlati